NEWS

22. feb, 2019

BAGNACAVALLO: La mostra collettiva sociale di Arte e Dintorni, che contiene anche un omaggio a Giuseppe Tampieri nel centenario della nascita, è stata prorogata di una settimana. Sarà infatti visitabile presso la Chiesa del Suffragio a Bagnacavallo fino a domenica 3 marzo anziché fino a domenica 24 febbraio.
La decisione è stata presa dagli organizzatori visto il notevole afflusso di visitatori nei primi giorni di apertura della mostra, inaugurata domenica 17 febbraio alla presenza dell’assessore alla Cultura Enrico Sama, del presidente di Arte e Dintorni Angelo Laghi, della curatrice degli eventi del centenario della nascita di Giuseppe Tampieri, Patrizia Capitanio, e della figlia dell’artista, Barbara Tampieri.
La mostra collettiva propone opere di pittura, scultura e ceramica di diciannove artisti soci di Arte e Dintorni: Paola Alboni, Aldo Barbieri, Anna Maria Boghi, Rossella Civolani, Stellina Conti, Clorinda Dell’Aquila, Lea Emiliani, Eugenio Fava, Mario Ferniani, Nicoletta Gentili, Stefano Grilli, Amissão Lima, Francesco Lucianetti, Miria Manzoni, Roberto Marchini, Mauro Petrini, Antonella Romero, Marino Trioschi e Otello Turci.
Ampio spazio è riservato poi ai dipinti del celebre artista faentino Giuseppe Tampieri, venuto a mancare nel 2014, che per dieci anni fece parte dell’associazione Arte e Dintorni di Bagnacavallo.
La mostra ha il patrocinio del Comune.
L’ingresso è gratuito.
La chiesa del Suffragio è in via Trento Trieste 1.
La mostra sarà visitabile fino a domenica 3 marzo nei seguenti orari:
sabato 23 e domenica 24 febbraio ore 10-12 e 14.30-18.30;
giovedì 28 febbraio e venerdì 1 marzo ore 15-18.30;
sabato 2 e domenica 3 marzo ore 10-12 e 15-19.
Per informazioni: 333.9913726

22. feb, 2019

CESENATICO: Prende forma il progetto di restyling dei Giardini al mare finanziato con l’imposta di soggiorno del 2018, come già previsto dal bilancio dell’anno passato.
I giorni scorsi la Giunta comunale ha, infatti, approvato il progetto di fattibilità redatto dallo studio Raspanti architettura del giardino e del paesaggio, di Imola, per un importo complessivo di 399.125,51 €.
L’intervento, che dovrà partire in primavera, riguarderà la riqualificazione del tratto di Giardini al mare che va da via Montello, zona Diamanti, fino a piazza A. Costa.
Il progetto ha come obiettivo il recupero e il rilancio di una delle aree più frequentate dai turisti, ma anche dai cittadini, nata nei primi anni 2000 e che necessita di interventi di sistemazione sia degli arredi che del verde esistente: alberature, cespugli, essenze presenti. La volontà è, infatti, di eliminare gli elementi di degrado, come alberi deperienti, pavimentazioni in legno usurate e arredi in materiale legnoso che presentano evidenti segni di deterioramento.
L’intervento di riqualificazione dei percorsi principali e della vegetazione, con un forte richiamo allo “stile naturalistico” di gran parte dei giardini, avverrà mediante percorsi principali uniformati a quelli esistenti in graniglia e con un bilanciamento della vegetazione a pareggio, ovvero ricollocando le piante giunte a fine ciclo o di scarso valore ornamentale; si interverrà poi con un incremento delle sedute e l’introduzione di un maxi gradone di collegamento fra l’area pedonale e l’area verde rialzata che, a sua volta, sostituirà gli attuali gradoni in legno in cattivo stato di conservazione.
La valorizzazione delle aree di sosta, altro elemento caratterizzante dell’intervento di recupero, è volta a creare veri e propri salotti all’aperto, nuove aree conviviali in sostituzione delle panchine esistenti, allo scopo di favorire l’aggregazione; si proseguirà poi con il ripristino ed ampliamento dei giochi esistenti tramite la manutenzione di quelli di maggior pregio e l’installazione di nuovi, tra cui un’area adibita alla Teleferica e una dedicata a bimbi da 0/3 anni.
Infine verrà posta molta attenzione sul ripristino dei giochi d’acqua mediante elementi nebulizzanti e l’installazione di nuovi giochi collocati soprattutto nella fascia fronte bagni, accanto alle nuove aree di seduta, il tutto per ottenere un gradevole effetto rinfrescante.
“L’intento del progetto, pensato e concertato con gli uffici preposti alle manutenzioni e al verde, è quello di riportare ai giardini il loro splendore – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Valentina Montalti – evitando l’inserimento di materiali facilmente deteriorabili, ma comunque in linea e nel rispetto del luogo naturalistico in cui ci troviamo, al fine di rendere l’intervento più duraturo”.
Si concretizza così una delle linee di intervento collegate all’imposta di soggiorno, che ha come obiettivo la valorizzazione delle nostre aree turistiche – conclude il Sindaco Matteo Gozzoli – L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di restituire un’immagine importante ad un’area strategica per Cesenatico; oltre a questo intervento di restyling e di nuovo arredo urbano ricordo, infatti, che durante il 2018 è stato ripristinato e rinnovato l’impianto di videosorveglianza presente nei Giardini al mare, con lo scopo preciso di rendere l’area maggiormente fruibile per i nostri cittadini ed evitare così situazioni di degrado attraverso un maggior controllo della zona”.

22. feb, 2019

BELLARIA: L’opera è stata consegnata oggi al Sindaco Enzo Ceccarelli dalle figlie dell’artista, Miresa e Wilma Turci.
Una splendida litografia di Giulio Turci (1917 – 1978) entra a far parte del patrimonio del Comune di Bellaria Igea Marina, grazie alla donazione che ha visto protagonista la Famiglia Turci nei confronti dell’Amministrazione Comunale. L’opera originale del pittore santarcangiolese richiama temi cari all’artista quali la spiaggia, il mare e le famiglie: un filone che, non a caso, ha ispirato l’esposizione di successo, a cura del Direttore Marco Antonio Bazzocchi, che la Famiglia Turci ha promosso presso il Museo “La Casa Rossa di Alfredo Panzini” nell’estate 2017.
Nella mattinata di oggi, la consegna dell'opera al Sindaco Enzo Ceccarelli da parte delle figlie del pittore santarcangiolese, Miresa e Wilma Turci.

22. feb, 2019

RAVENNA: Giallorossi contro il Teramo in cerca di punti per centrare il primo obiettivo stagionale.
Il Ravenna FC torna in campo (sabato ore 18,30) dopo la sconfitta di Salò con la determinazione di chi vuole dimostrare che si è trattato solo di un incidente di percorso e che le critiche del mister nel dopo partita sono state pienamente trasformate in energia agonistica.
L'avversario di turno sarà il Teramo allenato da Maurizi, squadra tutt'altro che morbida e che vorrà venire al Benelli per strappare punti fondamentali in ottica salvezza.
Gli ospiti fanno del sintetico del Bonolis il loro fortino, lo stesso Ravenna all'andata vi cadde per un rigore procurato solo un minuto dopo aver pareggiato con Raffini il vantaggio iniziale di De Grazia. Durante il mercato invernale la squadra abruzzese è stata trasformata soprattutto nel reparto offensivo, ceduti Piccioni e Bacio Terracino, subito il gran rifiuto di Costantino approdato a Trieste, il nuovo tandem d'attacco è composto da Infantino e Spracello.
Mister Foschi sarà costretto a rinunciare a Esposito che ha subito una frattura ad un dito del piede e resterà fuori dai giochi per qualche settimana, sulla via del recupero Ronchi e Maleh quest’ultimo reduce da una settimana intera di allenamento con i compagni ancora non in una condizione tale da essere convocato. Convocazione per il difensore della formazione Beretti Davide Billi, che già in precampionato si era allenato con la prima squadra.
Dopo una settimana intera di lavoro il mister in conferenza stampa pre partita è velocemente tornato sull’ultima gara giocata: “E’ stata una settimana di consapevolezza e di grande lavoro, dove si è analizzato ciò che non è stato fatto bene a Salò. Riguardo alla prossima, abbiamo insistito su quanto la partita che affronteremo sia una gara molto importante per il nostro prosieguo e su quello che vogliamo fare da qui a fine campionato. Le nostre motivazioni partono dal volere riscattare una brutta prestazione come quella di sabato o la sconfitta dell’andata, ma ancora di più in quello che vogliamo fare nel resto della stagione. Affrontiamo una squadra tignosa e che cerca di concedere poco e di rendersi pericolosa in ripartenza, ma come al solito io mi concentro sui miei. Il campionato è molto equilibrato, quindi siamo noi che con la prestazione dobbiamo essere in grado di portare gli episodi dalla nostra parte per trovare il risultato.”
Direttore di gara: Adalberto Fiero (Pistoia) Assistenti: Stefano Rondino (Piacenza) Francesco Santi (Prato)
I CONVOCATI:
Portieri: 1 Spurio (’98), 22 Venturi (’92)
Difensori: 2 Eluteri (’98), 4 Boccaccini (’93), 3 Barzaghi (’96), 14 Bresciani (’97), 16 Scatozza (’00), 15 Ronchi (’96), 23 Jidayi (’84), 13 Lelj (’85), 5 Pellizzari (’97), 30 Billi (’00).
Centrocampisti: 8 Martorelli (’99), 10 Selleri (’86), 20 Sabba (’98), 21 Trovade (’98), 27 Papa (’90),
Attaccanti: 7 Galuppini (’93), 9 Nocciolini (’89), 18 Raffini (’96), 19 Siani (’97), 17 Gudjohnsen (’98).

20. feb, 2019

Il cambio di data – domenica 14 aprile – è uno dei tanti elementi di novità inseriti in questa edizione che assegnerà il titolo italiano Uisp. E spunta la “primizia” della retrorunning.
Mancano poco meno di due mesi a domenica 14 aprile, giorno scelto dal GS Lamone per mandare in scena la 43ª edizione della Maratona del Lamone: un significativo cambio di data che la società di Russi ha deciso di adottare per evitare la concomitanza con le maratone di Roma e Milano, spinta anche dal successo crescente di questa storica maratona che più invecchia e più mostra segni di tenuta e di solidità.
La 42 km più antica e famosa di Romagna assegnerà quest’anno il titolo nazionale Uisp e sarà accompagnata dalle tante iniziative collaterali ormai entrate nel cuore dei podisti di tutte le età: i bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni si cimenteranno nella prova valida per il 27° Gran Premio Promesse di Romagna - Trofeo Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna (start alle ore 9.05); gli amanti del podismo e della corsa all’aria aperta potranno scegliere tra la sesta edizione del Nordic walking (partenza alle ore 9.10), su un percorso storico-naturalistico di 10 km o le Camminate podistiche a seguito della Maratona su percorsi di 4, 6, 8 o 12 km (al via alle ore 9), tutte inserite nel pacchetto delle Camminate della salute e della solidarietà, in collaborazione con Coop Alleanza 3.0, finalizzata quest’anno a raccogliere fondi per sostenere il progetto dello Ior “La scuola a casa” dedicata ai pazienti dell’Oncologia pediatrica che per affrontare la malattia non possono recarsi a scuola; gli over e gli agonisti potranno cimentarsi nella classica Cinquemila di Russi - 3° trofeo Banca di Credito Cooperativo Ravennate e Imolese e Forlivese”, una gara spettacolare che richiama atleti di alto livello, anche da fuori regione, per quella che ormai è considerata una corsa nella corsa. Un’altra novità è l’inserimento nel cartellone degli eventi a corredo della Maratona di una gara promozionale di retrorunning (ovvero corsa all’indietro), che partirà alle ore 9.45.
Confermatissima la collocazione della Maratona del Lamone come prima tappa del Trittico di Romagna, che si completa con la 50 km di Castel Bolognese (il 25 aprile 2019) e la 100 km del Passatore (25 e 26 maggio 2019) e che in questi dieci anni ha visto solo tre plurivincitori: Marco Serasini (tre vittorie nel 2012, 2013 e 2017), Andrea Zambelli (due successi nel 2014 e 2015) e Nadia Tosi (due vittorie nel 2012 e 2014).
Infine, è stata mantenuta dal GS Lamone la differenziazione a salire del costo dell’iscrizione in base al periodo in cui viene effettuata: iscrizione che può essere fatta anche il giorno prima direttamente in piazza Farini, fulcro di tutti gli eventi in programma. Fino al 28 febbraio, il costo dell’iscrizione ammonta a 30 euro, dall’1 al 31 marzo a 35 euro e dall’1 al 12 aprile a 40 euro. Il popolo dei maratoneti sta rispondendo alla grande visto che a due mesi dallo start alla segreteria del GS Lamone sono già giunte più di 400 iscrizioni.