1. apr, 2019

In uscita due CD di Patrizio Fariselli e la band emiliana Gasparazzo per ricordare Bruno Neri

Al Lavoro per un progetto cinematografico e uno nelle scuole e un nuovo bando che preveda anche un incontro di calcio.
Materiale Resistente 2.0, il contest realizzato dalla Casa della Musica di Faenza insieme al MEI con il sostegno della Regione Emilia – Romagna dopo avere realizzato sei grandi serata live e una compilation on line con 16 brani di giovani artisti di tutti i generi musicali provenienti da tutta Italia (Link per ascolto su: http://meiweb.it/2019/01/04/ecco-la-compilation-di-materiale-resistente-2-0-15-brani-dedicati-alla-lotta-partigiana-e-alla-resistenza/) che valorizzano anche i luoghi della Liberazione dell’Unione della Romagna Faentina, continua a produrre i suoi effetti anche dopo la chiusura della kermesse.
Infatti, in occasione del 25 aprile escono in fatti due dischi dedicati a Bruno Neri di grande impatto e rilevanza culturale e musicale.
Il primo è “Resistenza Elettriche” il nuovo disco di inediti del grande musicista romagnolo fondatore degli Area Patrizio Fariselli con il gruppo musicale de Lo Zoo di Berlino tutto registrato durante Materiale Resistente 2.0 a Monte Battaglia di Casola Valsenio e al Teatro Comunale di Cesenatico: tutto il disco e’ dedicato a Materiale Resistente 2.0 e alla figura di Bruno Neri, mentre il secondo disco è della band emiliana Gasparazzo Bandabastarda che uscirà sempre in occasione del 25 aprile con il suo nuovo cd Pane e Musica che contiene un brano intitolato proprio “Bruno Neri” e dedicato alla storia e alla figura del calciatore partigiano faentino che è tornato a essere noto tra i giovani musicisti di tutta Italia grazie al contest regionale.
Due uscite importanti di grande rilievo che fanno tornare al centro la Guerra di Liberazione dal Nazifascismo attraverso una delle sue figure piu’ rappresentive del territorio faentino: quella di Bruno Neri, calciatore di Serie A nel Torino, Fiorentina e Lucchese, dopo essere nato nelle Giovanili del CA Faenza Calcio, spesso ricordato sui principali giornali sportivi nazionali.
Ma poi sono in cantiere altre iniziative: la Casa della Musica ha infatti presentato nuovamente il bando per la sua terza edizione, mentre il rapper Kento dopo la partecipazione a Materiale Resistente 2.0 al Teatro Masini di Faenza porta la figura di Bruno Neri nei suoi laboratori musicali nelle scuole elementari del Sud e il cantautore Giulio Wilson porta in tour la sua Mia Bella Ciao vincitrice del contest insieme al rapper Tueff. Infine, il regista Francesco Cordio sta lavorando a un documentario su Bruno Neri. E’ infatti in fase di presentazione al Nuovo Imaie il cortometraggio Bruno Neri: il calciatore partigiano. Dedicato ad una figura poco nota, ma centrale per la Resistenza italiana, racconta, lungo i luoghi che lo hanno visto protagonista, la vicenda di Bruno Neri, grande calciatore morto per la causa della Resistenza. La regia sarà affidata a Francesco Cordio. Fra gli attori presi in esame Dario Leone. Il progetto, ideato da Giordano Sangiorgi, vede la consulenza musicale di Renato Marengo e le musiche originali di Marco Testoni. Tra le iniziative su cui si sta ragionando quella di un incontro di calcio tra la Nazionale Artisti Indipendenti Associati, la squadra di artisti del MEI che esordirà il prossimo 17 aprile a Bologna per We Love Football, con una rappresentativa di giovani del CA Faenza Calcio per ricordare Bruno Neri in occasione del prossimo MEI 25 a Faenza.