FORLI e CESENA

13. feb, 2019

Sabato 16 febbraio nel rock club di San Vittore si festeggiano quattro decenni di musica, di controcultura e di spirito underground raccontati nel nuovo progetto editoriale de l’Aquilone di Iqbal. Sul palco dalle 21 sei artisti e band di culto della scena musicale di ieri e di oggi: Le Scorie, Osvaldo e i suoi Barasi, Out of Order, Numa Pompilio, Slat, Davide Bosi. A seguire dj set con i dj storici del Vidia e di Melody Box.
Dove si compravano i dischi a Cesena negli anni in cui la musica si ascoltava ancora in analogico? Cosa facevano i giovani quando non esistevano i social network e il world wide web era appena agli albori? Quali realtà locali sono state da stimolo per la nascita e la crescita di generazioni di musicisti e di band, alcune delle quali oggi sono affermate anche oltre i confini regionali? Ci sono quasi 40 anni di storia racchiusi fra le pagine di Universi Sonori, un nuovo libro a cura dell’associazione l’Aquilone di Iqbal dedicato alla cultura musicale giovanile a Cesena dagli anni Ottanta a oggi. Un progetto unico nel suo genere, che raccoglie le realtà più rappresentative fra quelle che, a Cesena, hanno dato spazio ai giovani, alla musica, alla controcultura: di alcune di queste realtà non esisteva, prima d’oggi, alcuna traccia scritta.
Universi Sonori, presto disponibile in libreria, sarà presentato in anteprima sabato 16 febbraio al Vidia Club, con un grande release party dal sapore nostalgico, per festeggiare quasi 40 anni di musica, di controcultura di eventi live di respiro internazionale. Fil rouge del progetto - e dell’evento - uno spirito rock e “undergorund” particolarmente vivo lungo le sponde del fiume Savio già dai primi anni Ottanta. La serata si apre alle 21 con la presentazione alla cittadinanza del libro Universi Sonori, un progetto nato da un’idea di Cinzia Valzania de l’Aquilone di Iqbal, coordinatrice editoriale, con la collaborazione delle autrici Carlotta Benini e Giulia Rossi e del graphic designer Jonas Severi.
Ad aprire il live set, dopo la presentazione, sarà Davide Bosi, giovane songwriter il cui sound viaggia tra folk e blues americano. Ha un album alle spalle, “Don't Try”, uscito nel 2017. A seguire salirà sul palco una storica band cesenate, Le Scorie, formazione rhythm and blues nata nel 1985 e oggi attiva con una nuova line up, composta da Matteo Gaggi (voce e chitarra), Marco Fabbri (basso e voce), Sandro Stambazzi (batteria), Andrea Peradotto (armonica) e Iacopo Raggi (tastiere). Dopo di loro si esibiranno sul palco del Vidia gli Osvaldo e i suoi Barasi, altra band di culto degli anni Ottanta e Novanta cesenati. Nati nel 1986, hanno un repertorio pop-rock cantautorale e oggi sono composti da Osvaldo Barasi (voce), Cristiano Evangelisti (chitarra), Andrea Fabiani (chitarra), Luca Smeraldi (basso), Giovanni Bravetti (batteria). Il quarto gruppo che sale sul palco del Vidia sabato 16 febbraio sono gli Out of Order, band seminale dello stoner rock-grunge, con base a Cesenatico ma legata a doppio filo con la scena musicale cesenate. Dal 1993 al 1996 hanno fatto tour in Europa e aperto concerti a band del calibro di Foo Fighters e Motorpsycho. A seguire spazio al rap con Daniele Ottaviani, aka Slat, artista cesenate che ha mosso i suoi primi passi nella cultura hip hop nel 1993. Oggi ha all’attivo cinque album e svariate collaborazioni con artisti italiani e internazionali. Il gran finale è affidato ai Numa Pompilio, band dal “vintage sound” nata dall’incontro fra il cantante Fabrizio Fracchiolla, aka “Fremby The Phantom”, il batterista Luca “Zan” Torri e il chitarrista Francesco “Fuzz” Brasini. Il loro repertorio spazia dalla new wave al blues primordiale, con echi di rock e garage-punk.
Dopo i concerti, tutti in pista fino a notte fonda con un dj set d’autore. Alla consolle si alterneranno infatti gli storici dj di Radio Melody e Melody Box Luigi Bertaccini, Marco Turci, Matteo Bosi, Matteo “Cali” Calisesi e Luca d’Altri e i giovani dj del Vidia Club Stefano “Cece” Gardelli e Filippo Aletti.
L’ingresso alla serata è a offerta libera. Per l’occasione sarà possibile l’acquisto del libro a 10 euro, il ricavato contribuirà a sostenere i progetti di solidarietà dell’associazione l’Aquilone di Iqbal. Il libro sarà presto in distribuzione al costo di 15 euro presso Librerie.Coop e Libreria Mondadori di Cesena oppure presso la sede dell’Aquilone di Iqbal a Bagnile di Cesena.
UNIVERSI SONORI: LE REALTA’
Il racconto di Universi Sonori parte dai primissimi anni Ottanta, quando a Cesena vengono organizzati i primi festival musicali alla Rocca Malatestiana e le prime serate live alla storica Capanna Rock di Diolaguardia. Collabora già dai tempi all’organizzazione di questi eventi Libero Cola, patron del Vidia, che a cavallo fra il 1981 e il 1982 fonda insieme a Massimo Erbacci e ad altri soci la cooperativa Polimedia, realtà dalla quale nascono negli anni successivi il rock club di San Vittore e un’indimenticabile e indimenticata avventura radiofonica chiamata Radio Melody. La storica emittente cesenate è stata per oltre un decennio il cuore pulsante della Romagna rock, fucina di talenti che hanno fatto poi carriera in ambito giornalistico, nel mondo dei club, nel management e nella produzione musicale, anche a livello nazionale.
La storia della radio è legata a doppio filo con quella del Vidia, uno dei rock club più longevi nel panorama nazionale ed europeo. Ha 35 stagioni all’attivo e negli anni d’oro ha ospitato band e artisti del calibro di Radiohead, Foo Fighters, Hole, Ben Harper, Jeff Buckley, Paul Weller, Suede, Jesus and Mary Chain, Queens of The Stone Age, Mark Lanegan, Calexico, At The Drive-in, nonché i più grandi artisti e gruppi italiani.
Il Suono degli Spazi è la scuderia che fino alla fine del secolo scorso ha visto fiorire le più importanti band cesenati, alcune delle quali oggi affermate anche oltre i confini regionali.
Poi il cambio di millennio, una rivoluzione a tutto campo dal punto di vista storico, sociale e culturale: Cesena resta un punto di riferimento per tutto ciò che è musica, concerti, festival, controcultura. L’Officina 49 e gli strumenti costruiti da Jimmy Guitar (suonati da Afterhours, Marlene Kuntz e altre band dell’underground italiano), il Magazzino Parallelo, l’Art Festival, il Tam Tam Studio (che ha lanciato Cremonini solista e i Lunapop) e lo Stone Bridge Studio, Radio Studio Delta con il suo “Festival di SanRamo”, i collettivi musicali À la plage e Vista Mare: sono numerose le realtà protagoniste delle centodieci pagine di Universi Sonori. E poi c’è Retro Pop Live, che con Acieloaperto e altre rassegne ha portato a Cesena artisti di fama mondiale come Morrissey, Gogol Bordello, Mark Lanegan, Primal Scream, Public Image Limited, Cat Power, Calexico, Black Rebel Motorpsycho Club, Eels, Belle and Sebastian solo per citare dei nomi.
Non da ultime ci sono le band e i musicisti cesenati, del presente e del passato: a loro è dedicata la parte finale del libro, che ripercorre in ordine cronologico la storia di circa 80 gruppi e artisti solisti.
Il progetto gode del sostegno della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Cesena e del Consorzio Romagna Iniziative e della collaborazione di AdagioAssai, Dipartimento di Psicologia dell’Università di Cesena, Associazione Retro Pop Live, Melody Box, Vidia Club, Magazzino Parallelo, Radio Studio Delta, À la plage e Vista Mare.

7. feb, 2019

Dal 10 al 12 maggio presso la Fattoria dell'Autosufficienza in località Paganico, Bagno di Romagna, si terra il corso di riconoscimento e uso delle erbe spontanee a cura di Annalisa Malerba. 
Erbe spontanee e cibo selvatico: chi non ne parla oggi? Dai mercati dei produttori ai ristoranti chilometro zero, agli agriturismi, andiamo riscoprendo il valore di queste irriducibili piante.
Per i neofiti e per chi desidera approfondire, un viaggio ricco di entusiasmo nel mondo delle malerbe, per farcele amiche e trasferirle dal campo, al piatto, ai mille usi domestici che la tradizione ci ha tramandato.
Garantito: non vedrete più lo spazio dietro casa con gli stessi occhi, ma inizierete a distinguere le tante forme e le centinaia di sfumature di verde che lo popolano, con sguardo innamorato, goloso e rispettoso.
CONTENUTI DEL CORSO
- Alimentarsi con le erbe spontanee
- Riconoscimento e raccolta in campo
- Trasformazione
- Uso delle risorse bibliografiche e webgrafiche
- Riproduzione delle piante di interesse e costruzione di una propria banca semi
- L’approccio seguito sarà quello del learning by doing: sperimenteremo insieme!
OBIETTIVI DEL CORSO
- Imparare a valorizzare le erbe spontanee commestibili, di interesse agronomico o di utilità domestica a qualsiasi titolo.
- Riconoscere le più comuni eduli e imparare a trasformarle e conservarle adeguatamente.
- Divenire consapevoli dei rischi di tossicità per vari organi e apparati.
- Essere gratificati, grazie all'approccio sensoriale, e lasciar brillare la scintilla sperimentatrice nell'impiego delle erbe selvatiche in cucina.
- Inserire nei piatti quotidiani le piante infestanti che troviamo nel nostro orto o che possiamo raccogliere in luoghi adeguati o rinvenire al mercato dei produttori.
- Costruire una nostra banca semi.
- Imparare un approccio bibliografico e webgrafico per orientarci.
A CHI E' RIVOLTO IL CORSO
- A chi è digiuno della materia e vuole imparare le basi.
- A chi vuole imparare a riconoscere erbe, alberi e arbusti e integrarli nella dieta quotidiana.
- Ai professionisti del verde e agli hobbisti che desiderano gestire la flora spontanea al meglio, nel privato e nel pubblico, imparando a conoscere il suolo proprio partendo da ciò che vi cresce e accompagnando le specie coltivate in una interessante collaborazione.
- Ai professionisti del settore ristorazione che vogliano apprendere la raccolta e l’uso delle erbe spontanee.
- Ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, per integrare l’offerta didattica.
- Agli operatori delle fattorie didattiche e a chi effettua attività di guida, per apprendere le basi.
PROGRAMMA DEL CORSO*
VENERDI 10 Maggio
ore 15:00 | Arrivo e registrazione dei partecipanti. Tisana/merenda di benvenuto
ore 15:30 - 17:30 | Introduzione alla fitoalimurgia: di botanica e di verdeggianti prospettive
ore 17:30 - 18:30 | Prima uscita in campo, prima raccolta con elementi da inserire a cena
ore 19:30 - 20:30 | Cena
SABATO 11 Maggio
ore 8:30 - 9:00 | Colazione
ore 9:00 - 11:00 | Semaforo rosso, verde o giallo? Dalla tossicità franca a varie manifestazioni di sensibilità verso erbe spontanee di diverse famiglie botaniche
ore 11:00 - 11:15 | Tisana di metà mattina/spuntino
ore 11:15 - 12:15 | Seconda uscita in campo, seconda raccolta con elementi da inserire a pranzo
ore 13:00 - 14:00 | Pranzo
ore 15:00 - 17:30 | Le erbe di casa nostra. Voci monografiche dedicate ad alcune tra le più comuni eduli (Ortica, Tarassaco e altre piante sinantropiche)
ore 17:30 - 17:45 | Tisana/spuntino
ore 17:45 - 18:45 | Terza uscita in campo, terza raccolta con elementi da inserire a cena.
ore 19:30 - 20:30 | Cena
DOMENICA 12 Maggio
ore 8:30 - 9:00 | Colazione
ore 9:00 - 11:00 | Raccogliere, trasformare, conservare. La dispensa spontanea. Elementi di igiene degli alimenti
ore 11:00 - 11:15 | Tisana di metà mattina/spuntino
ore 11:15 - 12:15 | Quarta uscita in campo, quarta raccolta con elementi da inserire a pranzo
ore 13:00 - 14:00 | Pranzo
ore 14:00 - 15:00 | Spazio alle domande dei partecipanti
ore 15:00 - 16:00 | Cerchio di condivisione, valutazione della didattica, saluti
* Secondo il tempo atmosferico e/o la condivisione dei partecipanti, gli orari potranno subire leggere modifiche.
MATERIALE DA PORTARE
- Abbigliamento comodo da escursione
- Copricapo e crema solare
- Abbigliamento da pioggia e scarpe adatte a sopportare piogge leggere e fango
- Carta e penna per appunti
NOTE PER I PARTECIPANTI
Quindici giorni circa prima del corso, verrà inviata agli iscritti un'e-mail con le info logistiche, consigli e materiale propedeutico.
Per maggiori informazioni e prenotazioni clicca qui
http://bit.ly/corso-riconoscimento-erbe-spontanee-2019 

6. feb, 2019

Il Carnevale si può festeggiare sabato 2 marzo a Montereale in maschera con il Video Dj Luca Giorgini e la cena menù fisso completo dalle ore 20.00 a €. 20,00.
Premi per le migliori maschere...
Per chi viene dopo cena ingresso con consumazione inclusa €. 10.00.

Info e prenotazione 371.3414153 - 0547.1958334

8. gen, 2019

Lunedì 11 febbraio torna la quinta edizione di Cesena In Bolla, Food & Bollicine, al Teatro Verdi di Cesena.
L'evento TOP dell'inverno per degustare le migliori bollicine d'Italia, selezionate da TASTE Production.
CesenaINBolla Food&Bollicine: eccellenze spumantistiche di tutta Italia in abbinamento a superlativi prodotti gastronomici.
Per gli operatori Ho.Re.Ca. una grande occasione per degustare e selezionare il panorama delle bollicine italiane e conoscere in prima persona i produttori presenti all'evento.

ORARI DI APERTURA:
HO.RE.CA. (su invito): dalle13,00 alle 17,30
Apertura al pubblico: dalle 17,30 alle 23,00
PREVENDITA BIGLIETTI DI INGRESSO
http://bit.ly/CesenaINbolla2019
Disponibili 300 biglietti in prevendita, con ingresso garantito all'evento (ingresso consigliato entro le ore 20.00, acquistabili max 4 biglietti a persona).
Biglietto d'ingresso con degustazione libera: € 27,00 + € 2,00 di prevendita. Pagamento con carta di credito o PayPal
Sito Web ufficiale:
www.cesenainbolla.com 
Evento Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/events/295172941091973/ 
Organizzazione:
TASTE Production
Marketing e comunicazione:
Net Marketing