10. nov, 2017

L’accordo di valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico ravennate prende il via

RAVENNA: Questa mattina, il Polo Museale dell’Emila-Romagna ha consegnato le chiavi del bookshop della Basilica di Sant’Apollinare in Classe alla Fondazione RavennAntica, partner incaricato dal Comune di Ravenna di occuparsi dei servizi aggiuntivi dei monumenti di proprietà statale.
Ha preso pertanto avvio l’accordo di valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico ravennate che riguarda anche il Mausoleo di Teodorico, il Museo Nazionale di Ravenna, il Palazzo di Teodorico e il Battistero degli Ariani.
Firmato lo scorso mese di febbraio a Roma, presso il MIBACT, da Ministero, Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Ravenna alla presenza del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, l’accordo ha l’obiettivo di incrementare e rafforzare, in un quadro di rapporti sinergici fra i diversi attori istituzionali, la conservazione, valorizzazione e fruizione dell’area ravennate, vero e proprio “unicum” nel panorama italiano dei beni culturali.
La Fondazione RavennAntica è lo strumento del Comune con il quale si dà vita al percorso di valorizzazione mediante la gestione di servizi di ospitalità e strumentali, con particolare riferimento  alla promozione, al  bookshop, alla  biglietteria e alle visite guidate.