BELLARIA IGEA MARINA

18. ott, 2019

Sabato 19 ottobre, ore 21.30 al Teatro degli Amici di Bordonchio un nuovo progetto artistico ideato da Federico Cammarata con un'interpretazione accurata e personalizzata
ispirata alle performance live del grande Renato Zero.
Un mix di suoni, luci, cambi di scena per uno spettacolo che non è solo un concerto.
Per info e biglietti Cinzia 335.8233730

12. ott, 2019

Domenica 27 Ottobre, ore 16.30 al Teatro Astra
CATALYST
I musicanti di Brema
Compagnia Catalyst
Regia Riccardo Rombi | Assistente alla regia: Ulpia Marcela Popa
Con Riccardo Rombi, Giovanni Delfino, Francesco Masi, Rodolfo Sarli, Gabriele Stoppa, Jacopo Rugiadi
Musiche Camillo Cromo
testo e regia Riccardo Rombi
assistente alla regia Ulpia Marcela Popa
con Riccardo Rombi, Giovanni Delfino, Francesco Masi, Rodolfo Sarli, Gabriele Stoppa, Jacopo Rugiadi musiche originali eseguite dal vivo da Camillo Cromo.
I Musicanti di Brema è un vero e proprio concerto-spettacolo fatto di musica, energia e puro divertimento per un pubblico che non conosce limiti di età. Nella rilettura scenica scritta e diretta da Riccardo Rombi, cinque musicisti-animali irrompono nel Teatro dell’Opera di Brema dove uno scorbutico direttore d’orchestra sta aspettando l’arrivo della grande orchestra della città per eseguire la “famosa” opera “Mein Lieben Bremen”. Ma la sua attesa si rivela presto vana: una telefonata a lungo attesa annuncia che il Gran Teatro di Opera di Brema sarà presto chiuso e al suo posto sorgerà un grande supermercato. Tempi duri per i musicisti!Ed ecco che mentre lo sconsolato Direttore vede infrangersi i suoi sogni di arte e di gloria e si prepara a fare le valigie, proprio dagli animali arriva l’idea giusta per salvare il Teatro e la sua Musica.
Con un approccio alla musica di tipo istintivo e popolare, un gallo francese, un cane balcanico, tre gatti sudamericani e un asino romagnolo daranno vita ad una nuova sinfonia, basata non su uno spartito, ma sull’incontro di ritmi che da ogni parte del mondo irrompono nell’opera dei Fratelli Grimm.
LA COMPAGNIA
Catalyst è un polo culturale di persone, spazi e luoghi. Residente dal 2005 al Teatro Corsini di Barberino di Mugello (Fi), sviluppa progetti di produzione, formazione, percorsi produttivi e didattici per le scuole primarie e secondarie, attività laboratoriali di educazione al teatro, al corpo e alla parola, ospitalità, collaborazioni produttive e residenze creative che le hanno permesso di radicarsi nel territorio.
Fondata a Londra nel 1996 da Riccardo Rombi, attore, regista e drammaturgo che predilige la nuova drammaturgia e la contaminazione dei linguaggi, l’associazione si radica nel panorama teatrale toscano e nazionale con un’idea di teatro fatto di elementi in continua evoluzione anche grazie a collaborazioni che comprendono svariate realtà italiane e estere. Da sempre coinvolge musicisti, performer, danzatori e videomaker, producendo una drammaturgia moderna e dinamica in grado di attrarre e intercettare nuovi pubblici. Nel corso degli anni la compagnia ha esplorato con successo anche il linguaggio per le giovani e giovanissime generazioni, realizzando numerosi spettacoli di teatro ragazzi con progetti legati all’idea di un “Teatro Etico”, per cui il luogo teatro si trasforma nello spazio della condivisione, dove si lavora per intervenire in modo politico sul reale.

Età consigliata: dai 5 anni
Durata: 70 minuti
Ingresso intero: 10 € | ridotto: 6 €
per informazioni: Teatrpo Astra, via P. Guidi - Bellaria Igea Marina (RN).

12. ott, 2019

Sabato 9 Novembre 2019 - ore 21.00 la Compagnia Teatrale Fo Rame srl presenta:
COM'E' ESSERE FIGLIO DI DARIO FO E FRANCA RAME
con e di Jacopo Fo
Regia Felice Cappa
tratto dall’omonimo libro edito da Guanda
“Un giorno mio padre mi regalò l’unico consiglio sulla scrittura che mi abbia mai dato: mi disse che se, mentre scrivi, ti inchiodi e la storia non va più avanti, molto probabilmente hai preso una deviazione sbagliata. Allora devi tornare indietro fino all’ultimo passaggio che ti convince, ti appassiona, e da lì riprendere il racconto cercando un diverso sviluppo… Quando sono arrivato a scrivere gran parte di questo racconto mi sono inchiodato.”
Così inizia il racconto di Jacopo Fo che raccoglie una serie di racconti e ricordi per cercare di rispondere alla domanda che in assoluto gli è stata fatta più volte nel corso della sua vita: Com’è esser figlio di Franca Rame e Dario Fo?
Ma anche...Com’è crescere con due genitori così? Cosa ti hanno lasciato? Cosa hai imparato? Tutte curiosità ai cui cerchi di dare una risposta, quesiti che all’inizio di un’intervista sai già che ti verranno posti. Domande alle quali pensi sempre di avere la risposta pronta, ma mentre tu parti per rispondere con la solita tiritera ti succede che sempre nuovi ricordi ed emozioni ti riaffiorano alla mente.
Jacopo Fo di porta nel suo mondo di guitti, di affabulatori, di scenografi e disegnatori di favole che hanno sempre delle salde fondamenta nella storia del nostro paese.
NOTA BIOGRAFICA
Figlio di Dario Fo e Franca Rame, è nato a Roma nel 1955. Comincia a lavorare a 18 anni
pubblicando vignette e fumetti su numerose riviste underground. Nel 1978 è fra gli autori del settimanale satirico Il Male che arriva a vendere 150.000 copie. Nel 1981 fonda in Umbria la Libera Università di Alcatraz, centro culturale e polo turistico dove negli anni sono stati tenuti centinaia di corsi di teatro, fumetto, yoga demenziale e festival di musica ed ecologia. Lavora come costumista e scenografo in numerosi allestimenti del padre, realizza sigle televisive animate e allestimenti di mostre sul teatro. Collabora con i genitori alla scrittura di Sesso? Grazie, tanto per gradire, spettacolo teatrale che supera le 1200 rappresentazioni in Italia e interpretato in tutto il mondo.
Nel 1997, esordisce nei teatri ufficiali con Lo zen e l'arte di far l'amore, che viene trasmesso sulla seconda rete Rai. Nel 1999 mette in scena Ti amo ma il tuo braccio destro mi fa schifo tagliatelo. A questo seguiranno: Anche le sogliole fingono l'orgasmo, La vera storia del mondo, Se fai sesso con gli elefanti non stare mai sotto, Calzini sul comò. Ti amo ma non li trovò. Nel 2003 è tra i fondatori di Atlantide tv che realizza 180 puntate andate in onda più di 1500 volte su Sky e altre televisioni satellitari e internet.
A settembre uscirà il suo ultimo libro Com'è essere figli di Franca Rame e Dario Fo dal quale è tratto l'omonimo spettacolo teatrale.
Ingresso intero: 18 € | ridotto 16 €
Per informazioni: Teatro Astra, viale P. Guidi - Bellaria Igea Marina (RN).

5. ott, 2019

Sabato 19 ottobre, ore 21.00 al Teatro Astra Velodimaya con Natalino Balasso, un monologo comico scritto e interpretato dallo stesso Balasso.

Come possiamo raccontare i drammi del contemporaneo senza cedere allo sconforto? Solo il teatro può farlo, attraverso la commedia, attraverso l’arte della risata.
Velodimaya è una specie di mappa del pensiero contemporaneo, attraverso un tempo indefinito, nel vortice degli uomini e delle nazioni. Le nazioni moderne non sono nazioni, sono affari. E in tutta questa compravendita, qual è la verità?
Navighiamo attraverso il racconto dei desideri e delle paure dei nostri attuali compagni d’avventura in questo lembo di terra.
Stiamo giocando a un gioco in cui le carte sono truccate e le regole sono tutte da scoprire, è un gioco antico che, quando sembra fare un passo avanti, sta solo prendendo la rincorsa per tornare al punto di partenza.
Siamo dentro un film, ciascuno di noi recita un personaggio, chi meglio, chi peggio, ma tutti facciamo finta.
A questo punto il nostro personaggio è costretto a indagare, come fosse un detective di un film giallo, ci  sonosolo prove indiziarie, il quadro non è chiaro, perché già da bambini abbiamo l’impressione che qualcuno voglia sviare le indagini.
Visti da lontano, in questo nostro affannarci, anche nel nostro inciampare, facciamo ridere.
(Natalino Balasso)

BIOGRAFIA
Natalino Balasso è attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione.
Debutta nel 1990 in teatro, nel 1998 in televisione, nel 2007 al cinema e pubblica libri dal 1993. Lavora per cinema e televisione, tra fiction, serie tv e spettacoli.
E’ autore e interprete di apprezzati video comici di analisi sociale pubblicati sul canale “Telebalasso” di Youtube con oltre ventiquattro milioni di spettatori, senza nessuna forma di sostegno televisivo o radiofonico.
Un successo che è il risultato di un linguaggio, che è stato ritenuto da molti un linguaggio nuovo, una forma  di comprensione del presente che può diventare strumento.

Ingresso intero: 20 € | ridotto 18 €

3. ott, 2019

Venerdì 25 ottobre, ore 21.00, al teatro Astra di Bellaria Igea Marina andrà in scena lo spettacolo"Soggetto: Dona" con la regia di Alexia Bianchi in collaborazione con l'Associazione Culturale Cambia-menti e l'istituto Oncologico IOR e con il patrocinio del comune di Bellaria Igea Marina. 

Uno spettacolo il cui ricavato andrà in beneficenza a sostegno del Progetto Margherita IOR che fornisce parrucche alle donne che affrontano la caduta dei capelli durante la malattia.ed e dedicato all'approfondimento delle tematiche legate agli stereotipi di genere e sediamo. 

Ingresso offerta libera.