RAVENNA E DINTORNI

24. giu, 2019

Domenica 30 giugno, ore 18.00 al Bagno Kuta di Punta Marina (RA).
THE MAGNETICS
OLLY RIVA - Lead vox & Guitar (From SHANDON)
MARCELLO ALOE - Saxophone (From SHANDON)
WILLIAM NICASTRO - Bass (From SHANDON)
DIMITRI PUGLIESE - Drums (From RAGGAVIBES)
MR GANGE - Keyboards (From SMOKE, NINA ZILLI)
I TheMagnetics sono una band Italiana formata nel 2017 dal frontman OLLY RIVA già leader degli Shandon e dei Soulrockets. Il sound dei Magnetics è un mix di sonorità vintage Jamaicane tra cui SKA anni 60, Rocksteady, early Reggae, ma tutto in una cornice Soul e Rhythm N Blues.
Il primo album (Vinile+CD) “Jamaican Ska” uscito nel 2017 per SET UP/ SELF ed è stato recensito ed ascoltato quasi in tutto il mondo e definito disco dell’anno da molte webzine e radio di settore.
Di seguito nel dicembre 2018 esce il singolo in vinile 45giri di “Come prima” che vede un duetto con il celebre cantante Tony Dallara.
Sempre nel Dicembre 2018 la band ha avuto un cambio di formazione e da quartetto è diventata un quintetto.
Per Info: Bagno Kuka, viale C. Colompo, 6 - Punta Marina Terme (RA)

24. giu, 2019

Sabato 29 giugno, ore 17.00 al Bagno Peter Pan 36 di Marina di Ravenna (RA).
LOS BEGINNERS LIVE
Fabrais Casadei – lefty drums and lead vocals
Enrico Farnedi – bass, organ, trumpet, background vocals and percussion
Marco Bovi – guitars, background vocals and more guitars
Special guest:
Francesca Pretolani – purrs, meeows, organ, dancin’ and shakin’.
L’esperienza e l’affiatamento maturati in 26 anni di concerti con The Good Fellas, una delle band swing- r’n’r più popolari d’Europa, e nei molteplici percorsi musicali individuali si riassumono nella freschezza minimal-chic dell’album d’esordio del trio Los Beginners formato da Fabrais Casadei, Marco Bovi ed Enrico Farnedi: EL PARTY BEGINS (2019, Alman Music).
Il disco, accolto con calore dalla critica, è un cocktail di surf, twist e cha-cha-cha con una spruzzata di exotica-sound per un’interpretazione odierna del suono dei party anni ’60. Chitarre twang che si mescolano al suono impertinente della tromba mentre l’organo Farfisa combatte con tamburi e voci esilaranti invitando a unirsi alla festa: “Damas y Caballeros, el Party Begins!”.
Sul palco insieme a loro la presenza ammaliante di Gatta Francesca, all’organo e ai miagolii.
Per info: Peter Pan 36 - viale Della Nazioni, 36 - Mairna di Ravenna (RA) - Tel. 0544.530402
info@peterpan36.com 

24. giu, 2019

Domani martedì 25 giugno alle 21 nelle Artificerie Almagià si terrà un nuovo concerto dell' orchestra e del coro del Verdi, con la collaborazione di docenti e studenti dei licei musicali di Forlì e Bologna.
Il concerto sarà diretto dal maestro Ferri e da Greco come maestro del coro.
In programma lo Stabat Mater op.138 e la Sinfonia n. 40 K 550 di Mozart.
Ospite della serata sarà l' associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mielomi (Ail) di Ravenna, che sta avviando un progetto per raccogliere fondi e per fornire assistenza domiciliare infermieristica ai bambini oncologici ed ematologici della provincia.
Sarà possibile devolvere fondi a tale scopo.
Questa produzione estiva è un progetto sinergico che va nella direzione di coordinare le migliori energie in tema di filiera musicale: fare in modo che gli studenti in uscita dai licei musicali guardino con consapevolezza e fiducia alla prosecuzione dei loro studi consolidando la missione delle Istituzioni di Alta Formazione nel garantire coerenza artistico-scientifica unita a una visione di indirizzo del mondo musicale nel suo articolato essere di saperi e ricchezza spirituale.
L’ingresso è libero.

24. giu, 2019

Martedì, 25 giugno, alle 20 al cimitero militare del Commonwealth e della Brigata Ebraica di Piangipane, in via Piangipane 24, il trio di archi Est – Electric string trio si esibirà in un concerto di violino (Nicola Nieddu), violoncello (Antonio Cortesi) e contrabbasso (Luca di Chiara). In uno scenario suggestivo, prezioso luogo di memoria storica, gli Est danno voce a nuove sonorità, nelle quali l'invenzione e l'ironia la fanno da padrona assieme all'improvvisazione attraverso arrangiamenti originali. Un viaggio musicale che si muove dalla classica al jazz passando per il pop, la musica latina e il gipsy. La partecipazione è gratuita.
L'iniziativa è promossa dal Comune di Ravenna - assessorato al Decentramento in collaborazione con la pro loco di Piangipane.
In caso di maltempo l'evento sarà annullato.

24. giu, 2019

Martedì 2 luglio, ore 20.30 all'Hanaa-bi di Marina di Ravenna.
IDRIS ACKAMOOR & THE PYRAMIDS
C’è stato un tempo in cui un pugno di irriducibili pionieri del jazz guardò verso l’Africa ancestrale; levando al contempo gli occhi agli infiniti spazi della volta celeste, in cerca di visioni e corrispondenze astrali. Fra questi visionari, negli anni ’70, c’erano anche Idris Ackamoor & The Pyramids, con la loro miscela di afrobeat, groove funk, free jazz e tradizioni popolari. Un viaggio iniziatico, tra ancestralità africana e futurismo mistico, tra Sun Ra e Fela Kuti.
Band di Chicago attiva dal 1972, pionieri di una musica cosmopolita: un connubio di energie cosmiche, Space Is The Place, tradizione e futurismo. Con una fortissima connotazione sociale che rende questa musica assolutamente ballabile e festosa mescolando afrobeat, groove funk, free jazz e tradizioni popolari.
C’è stato un tempo in cui, un pugno di irriducibili pionieri del jazz, guardò verso l’Africa ancestrale; levando al contempo gli occhi agli infiniti spazi della volta celeste, in cerca di visioni e corrispondenze astrali. Tra gli unsung heroes di quella stagione d’oro – capace di sprigionare un linguaggio che includeva militanza politica, misticismo cosmico ed espressionismo astratto – meritano un posto di rilievo l’alto-sassofonista di Chicago, Idris Ackamoor, e il suo gruppo, The Pyramids.
Una storia iniziata nei primi anni ‘70, che trova definizione piena durante un viaggio-studio in Marocco, Senegal, Ghana ed Etiopia. Una storia finita a un certo punto nell’oblio e riportata alla luce solo negli ultimi anni, grazie ai soliti speleologi dell’era post-analogica. Fino a oggi, col gruppo pronto di nuovo a imbarcarsi in un lungo tour mondiale e un disco meraviglioso, “We Be All Africans”, edito dalla Strut Records, sotto l’egida del produttore/batterista Max Weissenfeldt (Poets of Rhythms, DJ Shadow, The Heliocentrics).
INGRESSO LIBERO
Ristorante aperto a pranzo e cena: 333/2097141.
Bronson Produzioni – Info: 333.2097141 - www.bronsonproduzioni.com