BAGNACAVALLO

16. ago, 2019

Riprenderanno martedì 20 agosto alle 21 da piazzetta del Carmine gli appuntamenti del  Bagnacavallo Festival, che dopo la pausa di Ferragosto tornerà con una serata per famiglie.

La Compagnia Nasinsù proporrà al pubblico del festival Crepi l’avarizia, spettacolo di burattini di e con Sandra Pagliarani, organizzato in collaborazione con Burattini e Figure 2019, Teatro del Drago.

Miglio Gepponi, proprietario e custode di chiavi che aprono i suoi infiniti tesori, è talmente avaro anche di sentimenti che vorrebbe condannare la figlia all’infelicità. Ma dovrà fare i conti con la furbizia e le armi segrete della servetta Teresa che tanto a cuore ha Carolina. Il pubblico sarà portato a riflettere, con tante risate come nella migliore tradizione del teatro dei burattini, sul fatto che la vera ricchezza non dipende dal possesso.

Lo spettacolo ha vinto i premi Ai bravi burattinai d’Italia e Ribalte di fantasia.

In caso di maltempo l’iniziativa si terrà sotto il loggiato del Municipio, in piazza della Libertà.

Il Bagnacavallo Festival proseguirà poi giovedì 22 agosto presso il giardino della Signora Maria, in via Baccano 5, dove alle 21.30 si esibirà Le Croque Madame trio: Sabrina Mungari, Ilaria Petrantuono e Debora Bettoli.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è a offerta libera.

L’immagine del festival è di Anna Lisa Quarneti, in arte Piki.

La rassegna è ideata e organizzata dall’associazione culturale Controsenso sotto la direzione artistica di Michele Antonellini, in collaborazione con il Comune, con il patrocinio e il contributo della Regione Emilia-Romagna e il patrocinio della Pro Loco Bagnacavallo e dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna. 

Le associazioni partner sono Doremi, Auser, Avis, Centro sociale Abbondanza, Cercare la Luna, Circolo Arci Casablanca, Collegium Musicum Classense, Consorzio il Bagnacavallo, Teatro del Drago.

Info e programma completo: nfo@controsensobagnacavallo.it - 333 7981563 www.bagnacavallofestival.wordpress.com

14. giu, 2019

Si svolgerà a Bagnacavallo da giovedì 26 a domenica 29 settembre l’edizione 2019 della Festa di San Michele. Sarà il primo anno di un nuovo ciclo tematico ispirato al viaggio, che proseguirà poi fino al 2021. L’edizione 2019 sarà dedicata al viaggio geografico e di scoperta e si ispirerà a una citazione di Franz Kafka: «I sentieri si costruiscono viaggiando».
Attorno a questo tema ruoteranno gli eventi d’arte e di cultura della Festa, prime fra tutte le proposte delle istituzioni culturali del Comune di Bagnacavallo. Il Museo Civico delle Cappuccine dedicherà quest’anno una grande mostra al celeberrimo artista tedesco Albrecht Dürer. L’esposizione, dal titolo Il privilegio dell’inquietudine, indagherà attraverso le sue incisioni la figura di questo artista visionario, curioso e ricercatore dell’universale. Alla Biblioteca Taroni sarà invece ricostruita La geografia del viandante, con storie di viaggio raccontate attraverso i libri del Fondo antico manoscritti e rari. Altro fulcro culturale sarà il convento di San Francesco, con le installazioni artistiche e i dj set di San Michele Off e un nuovo progetto di coinvolgimento della città che prenderà forma nel corso dell’estate.
Saranno poi tantissime le proposte artistiche, i concerti, le animazioni per grandi e piccoli, gli incontri in particolare con i partner europei, le visite guidate, nonché le occasioni per gustare le specialità di osterie, ristoranti e punti di ristoro e il tradizionale Dolce di San Michele.
Per questo triennio la manifestazione sarà caratterizzata da un nuovo marchio e da un’immagine rinnovata, studiati dall’agenzia Pagina di Ravenna che ha voluto legare fortemente la propria proposta all’iconografia del territorio. Il marchio, composto in un carattere di derivazione bodoniana (famiglia tipografica costantemente presente nell’esperienza estetica di Leo Longanesi), richiama i due elementi distintivi dell’Arcangelo Michele, patrono di Bagnacavallo, l’ala e la lancia, e si lega, nel disegno e nelle cromie, alla Pala del Redentore di Bartolomeo Ramenghi, custodita presso la Collegiata di San Michele Arcangelo. L’immagine dell’edizione 2019 riporta il particolare di una mappa della Cosmographia di Pietro Appiano del 1540, volume conservato nel Fondo antico della biblioteca Taroni che verrà esposto nella mostra La geografia del viandante.
Il programma completo della Festa di San Michele 2019 sarà diffuso all’inizio di settembre.

Per informazioni: 0545.280889 - www.festasanmichele.it  - info@festasanmichele.it 
Facebook e Instagram: Festa di San Michele