LUGO e DINTORNI

22. feb, 2019

Domenica 24 febbraio al Carmine lo spettacolo “Basta un po’… di entusiasmo!” dell’associazione Lam.
Domenica 24 febbraio alle 16 alla sala del Carmine di Massa Lombarda, in via Rustici 2, ci sarà la commedia “Basta un po’… di entusiasmo!”, organizzata dall’associazione Lam insieme ad Avis Massa Lombarda, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale.
L’ingresso allo spettacolo è a offerta libera e il ricavato sarà in parte devoluto a sostegno delle scuole massesi.
“Basta un po’… di entusiasmo!” è una commedia musicale in due atti di Luca Mengoli e Maila Focante, con la regia Luca Mengoli e Simona Mancini. Trae spunto dal personaggio di Mary Poppins, per proseguire poi con trama e tematiche originali quali l'educazione dei figli, il confronto con le diversità, il rispetto e l’aiuto verso gli altri, il rapporto tra giovani e anziani, la magia della lettura.
La signora Luisa Leone e il marito Fulvio sono ricchi banchieri e vivono nella loro sontuosa abitazione assieme ai tre figlioletti Michele, Greta e Ludovico. Con loro vi sono Elena, la cameriera e Teodoro, l’anziano maggiordomo. Nel tempo si sono poi susseguite una serie innumerevole di bambinaie per tentare di tenere a bada i tre monelli. Luisa è una madre estremamente dura, che persegue e attua i rigidi principi tramandati dall’antenata Filippa Pia Maria Leone, fondatrice della banca di famiglia, il cui quadro sovrasta perennemente il soggiorno. L’arrivo di numerosi personaggi, Tata Clara, il vagabondo Berto e un gruppo di scalcinati vecchietti con velleità artistiche, porterà un vento di novità e una carica di entusiasmo nella casa, tanto da trasformarla completamente, al pari dei suoi abitanti.
L’associazione Lam - Libera associazione Marconi nasce da un gruppo di genitori e docenti della scuola primaria Marconi di Imola che dal 2010 promuove iniziative culturali e di aggregazione sociale, tra le quali diversi spettacoli teatrali, in collaborazione con tutte le realtà operanti nel territorio.
Per ulteriori informazioni, chiamare il 320 4784046 (Stefano), oppure visitare il sito www.lam-imola.it.

22. feb, 2019

Domenica 24 febbraio alle 17.30 parte la Rassegna Sipario Off
Il Gruppo Genesi Musical, compagnia di Cesena formata da giovani talenti, arriva al Teatro Binario di Cotignola, dove si esibisce con il suo nuovo spettacolo “Ti Amo! No Grazie!” dedicato al tema più blasonato di tutti i tempi: l’amore.
Appuntamento domenica 24 febbraio alle 17.30, in apertura della rassegna Sipario OFF, alla sua seconda edizione, dedicata a compagnie del territorio, organizzata dall’Associazione Cambio Binario in collaborazione con la Compagnia Magazzino FS, con il patrocinio e il contributo del Comune di Cotignola e della Regione Emilia Romagna.
E vissero per sempre felici e contenti… Questo dovrebbe essere il finale di ogni “favola” ma qualche intoppo arriva prima del lieto fine. Cosa accadrebbe se le romantiche idee di un “principe cerca moglie” si scontrassero con l’imbarazzo del primo appuntamento o, magari, con l’ansia da prestazione? “Ti amo! no grazie!” porta in scena le storie di tutti i giorni, tra cliché sempreverdi e fortunati equivoci, raccontando, a suon di ritmo e ironia, l’amore in una chiave più contemporanea.
La regia è di Lorenzo Casadei e Sara Brunazzi.
Ingresso unico 10 euro. La biglietteria del teatro Binario sarà aperta dalle 17. Per informazioni e prenotazioni: 373 5324106 oppure www.cambiobinario.it oppure sulla pagina Facebook di Cambio Binario.
Il Teatro Binario si trova in Viale Vassura 18/a Cotignola (RA).

22. feb, 2019

Domenica 24 febbraio, ore 16.00 al teatro del Buratto a Lugo.
BECCO DI RAME
di Alberto Briganti e Ira Rubini
con Serena Crocco, Nadia Milani, Matteo Moglianesi
regia
Jolanda Cappi, Giusy Colucci, Serena Crocco, Nadia Milani, Matteo Moglianesi
Teatro di animazione su nero
Fascia d’età consigliata 3-8 anni
Lo spettacolo nasce da una storia vera, quella di un’oca tolosa maschio di otto chili, che vive nella fattoria di Alfredo e Gisella, a Figline Valdarno, un paese della campagna toscana. Ancora pulcino, viene comprato al mercato per essere cresciuto dalla famiglia con amore e cura in compagnia dei molti altri animali che popolano la fattoria. Ma, una notte, con l’intento di proteggere l’aia e il pollaio, egli intraprende una furiosa lotta con una volpe e perde la parte superiore del becco rischiando di non poter sopravvivere. Ecco allora la felice intuizione di un veterinario, il dottor Briganti, che applica al piccolo una protesi di rame, permettendogli di continuare la propria vita nonostante la disabilità. Una storia a lieto fine, attraverso la quale si può raccontare l’importanza di rialzarsi davanti alle difficoltà e la bellezza di ri-innamorarsi della vita, ogni giorno, nonostante tutto.
La metafora del mondo animale e l’animazione invisibile
Quale modo migliore di raccontare la realtà se non attraverso la poesia e la meraviglia del teatro?
I bambini possono immedesimarsi nel protagonista e nelle sue relazioni con gli amici della fattoria: le galline, tre vecchie zie brontolone dal cuore tenero, che inizialmente escludono il pulcino, ma poi infondono in lui coraggio; la cicogna, ideale di bellezza e libertà, viaggiatrice instancabile che conosce il mondo gli insegna a riconoscere le cose guardandole nel profondo e non solo basandosi sulle apparenze; e i maiali, marito e moglie, che lo accolgono, lo guardano crescere, gli stanno accanto e se ne prendono cura diventano per Becco di Rame affettuosi genitori adottivi. La metafora del mondo animale aiuta ad affrontare, con leggerezza e profondità, temi delicati come quelli della diversità, della ricerca di un’identità, della disabilità acquisita e del coraggio necessario per mostrarsi al mondo esattamente per quello che si è, mostrando come sia proprio ciò che siamo a renderci unici, e come gli ostacoli possano trasformarsi in forza. Sono loro stessi, gli animali della fattoria – delineati attraverso dinamiche riconoscibili anche dai più piccoli – a raccontare questa storia, con la capacità di far sorridere e di toccare il punto in cui si muovono le emozioni.
Il linguaggio scelto per raccontare questa storia è quello di pupazzi e oggetti, che vengono mossi attraverso la particolare tecnica dell’“animazione su nero”, una particolare tecnica del teatro di figura che, con l’ausilio di tagli di luce, permette agli attori/animatori di nascondersi nel buio, facendo emergere alla vista solamente i protagonisti della narrazione. I personaggi sembrano così muoversi da soli e questo attribuisce loro un’anima, una propria voce e sentimenti legati a un cuore pulsante, generando nei bambini coinvolgimento e stupore. Il teatro rivela tutto il suo potenziale educativo, riuscendo a sviscerare un tema complesso, che spesso le parole da sole non riescono a toccare fino in fondo.
Lo spettacolo è tratto dal libro Becco di Rame di Alberto Briganti, Edizione Becco di Rame 2016
Inizio spettacolo ore 16. La biglietteria apre alle ore 15 del giorno di spettacolo.
Il prezzo dei biglietti è di € 6,00 per gli adulti e di € 4,00 per i bambini.
Per informazioni e prenotazioni: Teatro Rossini, Piazzale Cavour 17, 48022 Lugo (RA)
Tel. 0545.38542.

21. feb, 2019

Sabato 23 febbraio il quartetto di mimi ucraini si esibisce in “Anime leggere”
Sabato 23 febbraio la stagione teatrale di Conselice prosegue con un appuntamento dedicato al teatro di figura. Alle 21 è infatti in programma l’esibizione dei Dekru, quartetto di mimi ucraini, maestri del teatro fisico ed eredi del grande Marcel Marceau, con “Anime Leggere”.
L'arte del mimo e l'eleganza del movimento del corpo sono l'essenza dello spettacolo, composto da tanti quadri molto suggestivi, con un pizzico di sottile umorismo. In "Anime Leggere" non c’è l’aiuto di elementi scenografici, sul palco solo i corpi dei quattro artisti, che danno vita a un linguaggio semplice e diretto, ma al tempo stesso leggero e a tratti magico che incanta tutti, grandi e piccini. Dekru è un quartetto di giovani talentuosi mimi formatosi nel 2010 in Ucraina, a Kiev. Premiati al Festival Mondiale del Circo di Mosca e al Festival di Clown e Mimi di Odessa, sono apparsi in Italia nel 2016 nella trasmissione Tu sì que Vales. "Anime Leggere", è già stato rappresentato e apprezzato in numerosi Paesi, tra cui Germania, Paesi Bassi, Polonia, Francia, Polinesia, Cina, Tahiti, Nuova Caledonia, oltre che in Italia, Russia e Ucraina. Lo spettacolo è scritto e diretto dalla regista Liubov Cherepakhina, con gli artisti ucraini Bogdan Svarnyk, Inna Turik, Mykyta Cherepakhin e Yevhenii Nechyporuk. La produzione è di Circo e Dintorni.
Il costo dei biglietti è di 16 euro intero, 13 euro ridotto per i giovani fino a 25 anni e adulti over 65, soci Caffè delle Ragazze, studenti, tesserati Emergency, Libera e diversamente abili. La prevendita online dei biglietti di tutti gli spettacoli in cartellone è disponibile su www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita indicati sul sito. È possibile inoltre prenotare i biglietti dalle 17 alle 19, telefonando ai numeri 0542 665185; 333 5748015 o 377 9698434 oppure via e-mail a biglietteriateatroconselice@gmail.com specificando numero di biglietti, nome, cognome, numero di telefono, tipologia di riduzione. Il ritiro dei biglietti dovrà avvenire presso la biglietteria del teatro il giorno dello spettacolo dalle 18 alle 21.
Non sarà ammesso in sala l’ingresso dopo l’inizio dello spettacolo. Il Teatro Comunale di Conselice è in via Selice 127-129.
L’iniziativa è realizzata con la collaborazione del Comune di Conselice e Bottega del buonumore. Per ulteriori informazioni visitare i siti internet www.comune.conselice.ra.it, www.labottegadelbuonumore.it  o www.davidedalfiume.it , o scrivere a biglietteriateatroconselice@gmail.com 

20. feb, 2019

Venerdì 22 febbraio alle 21 il terzo appuntamento della rassegna musicale “Certe notti”. Continua la rassegna musicale “Certe notti” all’auditorium “Arcangelo Corelli” di Fusignano, in vicolo Belletti 2. Venerdì 22 febbraio alle 21 Roberto Bartoli presenta “Landscapes”, il nuovo lavoro discografico del contrabbassista e compositore pubblicato nel mese di luglio 2018 a cura dell’etichetta Dodici Lune. Sarà sul palco insieme a Daniele Santimone alla chitarra, Achille Succi al clarinetto basso e Stefano Bedetti al sax tenore.
Il programma completo della rassegna è disponibile sul sito www.comune.fusignano.ra.it. Il costo dei biglietti è di 8 euro; per gli appuntamenti in collaborazione con Crossroads è di 15 euro intero e 12 euro ridotto. Per ulteriori informazioni e prenotazioni, contattare l’Urp del Comune di Fusignano allo 0545.955653, oppure scrivere a urp@comune.fusignano.ra.it.
La rassegna musicale è organizzata da Comune di Fusignano e Ensemble Mariani, in collaborazione con la Pro Loco di Fusignano, Auser e Agis, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Bcc, Fondazione Cassa di Risparmio, Hera e Conad.