10. giu, 2019

Sottocasa, film di famiglia e amatoriali della Ravenna dal 1957 al 2019

Tornano i film 8mm, Super8 e 16mm dei cineamatori ravennati nei cortili e nei giardini della città.
Venerdì 14 e venerdì 21 giugno 2019, a Ravenna arriva il cinema amatoriale e di famiglia nei cortili delle case dei giardini. Con il progetto Sottocasa l’associazione Sguardi in camera organizza un programma di proiezioni, installazioni, film sonorizzati dal vivo, memorie e racconti con al centro le immagini in movimento inedite provenienti dagli archivi privati dei cineamatori ravennati.
L’Associazione Sguardi in camera ha avviato nel 2016 una campagna di raccolta di film famigliari indirizzata ai cineamatori di Ravenna, con risultati importanti: oltre 150 ore di materiale raccolto (8 mm., Super8, 16 mm), un patrimonio straordinario di immagini, persone, situazioni, ambientazioni.
Sottocasa intende restituire alla città una piccola, ma significativa parte del materiale raccolto, attraverso l’organizzazione di due appuntamenti situati per scelta in location in cui abitualmente non si programmano eventi culturali quali i Giardini Speyer, vicino alla stazione (prima data, venerdì 14 giugno), e le case popolari ACER di Via Gulli 249/c (seconda data in programma, venerdì 21 giugno).
Il progetto ha ottenuto il patrocinio del Comune di Ravenna, Assessorato alla Partecipazione e Assessorato alla Pubblica Istruzione e Infanzia e ha visto l’attiva collaborazione di Acer – Azienda Casa Emilia Romagna della provincia di Ravenna e di CittAttiva (cooperativa Villaggio globale). Sottocasa mette al centro l’interesse verso la comunità, per promuovere forme di cittadinanza attiva, per attivare percorsi di partecipazione sociale attraverso un programma di proiezioni, installazioni, memorie e racconti che partono dalle immagini in movimento dei film famigliari. La presidente di Acer Emanuela Giangrandi commenta: “Sono molto soddisfatta della collaborazione con l’Associazione Sguardi in camera, perché a partire dal loro progetto si sta dando vita ad una bella occasione per il quartiere, di “guardare indietro” attraverso i film di famiglia, ritrovando memoria, e consapevolezza dei cambiamenti, delle persone e della città”.

I film di famiglia sono il punto di partenza per due programmi diversi.
Ai Giardini Speyer sarà possibile assistere alla proiezione del film Dentro e fuori che per l’occasione sarà eccezionalmente accompagnato dal vivo con musiche originali create da Donato D’Antonio (chitarra) e Tiziano Negrello (contrabbasso). Il film di Silvia Savorelli è realizzato interamente con immagini inedite dei cineamatori ravennati. Durante la serata, che inizierà alle 20,30 si assisterà anche alla visione di un’antologia di sequenze inedite tratte dalle pellicole Super8, 16mm e 8 mm. In tipico stile cinema domestico, gli spettatori saranno inviati a commentare e condividere le proprie memorie e racconti, assieme ai protagonisti dei film di famiglia.
Attraverso l’installazione intitolata Mappa Sentimentale, vedremo come gli studenti della IC Novello hanno elaborato immagini a partire dai fotogrammi dei film di famiglia attraverso un percorso di media education, ideato e condotto da Raffaella Martini e da Sguardi in camera, con la collaborazione delle Prof. Barnabè e Giacomi.
Alle case Acer in via Tommaso Gulli 246/c i film di famiglia sono al centro di una festa del vicinato, con la collaborazione del Centro Sociale La Quercia e di Gullinsieme. Nel cortile, sotto casa, in un clima di convivialità saranno proiettati film di cineamatori ravennati, stimolando i racconti dei protagonisti e le memorie di chi partecipa. In quest’ occasione sarà presentato The Act of Seeing/ L’atto di vedere, un progetto didattico sul quartiere realizzato dall’architetto Gioia Gattamorta con gli studenti dell’Istituto Montanari, che narra come la storia del quartiere passi anche dalla storia urbanistica e architettonica dei luoghi. Infine verrà proiettato per la prima volta il film I bambini ci guardano di Benedetta Di Filippo e Silvia Savorelli, con una sonorizzazione live creata per l’occasione dal DJ e producer Simone Guerra.
Sottocasa è un modulo del progetto “Cinema domestico. I film amatoriali e di famiglia come spunto per media education e percorsi di coesione sociale” che ha ricevuto un contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

In dettaglio il programma:
Venerdì 14 giugno 2019
Sottocasa
I film di famiglia e amatoriali ai giardini Speyer, Ravenna, 1957 - 2019
Giardini Speyer Via Carducci – Ravenna
Ore 20.30
Ingresso gratuito

Mappa sentimentale [installazione]
Un percorso di media education che parte dai fotogrammi delle pellicole famigliari dei cineamatori ravennati per arrivare ad uso creativo dei social
Raffaella Martini (psicologa, psicoterapeuta e formatrice LIFE SKILLS®Italia) presenta il progetto Che selfie sono io? realizzato presso l’Istituto Comprensivo Statale “Guido Novello”

La storia di Carla…
Carla arriva a Ravenna nel 1958, scende dalla stazione del treno vede una città diversa da quella che appare oggi.
Carla Braggion ripercorre la sua gioventù trascorsa a Ravenna negli anni ’60 e ’70 attraverso un itinerario di parole e immagini

Cinema domestico
Proiezione di un’antologia di film famigliari con interventi in diretta dei cineamatori (20’)
Dentro e fuori di Silvia Savorelli
Film con commento sonoro, musiche originali dal vivo a cura di Donato D’Antonio chitarra e Tiziano Negrello contrabbasso (15 min.).
Dentro e fuori è un film che racconta le donne viste dai cineamatori ravennati degli anni Cinquanta e Sessanta, il loro muoversi e districarsi in città e nella vita. Dentro e fuori è realizzato interamente con materiali di archivio (fondi filmici privati raccolti da Sguardi in camera e da Home Movies, Archivio nazionale del film di famiglia)
In caso di pioggia la serata avrà luogo a CittAttiva (Via Carducci, 14 – Ravenna)

Venerdì 21 giugno 2019
Sottocasa
Festa del vicinato in Via Tommaso Gulli con film di famiglia e amatoriali
Case ACER di Via Tommaso Gulli, 249/c – Ravenna
Ore 20.30
Ingresso gratuito