BOLOGNA e DINTORNI

18. ott, 2019

Appuntamento il 21 ottobre, questa volta al Circolo Tennis Bologna dei Giardini Margherita, per la sesta e ultima edizione di Eubiochef, la serata dedicata all’alta cucina tra gusto e salute organizzata da Fondazione ANT e dal Comitato Eubiosia con il sostegno di Unipol Banca.
Guest star della serata un testimonial che ama definirsi “not a chef”: Lorenzo Biagiarelli, sperimentatore che elabora e cucina senza pregiudizi, lontano dagli integralismi e che cerca nei suoi viaggi continui nuove ricette da far conoscere. Scopriremo di più su di lui e sulla sua filosofia in cucina in apertura di serata. In dialogo con il professor Andra Segré, presidente Fondazione FICO, Biagiarelli presenterà infatti il suo libro Qualcuno da amare e qualcosa da mangiare. Ricette, storie e incontri di pura felicità (DeA Planeta Libri).
Eubiochef, nato nel 2014 per lanciare il Progetto Nutrizione ANT, conclude questo viaggio meraviglioso nel mondo del food rivolgendo lo sguardo ai giovani emergenti e alle sperimentazioni nuove che si affacciano nel panorama italiano – spiega Eleonora Gazzotti di Fondazione ANT – Negli anni la manifestazione è cresciuta, diventando un appuntamento fisso dell’autunno per il pubblico, per gli chef sempre attenti alla solidarietà e per le aziende del territorio che ci sostengono con materie di prima qualità. Un format di grande successo, che ha visto avvicendarsi in veste di testimonial il gotha della cucina italiana e internazionale con nomi come Bruno Barbieri, Massimo Bottura, Alfonso Iaccarino, Mauro Uliassi, Giancarlo Perbellini e Alfio Ghezzi. Quest’anno siamo particolarmente felici dell’ospitalità del Circolo Tennis Bologna, realtà che conosciamo bene, nel cuore di tanti bolognesi. E per il futuro abbiamo già in cantiere tante idee, progetti ed eventi per continuare a sostenere in maniera piacevole e conviviale le attività della Fondazione.
Tra gli chef protagonisti Emanuele Petrosino del Ristorante I Portici, premiato come Miglior Giovane dell’anno 2019 dalla Guida Michelin insieme ai nomi più rappresentativi del territorio, che negli anni hanno contribuito a fare la storia della manifestazione: Massimiliano Poggi dell’omonimo ristorante, Aurora Mazzucchelli del Ristorante Marconi, Stefano Bartolini di La Buca di Cesenatico e Osteria Granfritto, Ivan Poletti, Mario Ferrara dello Scaccomatto, Agostino Iacobucci dell’omonimo ristorante, Rahman Lutfur, chef del Circolo Tennis Bologna che proporrà un piatto della tradizione indiana.
Ad aprire la eubio-cena, sarà il cocktail di benvenuto basato sulla fermentazione curato dall’Associazione Scarto di via della Braina. La parte “dolce” della serata sarà affidata ad Andrea Bandiera, premiatissimo gelataio della Cremeria Scirocco e al pastry chef Gabriele Spinelli, mentre i vini saranno selezionati da Fisar.
Non mancheranno le consuete sorprese per aggiudicarsi cene e degustazioni nei ristoranti della città.
Unipol Banca da molti anni è al fianco di Fondazione ANT e fin dalla prima edizione del 2014 ha creduto nel progetto Eubiochef per la sua capacità di sensibilizzare le persone in modo originale e coinvolgente sull’importanza della “salute a tavola”. È un onore per noi - afferma Stefano Rossetti Direttore Generale di Unipol Banca - testimoniare anche attraverso eventi come questo la vicinanza al territorio, alle persone e ai loro bisogni, nella consapevolezza che farlo insieme ad ANT assume un valore ancora maggiore; è innegabile infatti che il lavoro della Fondazione, dedicato alla prevenzione oncologica e all’assistenza domiciliare ai malati di tumore, meriti tutto il supporto da parte di realtà che - come Unipol Banca – sono tenute anche a favorire lo sviluppo e il benessere sociale del territorio in cui operano.
Un luogo dedicato allo sport e al benessere come il Circolo Tennis Bologna – commenta il presidente Andrea Canossi - non può che guardare con grande interesse eventi che promuovono stili di vita sani. Per questo siamo lieti di poter ospitare la serata Eubiochef e contribuire alla causa di Fondazione ANT che da oltre quarant’anni porta assistenza medica nelle case di chi è malato e prevenzione oncologica gratuita per tutti.
Il ricavato dell’evento andrà come ogni anno a sostegno delle attività gratuite di assistenza medico-specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica che Fondazione ANT porta avanti a Bologna e in altre 30 province italiane.
Un ringraziamento speciale a Unipol Banca che fin dalla prima edizione ha sostenuto la manifestazione con affetto e generosità.
Si ringrazia l’Ipsar di Casalecchio di Reno per la consueta disponibilità e collaborazione.
Gli inviti per partecipare alla serata sono già disponibili in sede ANT (via Jacopo di Paolo, 36), Calzedonia (via Indipendenza, 2/f), Profumeria Murri (via Murri, 49). È possibile prenotarsi anche con bonifico bancario, chiamando il numero 051 7190131 o contattando l’indirizzo email eubiochef@ant.it 

15. ott, 2019

Domenica 20 ottobre, Foyer del Centro Congressi, dalle 17:00 ultima tappa italiana del tour del gusto dell’Emilia-Romagna. Protagonisti oltre 250 vini regionali raccontati dai sommelier Ais e abbinati ai prodotti Dop e Igp del territorio. E ancora, show cooking, giochi, selfie corner analogico, musica live e promozioni in collaborazione con la cantina di FICO
Bologna (ottobre 2019) – FICO Eataly World, il parco del cibo più grande al mondo, ospita l’ultima tappa italiana del 2019 di Tramonto DiVino, la collaudata kermesse che anche nell’estate 2019 ha riempito di winelover e gastronauti le piazze della riviera e delle città d’arte della regione. Arena naturale per un evento che da quasi 15 anni promuove e valorizza i vini e i prodotti Dop e Igp regionali, Tramonto DiVino sbarca nel foyer del Centro Congressi di FICO domenica 20 ottobre. Per il giù il sipario definitivo di Tramonto DiVino 2019 bisognerà invece attendere il 19 novembre con il gran finale a Francoforte durante gli eventi della SCIM 2019 (Settimana del Cibo Italiano nel Mondo) di scena quest’anno in Germania.
In degustazione a FICO oltre 250 vini regionali in libero assaggio, serviti e raccontati dai sommelier di Ais in alta uniforme, abbinamenti gastronomici con i prodotti Dop e Igp emiliano-romagnoli, show cooking firmato dal ristorante Grandi Riso di FICO. Per finire, il gelato del Carpigiani Gelato Museum.
A partire dalle 17.00 l’evento propone una suggestiva via del vino animata da circa 200 etichette della guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare in degustazione libera. A queste, si affiancano i vini delle aziende emiliano-romagnole presenti all’interno della cantina di FICO per un percorso enoico, fatto di sapori e profumi, che attraversa tutta la Via Emilia, da Rimini a Piacenza.
I vini saranno raccontati e abbinati dai sommelier Ais ai prodotti tipici certificati dell’Emilia e della Romagna. Protagoniste le etichette emiliane: dai freschi Lambruschi alle Malvasie parmensi, passando per il Pignoletto, nelle versioni Classico e frizzante, fino ai piacentini Gutturnio e Ortrugo. Completa il paniere enologico una ricca selezione di vini romagnoli con gli autoctoni Sangiovese, Albana e Pagadebit in grande evidenza.
A duettare con i vini, i prodotti Dop e Igp dell'Emilia-Romagna preparati e serviti dagli allievi dell’Istituto alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli coordinati all’impiattamento dallo chef romagnolo Giovanni Merli: nel piatto Parmigiano Reggiano Dop, Grana Padano Dop, Prosciutto di Parma Dop, Prosciutto di Modena Dop, Mortadella Bologna Igp, Salumi Piacentini Dop e gli Aceti Balsamico Tradizionale di Modena e di Reggio Emilia Dop e l’Aceto Balsamico di Modena Igp. Conclude la maratona enogastronomica il gelato al gusto riso-latte preparato dai maestri gelatieri del Carpigiani Gelato Museum, protagonista della serata insieme al Riso del Delta del Po Igp.
E, a proposito di prodotti protagonisti, evento nell’evento, sarà lo show cooking condotto da Daniele De Leo, a cura del Ristornate Grandi Riso, presente all’interno di FICO, che spettacolarizzerà il prodotto protagonista della serata con un Risotto al Lambrusco e Parmigiano Reggiano Dop. Nel piatto il lambrusco e Parmigiano duetteranno con le note affumicate della scamorza e l’amaricante del radicchio che completano il paniere degli ingredienti insieme all’immancabile burro per la mantecatura e all’Olio Evo. La ricetta sarà anche alla base della simpatica disfida fra sommelier di matrimonio/tradimento alla ricerca dell'abbinamento (im)perfetto fra cibi e vini regionali.
Promozioni in collaborazioni con FICO
Le sorprese dell’ultima tappa del tour del gusto regionale non finiscono qui. Infatti, chi vorrà portarsi a casa il nettare di Bacco degustato durante l’evento, potrà approfittare della promozione nata dalla collaborazione tra Tramonto DiVino e l’Enoteca di FICO: nella giornata del 20 ottobre viene riservata ai partecipanti di Tramonto DiVino il 10% di sconto su tutte le referenze presenti presso l’Enoteca di FICO. Ulteriori significativi sconti sono anche previsti per alcune delle etichette regionali in degustazione da acquistare direttamente sugli scaffali di FICO.
Collaborazione con l’Associazione non vedenti di Bologna
Il vino è patrimonio di tutti. E anche quella particolare ‘liturgia’ del mescere e del raccontare tipica di Ais lo deve essere. Così è nato un percorso didattico portato avanti da Ais Bologna in collaborazione con l’Unione italiana ciechi e ipovedenti e l’Unione nazionale italiana volontari pro ciechi, in cui tecniche e metodologie proprie della sommellerie sono state condivise con alcuni ipovedenti appassionati del nettare di Bacco. E saranno proprio loro, con l’aiuto di altri colleghi sommelier, a gestire due delle postazioni d’assaggio a FICO, mescendo e raccontando i vini regionali.
Animazione Anche a FICO sarà presente il selfie corner in versione analogica di Tramonto DiVino. Ogni partecipante alla serata può farsi scattare una foto e riceverne subito in omaggio una copia stampata, a patto che si scarichi sul proprio smartphone l’app Via Emilia Wine&Food, una guida completa e a portata di click, o meglio di tap, dell’enogastronomia dell’Emilia-Romagna.
Premiazione contest instagram. Che cosa rende unica agli occhi dei winelovers l’Emilia-Romagna e la sua offerta enogastronomica? Lo abbiamo chiesto agli instagramers che durante l’estate hanno partecipato al contest #TramontoDiVino2019. Il vincitore, con oltre mille like e uno scatto che una ragazza intenta a sorseggiare un calice di vino su una spiaggia al tramonto, riceverà durante la serata un gustoso premio a base di vini e prodotti certificati emiliano-romagnoli.
Partner dell’evento Tramonto DiVino è un evento dell’Assessorato Agricoltura della Regione Emilia-Romagna in partnership con l’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, APT Servizi e Unioncamere Emilia-Romagna, organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna. Partner dell’edizione 2019 sono: Carpigiani Gelato Museum, i Consorzi delle principali Dop e Igp dell’Emilia-Romagna: Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e di Modena, Salumi Piacentini, Pesca e Nettarina di Romagna, Pera dell’Emilia-Romagna, Mortadella Bologna, Consorzio Salame Cacciatore, Associazione dello Squacquerone di Romagna (rappresentata dalla Centrale del Latte di Cesena), Olio Extravergine di Oliva di Brisighella, Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio Emilia, Aceto Balsamico di Modena, Patata di Bologna, Piadina Romagnola, Aglio di Voghiera, Zampone e Cotechino di Modena. E ancora le Strade dei vini e dei sapori della Romagna, della Provincia di Ferrara e dell’Appennino Bolognese.
Info e partecipazione Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando ad una degustazione e ad un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 20 euro (15 euro ridotto soci Ais). Il ticket, secondo una collaudata prassi, prevede la consegna ai partecipanti della Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare”, un calice per le degustazioni con marsupio e un carnet di assaggi prodotti della gastronomia, mentre la degustazione dei vini è libera. L’assaggio limitato della ricetta a cura dello chef nell’Isola dei protagonisti richiederà un ticket supplementare del costo di € 3. Tutte le informazioni e il programma sul sito www.emiliaromagnavini.it  e scaricando l’App Via Emilia Wine & Food.