FORLI e CESENA

23. gen, 2020

Sabato 25 gennaio, ore 17.00 al teatro comunale di Gambettola, per "Famiglie a teatro" Robin Hood con la Compagnia Guardiani dell'Oca, con il testo e la regia di Zenone Benedetto e con Tiziano Feola e Zenone Benedetto.
Al Teatro Comunale di Gambettola ritornano i seguitissimi appuntamenti dedicati alle famiglie.
“Robin Hood” spettacolo scritto e diretto da Zenone Benedetto per l’interpretazione di Tiziano Feola e lo stesso Benedetto. I pupazzi sono di Ada Mirabassi, la scenografia di Zenone Benedetto e Fabio di Cocco, i costumi di Ettore Margiotta.“
Nell’affascinante mondo dell’Inghilterra medioevale, Robin Hood e la sua allegra compagnia, immersi nella verde foresta di Sherwood, tentano di opporsi alle cattiverie del perfido principe Giovanni e del cattivissimo sceriffo di Nottingham. Una storia dal sapore antico, ricca di sorprese e colpi di scena.
Little John, Frate Tuck, Lady Marianne faranno da gara per agevolare le imprese eroiche di Robin Hood.
Tra fantasmi, castelli e antiche leggende, tutti potranno partecipare all’avventura fantastica di Robin Hood.
Teatro d'attore, pupazzi e sagome per bambini a partire dai 3 anni

Costi e info :
Famiglie a Teatro Intero Adulti € 7,00 Ridotto bimbi € 5,00 Biglietto Famiglia (2 adulti +2 bambini) € 20 Gratuito sotto i 3 anni
Famiglie a Teatro Danza contemporanea per ragazzi Rassegna E’Bal biglietto intero € 10,00 ridotto € 5,00
Info 392.6664211 - mail-teatrocomunaledigambettola@gmail.com 

22. gen, 2020

Venerdì 31 gennaio, ore 21.00 al Teatro Petrella di Longiano Andrea Santonastaso in "Mi chiamo Andrea, faccio Fumetti".
Mi chiamo Andrea, faccio fumetti è una biografia, ma non è una biografia. È un monologo disegnato. È un omaggio che non vuole omaggiare nessuno. È una dichiarazione di resa di fronte alle sentenze perentorie del destino. È l’ennesima constatazione di un Salieri di fronte ad un Mozart.
Andrea Santonastaso, attore oggi, disegnatore di fumetti una volta, racconta, attraverso le parole scritte da Christian Poli, l’arte del più grande disegnatore di fumetti (e non solo, anche pittore, autore, poeta e chi più ne ha…) che il nostro paese abbia avuto: Andrea Pazienza.
MI CHIAMO ANDREA, FACCIO FUMETTI
Testo: Christian Poli
Con Andrea Santonastaso
Regia: Nicola Bonazzi
Produzione Compagnia Teatro dell'Argine

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Biglietti online su www.vivaticket.it 
Biglietteria del Teatro:
+Il giorno prima dello spettacolo dalle 17:00 alle 20:00
Il giorno dello spettacolo dalle 19:00
Tel. 0547.666008 (negli orari della biglietteria sopraindicati)
Mail: info@ilteatropetrella.it 
Intero € 16,00 – Ridotto (Under 30) € 13,00
Spettacolo presente in Abbonamento
www.teatropetrella.it 

21. gen, 2020

Nove matinèe per le scuole,quattro spettacoli in pomeridiana della rassegna famiglie a teatro e due spettacoli di danza dedicati alle giovani generazioni
Nel piccolo teatro di Gambettola una intensa programmazione dedicata alle nuove generazioni, dalle matinée con il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado agli ormai famosissimi sabato pomeriggio della fortunata rassegna Famiglie a Teatro e due pomeriggi con la danza contemporanea per ragazzi.
Dopo la felice partenza della stagione teatrale in serale la direzione Artistica del Teatro del Drago si dedica al proprio settore per antonomasia: Ragazzi e Famiglie, la formazione del nuovo pubblico con stimoli riflessioni e gioco per una fascia d’età dai 3 ai 15 anni, spettacoli di qualità tra le realtà più prestigiose del panorama nazionale con una articolazione volta a coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado e le famiglie del comprensorio, e due appuntamenti con la danza contemporanea dedicata alla giovani generazioni con la prestigiosa rassegna in rete “E’BAL” Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea

Quattro gli appuntamenti il sabato pomeriggio alle ore 17 con la rassegna Famiglie a Teatro:
Si parte sabato 25 gennaio per il primo appuntamento con la fortunata rassegna con il bellissimo spettacolo “Robin Hood” della compagna Guardiani dell’Oca Tra fantasmi, castelli e antiche leggende, tutti potranno partecipare all’avventura fantastica di Robin Hood. Teatro d'attore, pupazzi e sagome per bambini a partire dai 3 anni a Febbraio e più precisamente l’8 “I Tre Porcellini” della compagnia Teatro delle marionette degli Accettella spettacolo per attori e pupazzi racconta la classica storia dei tre fratellini porcellini che si trovano ad avere a che fare con il loro più temuto nemico: il lupo, per bambini a partire dai 3 anni due gli appuntamenti di Marzo, sabato 14 con “Il Principe e il povero” della compagnia Gran Teatrino Casa di Pulcinella, un allestimento molto giocoso , usa lo stratagemma di un narratore attore “sui generis” che interagisce con i piccoli spettatori per coinvolgerli nella storia. Il testo pone l’accento su quanto, nonostante le differenze economiche e culturali, la natura del bambino sia assolutamente la stessa a prescindere dalla provenienza familiare e come ognuno di essi possa, come il Povero di Marc Twain, manifestare grande saggezza e generosità a prescindere dalla sua estrazione sociale. Teatro d’Attore e Burattini per bambini a partire dai 4 anni.
L’ultimo appuntamento è sabato 28 marzo con un classico “la bella addormentata nel bosco” di Florian Teatro” . Attraverso un lavoro che unisce la parte popolare dell’uso dei pupazzi alla ricerca teatrale e alla sperimentazione sui linguaggi espressivi del corpo e della voce lo spettacolo porterà il pubblico ad immergersi completamente nelle atmosfere della fiaba. Teatro d’Attore con figure per bambini a partire dai 4 anni
Interessantissimi i due appuntamenti con la danza contemporanea dedicata alle giovani generazioni inseriti nella rassegna in rete E’ BAL, Sabato 15 Febbraio sul palco Silvia Bennet in “Libra” Questo spettacolo per bambini nasce dalla collaborazione tra Silvia Bennett danzatrice e coreografa e Caterina Simonelli attrice e regista, le quali trovano in questo lavoro un armonioso equilibrio tra danza e parola, per bambini a partire dai 3 anni mentre Sabato 21 marzo “da dove guardi il mondo?” di e con Valentina Dal Mas Vincitore di Premio Scenario Infanzia 2017 “Da dove guardi il mondo?” Lo spettacolo, di cui è autrice e interprete, coniuga danza e parola, affrontando il tema del rispetto della diversità e dei tempi di apprendimento di ciascun bambino. per bambini a partire dai 6 anni
La rassegna E’ Bal Gambettola sarà corredato di due giornate formative con work shop e che ha dato da modo di attivare delle proficue collaborazioni con il Centro Studi e Arti coreografiche di Gambettola.
10 i seguitissimi appuntamenti realizzati per le scuole di ogni ordine e grado di Gambettola con le compagnie più accreditate del panorama nazionale che affrontano i temi come la giornata della memoria , delle differenze sociali , dell’era di Internet e delle dipendenze social , fra tutti i titoli citiamo “il Pifferaio di Hamelin” in collaborazione con Arte e Salute per le scuole primarie

E’ BAL Rassegna realizzata da ATER - Circuito Regionale Multidisciplinare in collaborazione con L'arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Città di Cattolica - Assessorato alla Cultura - Ufficio Cinema-Teatro, Comune di Rimini, Santarcangelo dei Teatri, Teatro del Drago/Teatro Comunale di Gambettola, Cronopios/Teatro Petrella di Longiano, a cui in questa nuova stagione si aggiungono San Marino Teatro e Riccione Teatro, con il sostegno di Regione Emilia-Romagna.

Costi e info:
Famiglie a Teatro Intero Adulti € 7,00 Ridotto bimbi € 5,00 Biglietto Famiglia (2 adulti +2 bambini) € 20 Gratuito sotto i 3 anni
Famiglie a Teatro _Danza contemporanea per ragazzi Rassegna E’Bal biglietto intero € 10,00 ridotto € 5,00

21. gen, 2020

Sabato 25 gennaio di scena stefano tamborrino con il progetto Don Karate in formazione trio con Pasquale Mirra e Francesco Ponticelli e il visual Artist Paolo Pinaglia in contemporanea uscita dellomonimo disco.
E’ un universo sonoro unico ed affascinante, sospeso tra il jazz, l’hip hop, le atmosfere cinematografiche e le suggestioni dell’elettronica quello che prenderà corpo sul palcoscenico del Teatro Petrella di Longiano sabato 25 gennaio (ore 21) con Don Karate, concerto spettacolo di Stefano Tamborrino, batterista e compositore, qui affiancato da alcune tra le menti più creative della nuova generazione di improvvisatori europei: con lui sul palco, a formare un originale trio, saranno Pasquale Mirra al vibrafono e synth e Francesco Ponticelli al basso elettrico e synth. Per l’occasione il trio si arricchisce della partecipazione del visual artist Paolo Pinaglia.
La serata al Petrella coinciderà con l’uscita dell’omonimo LP Don Karate (il secondo, dopo I Dance to the Silence), in distribuzione da venerdì 24 gennaio per l’etichetta Original Cultures. Sono otto tracce nate nella testa di Tamborrino, per poi prendere una forma definitiva tra Pisa, Arezzo, Firenze e Bologna, il “new jazz sound” di Chicago che si muove da una parte all’altra dell’Appennino. Otto tracce capaci semplicemente di portarti sempre da un’altra parte, che poi è uno dei più grandi pregi di ogni musica, dove ogni ascoltatore può perdersi negli spazi tra le note. Per farti ballare felice come un bambino, come se nessuno ti stesse guardando.
“La cosa più frustrante della batteria è la difficoltà di fare poesia – spiega Tamborrino - molto più difficile che con qualsiasi altro strumento. È per questo che quando compongo, lo faccio considerando altri riferimenti rispetto allo strumento che suono […] quello che può ispirarmi è una specie di intensità, di sensibilità, una storia, uno shock, non solo nella musica”.
Stefano Tamborrino, fiorentino, è uno dei batteristi jazz più richiesti e apprezzati che si possano trovare sulla scena non solo italiana. Ha suonato con Stefano Bollani e Ares Tavolazzi, David Binney e Louis Cole. Allergico alle etichette e alle limitazioni di qualsiasi genere, con Don Karate prende il suo bagaglio tecnico e compositivo accumulato in anni di concerti e collaborazioni in giro per il mondo e crea un’esperienza che è ritmica, armonica ed emotiva assieme.

BIGLIETTI
Intero € 10,00 – Ridotto (Under 30) € 5,00
Biglietteria del Teatro: Il giorno prima dello spettacolo dalle 17:00 alle 20:00. Il giorno dello spettacolo dalle 19:00. Biglietti online su www.vivaticket.it - Tel. 0547.666008 www.teatropetrella.it 

17. gen, 2020

Sette serate di teatro, musica, recital e improvvisazione con David Riondino, Max Paiella, Vito, Luigi d’Elia e Bevano Est, Filippo Graziani, Denis Campitelli e Theatro e la prima rassegna di Teatro Scuola.
Il venerdì è DOLCINI ZAPPING, la rassegna di teatro di qualità che in questi anni ha contraddistinto Mercato Saraceno come comune culturalmente vivace, in grado di catalizzare sia il pubblico della Valle del Savio sia quello di un ampia zona della Romagna.
Quest’anno, per la prima volta, la direzione artistica ed organizzativa ė curata dal Teatro del Drago/ Famiglia d’Arte Monticelli, storica compagnia teatrale che da quarant’anni produce e promuove cultura e che per la qualità del suo lavoro è fra i soggetti riconosciuti dalla Regione Emilia Romagna e dal Ministero della Cultura.
Fra le novità di questo 2020 una di carattere culturale con l’introduzione di una rassegna di Teatro scuola per i bambini delle scuole materne e primarie di Mercato Saraceno e della Valle del Savio e una di carattere economico con l’introduzione di un vantaggioso carnet: cinque spettacoli a scelta a € 40,00 ridotto € 35,00
Saranno sette gli appuntamenti in serale che da fine gennaio a metà marzo porteranno a Mercato Saraceno attori importanti del panorama nazionale, e ad aprile la prima rassegna di teatro scuola per le materne e le primarie di Mercato Saraceno e Sarsina; rassegna fortemente voluta dall'Amministrazione Comunale e che trova nel Teatro del Drago un partner privilegiato vista la competenza e la professionalità nel settore così da offrire un nuovo servizio culturale per le scuole e dare la possibilità alle nuove generazioni di sperimentare e conoscere l’arte dello spettacolo dal vivo dalla più tenera età nel luogo dove abitano.
Tutti appuntamenti di qualità, per emozionare, ridere, cantare e socializzare, per godere della magia dello spettacolo dal vivo e sentire l’energia che solo il Teatro sa regalare.
Ma andiamo per ordine, si parte venerdì 31 gennaio con “Preludi all’amore” con il bravissimo narratore Luigi D’Elia e i Bevano Est, in uno spettacolo poetico e ancestrale, fragile e delicato, dove le parole si mescolano alla musica e la bellezza alla poesia come in un sogno.
Il 7 febbraio sul palco del Dolcini, Denis Campitelli con “Brisli”, briciole di poesia romagnola per una serata dove il dialetto sarà protagonista e dove ancora una volta costumi e tradizioni della Romagna più vera trasmetteranno al pubblico il giusto senso di appartenenza; racconti, poesie, aneddoti e detti tipicamente romagnoli fra gusto, cibo e miseria, scritti e raccontati dagli autori più celebri della terra di Romagna.
A San Valentino al Teatro Dolcini si ride con Vito e le sue “Storie della bassa”. Un recital dove i protagonisti sono donne e uomini padani, personaggi zavattiniani legati alla terra e al buon cibo e quindi all’amore, simboli di quell’identità che parte da Bertoldo, passa per Zavattini e arriva fino a Fellini, quello di Amarcord di cui quest’anno si celebra il centenario.
La rassegna prosegue venerdì 21 febbraio con un'altra serata piena di verve e simpatia con il mattatore della trasmissione radiofonica Il ruggito del coniglio Max Paiella, con il suo nuovo lavoro “Il boom!” una serata a dir poco scoppiettante tra le canzoni che hanno fatto un epoca e rivisitazioni dei testi che strapperanno grasse risate al pubblico presente.
Imperdibile il concerto di venerdì 28 febbraio “Filippo canta Ivan” l’omaggio a Ivan Graziani da parte del figlio Filippo, che per l’occasione sarà accompagnato da Bip Giamondi seconda chitarra e Angelo Casagrande basso e voce nell'interpretazione di canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Filippo Graziani è il secondogenito di Ivan e dal papà ha ereditato molti talenti, tra cui le doti chitarristiche e quella voce che sembra arrivare da un'altra dimensione.
A marzo, e più precisamente venerdì 6, sarà la volta dell’istrionico David Riondino con uno recital dal titolo che è tutto un programma “ Triglie, principesse, tronisti e alpini”, un viaggio teatrale di Riondino fatto di racconti in versi, un diario in musica che fotografa la società di questi anni nei suoi passaggi più evidenti: la crisi economica, il costume, la politica e l’epica. Eclettico, irriverente, grottesco, satirico, acuto e mai banale, David Riondino saprà trasportare il pubblico a suon di ritornelli in un Italia piena di stonature e storture, ma anche piena di energia e simpatia.
La rassegna serale si conclude con l’improvvisazione teatrale venerdì 13 marzo con Theatro, con il collaudatissimo format “Binari” che in questi anni è stato premiato dal pubblico registrando spesso il tutto esaurito. Uno spettacolo teatrale interamente improvvisato e drammaturgicamente creato sul momento seguendo gli input iniziali del pubblico.
Ad aprile Teatro Dolcini apre alle scuole con due matinèe rivolte alle materne e primarie; due i titoli in programma, “Il mare Blu”, spettacolo di narrazione per ombre e figure del Teatro del Drago, che racconta di un viaggio iniziatico di un piccolo delfino attraverso un mare “blu” pieno di pericoli ma anche di piacevoli sorprese , come la scoperta del valore dell’amicizia , e “Dante 3021” della giovane compagnia All’incirco, spettacolo che nel 2019 ha vinto il concorso indetto da Ravenna Festival, “Giovani per Dante” uno spettacolo per marionette, attori, poeti, scienziati e alieni, dove i ragazzi scopriranno la figura di Dante sotto un profilo nuovo e inaspettato.

Per gli spettacoli in serale biglietto intero € 10, ridotto € 8 (fino a 26 anni, studenti universitari con tesserino e over 65).
Possibilità di acquistare un carnet di cinque spettacoli a scelta a € 40 a tariffa intera e € 35 a tariffa ridotta.
Inizio spettacoli ore 21.
Info e prenotazioni 392.6664211 oppure via mail a teatrodolcini@gmail.com 
Biglietteria aperta dalle ore 19 del giorno di spettacolo.
In tutte le serate di spettacolo sarà aperto “UGO” il caffè di Palazzo Dolcini