21. mar, 2019

Nasce "Romagna Empire" per dare suggestioni e motivazioni di viaggio tra l'impero romano e bizantino

RAVENNA: “Nel numero di domani del Venerdì di Repubblica – annuncia l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – i lettori e le lettrici troveranno una guida turistica originale, che non darà solo informazioni, ma trasmetterà anche emozioni.
Si tratta di Romagna Empire in quattro racconti, un prodotto innovativo ideato e realizzato da Visit Romagna all’interno del progetto europeo Hercultour, finanziato dal Programma Interreg 2014 – 2020 Italia Corazia.
Contiene appunto quattro racconti, dello scrittore ravennate Matteo Cavezzali, che vedono tra i protagonisti Cesare e Galla Placidia, e innumerevoli suggestioni, per parlare in modo originale della Romagna Romana. La loro lettura suggerisce percorsi e itinerari che hanno come principali punti di riferimento i visitor center di Classe e Rimini.
L’opuscolo sarà distribuito anche con il prossimo numero di Io Donna, magazine del Corriere della Sera, negli uffici di informazione e accoglienza turistica e, nella versione inglese e tedesca, nelle prossime e più importanti fiere turistiche internazionali.
L’obiettivo è quello di favorire un modello di turismo esperienziale e consapevole, perché da professionisti dell’accoglienza dobbiamo diventare professionisti dell’esperienza.
E questa pubblicazione rappresenta solo il primo passo di una più ampia strategia di azioni di promozione che porteremo avanti con Visit Romagna e che avranno come filo conduttore la Romagna imperiale; è un’operazione di sistema che mette al centro Classis per raccontare le eredità che l’impero romano e bizantino hanno lasciato al territorio.
Ravenna è quindi ancora alla ribalta, a pochissimi giorni dalla straordinaria puntata di Meraviglie – La penisola dei tesori, che Alberto Angela e Rai1 le hanno dedicato, e dalla pubblicazione di una delle ultime storie del settimanale Topolino, ambientata nella Ravenna del 540 dopo Cristo, ai tempi della guerra tra Ostrogoti e Impero Romano d’Oriente”.