FERRARA E DINTORNI

15. feb, 2019

Sabato 9 marzo, ore 21.30 al Torrione di Ferrara (FE).
GEORGE CABLES TRIO FEAT. VICTOR LEWIS & PIERO ODORICI
Piero Odorici, sassofoni
George Cables, pianoforte
Darryl Hall, contrabbasso
Victor Lewis, batteria
È un privilegio, e purtroppo ormai una rarità, ascoltare i protagonisti della grande stagione del modern jazz, maestri come George Cables, testimoni di pagine indimenticabili assieme ad Art Blakey, Max Roach, Freddie Hubbard, Art Pepper e Woody Shaw. Mr Beautiful, così era definito nell’ambiente per la sua eleganza, torna al Torrione con il suo gruppo stabile corroborato dallo swing di un batterista del calibro di Victor Lewis.

Info e prenotazione cena: 331 4323840 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 22.00)
jazzclub@jazzclubferrara.com  - www.jazzclubferrara.com 
Affiliazione ad Endas. L’ingresso è riservato ai soci
NB concerto fuori abbonamento
Costi e orari
Apertura biglietteria 19.30
Cena a partire dalle ore 20.00
Primo set 21.30
Secondo set 23.00
Intero € 25 - Ridotto € 20
Siamo spiacenti, ma non disponiamo di dispositivi per pagamenti con bancomat e carte di credito
La riduzione (non cumulativa) è valida:
– prenotando la cena al wine bar
– accedendo al solo secondo set
– fino ai 30 anni di età
– possessori della Bologna Jazz Card
– possessori di MyFe Card
– possessori della tessera Accademika
– possessori di un abbonamento annuale Tper
– possessori di un biglietto Italo Treno, avente destinazione Ferrara, valido nel weekend del concerto
– studenti e docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara
– iscritti ai corsi di studio e ai dottorandi dell’Ateneo ferrarese.

14. feb, 2019

Sabato 16 febbraio, ore 21.30 al Torrione di Ferrara.
FRANCESCO CAFISO + 11
Francesco Cafiso, sax alto
Simone La Maida, sax alto
Antonangelo Giudice, sax tenore
Marco Postacchini, sax baritono
Daniele Giardina, tromba
Giacomo Uncini, tromba
Giovanni Hoffer, corno francese
Massimo Morganti, trombone
Pierluigi Bastioli, trombone basso
Emilio Marinelli, pianoforte
Gabriele Pesaresi, contrabbasso
Massimo Manzi, batteria
Francesco Cafiso + 11, progetto protagonista di sabato 16 febbraio al Torrione, è un’idea e una produzione tutta marchigiana nata per celebrare uno dei più noti capolavori del modern jazz, il leggendario Art Pepper + Eleven. Le associazioni Ancona Jazz, Musicando di Macerata e Jazz Club Ferrara hanno unito le forze invitando un solista di razza come Francesco Cafiso e coinvolgendo parte della rodata Colours Jazz Orchestra, longeva formazione diretta con perizia e dedizione da Massimo Morganti.
Francesco Cafiso + 11, progetto protagonista di sabato 16 febbraio (inizio ore 21.30) al Torrione, è un’idea e una produzione tutta marchigiana nata per celebrare uno dei più noti capolavori del modern jazz, il leggendario Art Pepper + Eleven (Contemporary, 1960). Le associazioni Ancona Jazz, Musicando di Macerata e Jazz Club Ferrara hanno unito le forze invitando un solista di razza come Francesco Cafiso e coinvolgendo parte della rodata Colours Jazz Orchestra, longeva formazione diretta con perizia e dedizione da Massimo Morganti.
Il leggendario sassofonista incise Art Pepper + Eleven: Modern Jazz Classics nel 1959, disco che tuttora mantiene una freschezza straordinaria in virtù di eccezionali apporti solistici e sontuosi arrangiamenti preparati da Mary Paich. Particolarità importante riguardava il repertorio, che per una volta evitava gli standard del Great American Songbook per concentrarsi solo su una serie di brani scritti da jazzisti del calibro di Sonny Rollins, Charlie Parker, Thelonious Monk, Gerry Mulligan e altri. Un disco solare, swingante come pochi e coinvolgente al massimo, i cui arrangiamenti sono stati trascritti da Massimo Morganti e rispettati fin nell’organico con l’intento di ricreare un momento di jazz che il tempo non ha minimamente scalfito, ma piuttosto valorizzato.
A rendere ancor più unico questo concerto è la presenza di Francesco Cafiso come solista ospite. Cafiso, classe 1989, è stato un bambino prodigio, tanto che già a 13 anni suonava nei gruppi di Wynton Marsalis ottenendo enormi consensi di pubblico e critica in tutto il mondo. Alla guida di un proprio quartetto ha quindi avuto modo di esibirsi nei più importanti festival nazionali e internazionali.

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com - jazzclub@jazzclubferrara.com
Per informazioni e prenotazione cena 331 4323840 tutti i giorni dalle ore 12:00 alle ore 22:00.
Il Jazz Club Ferrara è affiliato Endas, l’ingresso è riservato ai soci.
DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara. Se si riscontrano difficoltà con dispositivi GPS impostare l’indirizzo Corso Porta Mare, 112 Ferrara.
COSTI E ORARI
Intero € 25 Ridotto € 20
Non si accettano pagamenti POS
Apertura biglietteria 19.30
Cena a partire dalle ore 20.00
Primo set 21.30
Secondo set 23.00

13. feb, 2019

Venerdì 15 febbraio, ore 21.30 al Torrione di Ferrara.
MARCO CAPPELLI THE NESBO PROJECT
Oscar Noriega, clarinetti
Shoko Nagai, bandoneón ed elettronica
Marco Cappelli, chitarra
Ken Filiano, contrabbasso
Satoshi Takeishi, percussioni
Venerdì 15 febbraio al Jazz Club Ferrara è di scena il concerto omaggio a Jo Nesbø del quintetto newyorkese The Nesbø Project guidato dal chitarrista Marco Cappelli per presentare l’album Norwegian Landscapes, ultimo di una trilogia dedicata al noir.
Dopo il concerto di presentazione a New York, l’ensemble formato da Marco Cappelli (chitarra) e completato da Ken Filiano (contrabbasso), Satoshi Takeishi (percussioni), Shoko Nagai (bandoneón e live elettronics) e Oscar Noriega (clarinetti) presenta in Italia il nuovo album ‘Norwegian Landscapes’, liberamente ispirato all’universo noir dello scrittore norvegese Jo Nesbø, con un tour partito da Roma che fa tappa al Jazz Club Ferrara venerdì 15 febbraio (inizio ore 21.30).
Con ‘Norwegian Landscapes’ Marco Cappelli sceglie i racconti oscuri e inquietanti di Jo Nesbø per concludere la sua trilogia dedicata al noir: dopo Les Nuages en France (2011) dedicato a Fred Vargas e “Le stagioni del Commissario Ricciardi” (2013), ispirato a Maurizio De Giovanni.
Per l’occasione, il chitarrista amplia il suo trio coinvolgendo il clarinettista Oscar Noriega e la polistrumentista esperta di live elettronics, Shoko Nagai. Il nome dato a questo nuovo quintetto è The Nesbø Project e la forma scelta per dar musica alle fredde narrazioni del norvegese è la suite strumentale. L’album, nella versione edita dall’etichetta Da Vinci, si avvale anche della partecipazione di DJ Olive, noto per le sue collaborazioni con Uri Caine o Dave Douglas.
L’ispirazione letteraria è da sempre alla base del Marco Cappelli Acoustic Trio, che combina il suono della chitarra classica preparata di Cappelli con il timbro profondo del contrabbasso di Ken Filiano e il personalissimo set di percussioni che Satoshi Takeishi ha costruito per riuscire a dar voce al suo ritmo. Il Trio nasce a New York nel 2009 durante una residenza presso il Barbes, famoso club di Brooklyn. I tre componenti, tra gli improvvisatori più attivi nella scena newyorkese, non fanno fatica a consolidare la loro reputazione in gruppo avendo accesso ai luoghi storicamente legati all’avanguardia musicale della Grande Mela come Brecht Forum, Roulette, il famoso The Stone (diretto da John Zorn), oltre a teatri ‘istituzionali’ come l'Auditorium del Mannes College.

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com  - jazzclub@jazzclubferrara.com 
Per informazioni e prenotazione cena 331 4323840 tutti i giorni dalle ore 12:00 alle ore 22:00.
Il Jazz Club Ferrara è affiliato Endas, l’ingresso è riservato ai soci.
DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara. Se si riscontrano difficoltà con dispositivi GPS impostare l’indirizzo Corso Porta Mare, 112 Ferrara.
COSTI E ORARI
Intero € 20 - Ridotto € 15
Non si accettano pagamenti POS
Apertura biglietteria 19.30
Cena a partire dalle ore 20.00
Primo set 21.30 - Secondo set 23.00

4. feb, 2019

LADIES IN MERCEDES
Venerdì 22 marzo, ore 21.30 al Torrione di Ferrara. 
Patrizia Laquidara “C’è qui qualcosa che ti riguarda”
Patrizia Laquidara, voce
Daniele Santimone, chitarra
Davide Repele, chitarra
Stefano Dallaporta, basso elettrico
Nelide Bandello, batteria
Andrea Santini, elettronica
Un racconto al femminile che si muove tra quotidiano e tematiche universali, che spinge a guardare lì dove non si è mai guardato, dove anche il buio si trasforma in bellezza. Un viaggio sonoro che unisce il pop alla grande storia della canzone italiana con l’orecchio teso ai suoni contemporanei. Tutto questo e molto di più nel live di presentazione del nuovo disco di Patrizia Laquidara, una delle più apprezzate esponenti del nuovo corso del cantautorato italiano.

INFO E PRENOTAZIONE CENA
Tel. 331.4323840 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 22.00)
jazzclub@jazzclubferrara.com  - www.jazzclubferrara.com 
Affiliazione ad Endas. L’ingresso è riservato ai soci
NB concerto fuori abbonamento
Costi e orari
Apertura biglietteria 19.30
Cena a partire dalle ore 20.00
Concerto 21.30
Intero € 10
Ridotto € 5
Siamo spiacenti, ma non disponiamo di dispositivi per pagamenti con bancomat e carte di credito
La riduzione (non cumulativa) è valida:
– prenotando la cena al wine bar
– accedendo al solo secondo set
– fino ai 30 anni di età
– possessori della Bologna Jazz Card
– possessori di MyFe Card
– possessori della tessera Accademika
– possessori di un abbonamento annuale Tper
– possessori di un biglietto Italo Treno, avente destinazione Ferrara, valido nel weekend del concerto
– studenti e docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara
– iscritti ai corsi di studio e ai dottorandi dell’Ateneo ferrarese

31. gen, 2019

Per gli appassionati e i curiosi che vogliono organizzarsi per i mesi di febbraio e marzo, ecco il ricco menù di artististi del Jazz Club di Ferrara. 
MAIN CONCERTS

Sabato 2 febbraio, ore 21.30
Craig Taborn - Dave King Duo
Craig Taborn, pianoforte
Dave King, batteria

Sabato 9 febbraio, ore 21.30
Javier Girotto Reunion Cumbre
Javier Girotto, sax baritono
Gianni Iorio, bandoneón
Alessandro Gwis, pianoforte e elettronica

Venerdì 15 febbraio, ore 21.30
Marco Cappelli The Nesbø Project
Oscar Noriega, clarinetti
Shoko Nagai, bandoneón ed elettronica
Marco Cappelli, chitarra
Ken Filiano, contrabbasso
Satoshi Takeishi, percussioni

Sabato 16 febbraio, ore 21.30
Francesco Cafiso + 11
Francesco Cafiso, sax alto
Simone La Maida, sax alto
Antonangelo Giudice, sax tenore
Marco Postacchini, sax baritono
Daniele Giardina, tromba
Giacomo Uncini, tromba
Giovanni Hoffer, corno francese
Massimo Morganti, trombone
Pierluigi Bastioli, trombone basso
Emilio Marinelli, pianoforte
Gabriele Pesaresi, contrabbasso
Massimo Manzi, batteria

Sabato 23 febbraio, ore 21.30
In collaborazione con Ferrara Musica
Marc Ribot Ceramic Dog
Marc Ribot, chitarra e voce
Shahzad Ismaily, basso elettrico ed elettronica
Ches Smith, batteria

Sabato 2 marzo, ore 21.30
Dayna Stephens Group
Dayna Stephens, sassofoni
Aaron Parks, pianoforte
Ben Street, contrabbasso
Jeff Ballard, batteria

Venerdì 8 marzo, ore 21.30
Lanzoni – Morgan – McPherson
Alessandro Lanzoni, pianoforte
Thomas Morgan, contrabbasso
Eric McPherson, batteria

Sabato 9 marzo, ore 21.30
In collaborazione con Crossroads jazz e altro in Emilia-Romagna
George Cables Quartet feat. Victor Lewis
Piero Odorici, sassofoni
George Cables, pianoforte
Darryl Hall, contrabbasso
Victor Lewis, batteria

Venerdì 15 marzo, ore 21.30
Larry Ochs Fictive Five
Larry Ochs, sassofoni
Nate Wooley, tromba
Ken Filiano, contrabbasso
Pascal Niggenkemper, contrabbasso
Harris Eisenstadt, batteria

Sabato 16 marzo, ore 21.30
Quincy Jones presents…
Justin Kauflin Trio
Justin Kauflin, pianoforte
Evan Gregor, contrabbasso
Jimmy Macbride, batteria

Sabato 23 marzo, ore 21.30
Yamandu Costa Solo Recital
Yamandu Costa, chitarra

Sabato 30 marzo, ore 21.30
In collaborazione con Ferrara Musica
Erik Friedlander Throw A Glass
Erik Friedlander, violoncello
Uri Caine, pianoforte
Mark Helias, contrabbasso
Ches Smith, batteria

MONDAY NIGHT RAW
L’attualità del linguaggio jazzistico è l’humus di cui si nutre Monday Night Raw, l’apprezzata formula del lunedì del Torrione, che vede esibirsi giovani protagonisti della scena nazionale ed internazionale seguiti da infuocate jam sessions e preceduti dal goloso aperitivo a buffet accompagnato dalla selezione musicale di France, Willygroove, Andreino e Gil Dj.

Lunedì 4 febbraio, ore 21.30
Federica Michisanti Silent Rides
Francesco Lento, tromba
Francesco Bigoni, sax tenore
Federica Michisanti, contrabbasso

Lunedì 11 febbraio, ore 21.30
Andrea Grillini Yoruba
Federico Pierantoni, trombone
Piero Bittolo Bon, sax alto, flauto e clarinetto basso
Filippo Orefice, sax tenore e clarinetto
Glauco Benedetti, tuba
Luca Chiari, chitarra
Alfonso Santimone, pianoforte
Stefano Dallaporta, contrabbasso
Andrea Grillini, batteria

Lunedì 18 febbraio, ore 21.30
Eliot Zigmund 4et Plays Bill Evans and Beyond
Chris Cheek, sax tenore
Luca Mannutza, pianoforte
Lorenzo Conte, contrabbasso
Eliot Zigmund, batteria

Lunedì 25 febbraio, ore 21.30
Mahakaruna Quartet
Gabriele Cancelli, tromba e cornetta
Cene Resnik, sax tenore
Giorgio Pacorig, pianoforte
Stefano Giust, batteria

Lunedì 4 marzo, ore 21.30
Francesco Diodati Backline
Leïla Martial, voce ed elettronica
Francesco Diodati, chitarra
Stefano Tamborrino, batteria

Lunedì 11 marzo, ore 21.30
Amanda Tiffin Trio
Amanda Tiffin, voce e pianoforte
Stefano Dallaporta, contrabbasso
Nelide Bandello, batteria

Lunedì 18 marzo, ore 21.30
Giacomo Ancillotto Luz
Giacomo Ancillotto, chitarra
Igor Legari, contrabbasso
Federico Scettri, batteria

Lunedì 25 marzo, ore 21.30
Pietro Tonolo Too Many Pockets
Pietro Tonolo, sassofoni
Giancarlo Bianchetti, chitarra
Marco Frattini, batteria

LADIES IN MERCEDES
Progetti originali e produzioni discografiche interamente dedicate all’universo musicale della vocalità e creatività femminili.

Venerdì 25 gennaio, ore 21.30
Gaia Mattiuzzi ‘Roaming Minds’
Gaia Mattiuzzi, voce ed elettronica
Alessandro Lanzoni, pianoforte
Gabriele Evangelista, contrabbasso

Venerdì 8 febbraio
Le Scat Noir ‘Aerography’
Natalia Abbascià, voce e violino
Ginevra Benedetti, voce
Sara Tinti, voce e pianoforte
Francesco Zaccanti, contrabbasso
Gianfilippo Invincibile, batteria
Anselmo Luisi, body percussion

Venerdì 22 marzo, ore 21.30
Patrizia Laquidara “C’è qui qualcosa che ti riguarda”
Patrizia Laquidara, voce
Daniele Santimone, chitarra
Davide Repele, chitarra
Stefano Dallaporta, basso elettrico
Nelide Bandello, batteria
Andrea Santini, elettronica

Venerdì 29 marzo, ore 21.30
Vocione, musica per voce, trombone e cianfrusaglie
Marta Raviglia, voce
Tony Cattano, trombone
Costanza Paternò, voce
Manuel Attanasio, voce
Giacomo Ancillotto, chitarra
Fabrizio Puglisi, pianoforte

ISTANTANEA
Istantanea nasce al Mercato Sonato di Bologna in seno al progetto Orchestra Senza Spine, con l’intento di creare un piccolo gruppo di musicisti dediti ai linguaggi musicali contemporanei avente doppia residenza: a Bologna e al Torrione di Ferrara. L’organico di base varia da cinque a nove elementi oltre alla direzione: violini, viola, violoncello, pianoforte, flauto, clarinetto, percussioni. L’idea è quella di connettere la musica scritta di stampo europeo a linguaggi del contemporaneo come improvvisazione, elettronica, danza e video, commissionando composizioni non solo a musicisti appartenenti al mondo accademico, ma anche al jazz e alla musica improvvisata.

Venerdì 22 febbraio, ore 21.30
Istantanea Ensemble
Tommaso Ussardi, direzione
Clara Cocco, flauto
Daniele D’Alessandro, clarinetto e clarinetto basso
Denis Zardi, pianoforte
Pietro Fabris, violino e viole
Alma Napolitano, violino
Giuseppe Franchellucci, violoncello
Jordi Tagliaferri, percussioni
Composizioni originali di Alfonso Santimone, Piero Bittolo Bon, Beppe Scardino, Achille Succi, Francesco Bigoni, Dimitri Sillato, Denis Zardi, Gioia Gurioli, Domenico Caliri e Matteo Tundo.

THE TOWER JAZZ COMPOSERS ORCHESTRA
La Tower Jazz Composers Orchestra, formatasi nel 2016, è l’orchestra residente del Jazz Club Ferrara. L’ampio organico, che prevede la possibilità di turnover tra vari musicisti, è nato come naturale evoluzione di due progetti didattici (The Unreal Book e The Tower Jazz Workshop Orchestra), portando queste diverse esperienze a una sintesi comune, con una formazione e un repertorio più definiti. Affidati alla direzione di Piero Bittolo Bon e Alfonso Santimone, gli oltre venti elementi mettono in gioco collettivamente le proprie idee musicali con creatività e sorprendente empatia, eseguendo un repertorio che affianca composizioni originali e rivisitazioni di brani provenienti da varie tradizioni.

Venerdì 01 febbraio, Venerdì 01 marzo, ore 21.30
The Tower Jazz Composers Orchestra
Marta Raviglia, voce;
Alfonso Santimone, direzione, pianoforte ed elettronica;
Piero Bittolo Bon, direzione, sax alto, clarinetto basso e flauti;
Sandro Tognazzo, flauto;
Glauco Benedetti, tuba;
Mirko Cisilino, Pasquale Paterra, Gabriele Cancelli, trombe;
Filippo Vignato, Federico Pierantoni, Lorenzo Manfredini, tromboni;
Gianluca Fortini, clarinetti e sax alto;
Tobia Bondesan, sax tenore;
Filippo Orefice, sax tenore, clarinetto e flauto;
Beppe Scardino, sax baritono, sax alto e flauto;
Luca Chiari, Riccardo Morandini, chitarra;
Federico Rubin, piano elettrico;
Alessandro Garino, pianoforte;
Stefano Dallaporta, contrabbasso e basso elettrico;
Andrea Grillini, Simone Sferruzza, batteria;
William Simone, percussioni

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com  - jazzclub@jazzclubferrara.com 
Infoline e prenotazione cena 331 4323840 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 22.00)
Tranne ove diversamente specificato, tutti i concerti si svolgono al Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara.
Il Jazz Club Ferrara è affiliato a Endas, l’ingresso è riservato ai soci.