RIMINI e DINTORNI

18. ott, 2019

Nel pomeriggio di sabato 19 ottobre, dalle ore 15,30, si svolgerà il Secondo incontro pubblico (il primo si tenne un anno fa) indetto dalla Pro Loco di San Leo con lo scopo di ripercorrere la propria storia negli anni ’60 e 70’ del XX secolo. La retrospettiva vuole riportare alla luce il clima di grande fermento che dal secondo dopoguerra ha pervaso il nostro borgo, come tutta la nazione: in quegli anni, infatti, si è dato il via alle iniziative che hanno poi portato allo sviluppo economico e turistico della nostra area. Prendendo spunto dal passato si vuole stimolare la riflessione su come indirizzare le azioni future, nel presente contesto sociale ed economico, ben consapevoli che il lievito di ogni comunità è la condivisione e il coinvolgimento delle persone nei progetti.
Nella circostanza verrà conferito il titolo di Socio onorario alla dott.ssa Franca Madonna per la sua lunga e attiva militanza nell’associazione.

14. ott, 2019

Presentazione del libro di Carlo Marini e Sisti Federica, Università "Carlo Bò" di Urbino
con conferenza sulle teorie, le tecniche e i modelli di produzione del testo scritto in ambito educativo.
Domenica 20 Ottobre, Teatro del Palazzo Mediceo, ore 16.30
Narrazione, conoscenza, valutazione dei contenuti e stili dello scrivere sono solo alcuni degli aspetti verso cui gli autori condurranno il pubblico in occasione dell'incontro previsto per domenica 20 Ottobre alle ore 16.30 a San Leo.
Insegnati ed educatori sono chiamati a confrontarsi con il ruolo della scrittura nelle scuole di ogni ordine e grado, intesa come capacità di accesso alla conoscenza, chiave dei processi di pensiero e misura dell'apprendimento.
"Convinti, che - sostengono gli autori - nella preparazione alla professione insegnante, debba venire attribuita una sostanziale importanza alla formazione verso la scrittura professionale e al ruolo, affatto secondario, del laboratorio di scrittura nella scuola di ogni ordine e grado, sosteniamo come in questa innovativa prospettiva di creatività espressiva, l’istituzione scolastica si possa configurare come luogo deputato per la conservazione e la trasmissione della cultura alta attraverso la scrittura, intesa non nel senso tecnologico o di riproducibilità di massa, ma nel senso forte di una personale codificazione della realtà e della memoria e, in questa visione, l’insegnante possa diventare modello di siffatta scrittura per la diffusione della stessa tra le giovani generazioni."
Il libro che gli autori presenteranno congiuntamente alla conferenza, è stato editato da Aras Edizioni nel novembre 2018.
L'Amministrazione Comunale di San Leo invita dunque tutti coloro che sono chiamati in causa dall'utilizzo della scrittura, sia per professione, in quanto autori, sia come valutatori, di stili o contenuti, consapevoli dell'importanza che oggi sempre più, assume questo veicolo espressivo e comunicativo, in un'epoca in cui molto spesso grandi contenuti vengono rinchiusi in pochi termini ma anche dove lunghi testi restituiscono scarsi contenuti o valori.
Carlo Marini è professore emerito all’università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Dopo una lunga carriera accademica, ora insegna Letteratura per l’infanzia presso il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria.
Federica Sisti insegnante nella scuola pubblica, in qualità di docente di sostegno nella scuola primaria.
Docente a contratto nel laboratorio di didattica speciale e di letteratura per l’infanzia; docente nell’ambito del seminario di didattica integrativa all’insegnamento di letteratura per l’infanzia presso l’università degli Studi di Urbino” Carlo Bo”.
Ha conseguito il dottorato in pedagogia della cognizione e ha pubblicato diversi volumi nell’ambito della narrativa per ragazzi, nonché articoli di natura didattico-pedagogica nella rivista scientifica internazionale “Formazione & Insegnamento” di fascia A dell’ Anvur.
Appuntamento quindi per Domenica 20 Ottobre nel teatro del Palazzo Mediceo, alle ore 16.30, per riflettere sull'uso della scrittura e sui processi dell'apprendimento.

10. ott, 2019

Mercoledì 23 Ottobre, Teatro del Palazzo Mediceo, dalle ore 9.00 alle ore 13.00
L'Amministrazione Comunale di San Leo, in collaborazione con Ethos Academy promuove un convegno a partecipazione gratuita per valutare correttamente l’applicazione del Pacchetto Sicurezza dopo le linee guida del 26 luglio 2018: dal patto Sindaco-Prefetto all'impatto privacy del sistema di videosorveglianza integrato e interforze, fino agli acquisti di tecnologia a mezzo gare e appalti. Tradurre in atti concreti i nuovi concetti di sicurezza urbana richiede l'osservanza di regole complesse: questo corso/convegno intende fornire ad Amministratori comunali, responsabili e ufficiali di polizia locale e forze dell’ordine, nonché funzionari di enti locali e progettisti, tutti gli strumenti per operare nel rispetto delle regole ai fini di un efficace contrasto della criminalità urbana. Appuntamento il 23 ottobre 2019 a San Leo (RN).
Con le linee guida sulla sicurezza urbana approvate dalla Conferenza Stato Città del 26/07/2018, ai sensi del dl 14/2017 (Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città), si è aperto un nuovo capitolo sul fronte della sicurezza urbana integrata e dell’utilizzo interforze dei sistemi di videosorveglianza per il contrasto della criminalità. Oltre a fornire chiare indicazioni per la stipula dei patti tra Comune e Prefettura, le linee guida approvate nella Conferenza Stato Città ed Autonomie locali introducono nuovi elementi per il controllo efficace dei territori, tra i quali l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza messi a disposizione dai privati. Resta il fatto che qualsiasi progetto di videosorveglianza urbana dovrà evidenziare chiaramente le competenze e i ruoli degli attori coinvolti, nel rispetto delle diverse prerogative, e dovrà essere sottoposto ad una valutazione strategica preventiva anche in materia di privacy, recentemente disciplinata dal Regolamento UE 679/2016 o GDPR. La normativa coinvolge tutti gli impianti, soprattutto se si tratta di sistemi ibridi, destinati ad essere utilizzati in condivisione tra Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato con l’eventuale partecipazione dei privati, nello spirito del decreto 14/2017.
Di questi temi, tanto attuali quanto complessi, si occupa il convegno/corso itinerante, a partecipazione gratuita, “Videosorveglianza urbana”, organizzato da Ethos Academy con la collaborazione di un pool di esperti e professionisti di primo livello ed un obiettivo chiaro ed ambizioso: far acquisire ai partecipanti le conoscenze necessarie per inquadrare in modo corretto un moderno sistema di videosorveglianza in uso a tutte le forze di polizia, eventualmente connesso con la banca dati dei veicoli rubati, nello spirito del decreto sicurezza e delle linee guida generali del 2018. Il corso intende fornire agli organi di vigilanza un quadro esauriente che spazia tra linee guida, impatto privacy e acquisti di tecnologia in modalità di gare e appalti.
Il corso è particolarmente rivolto agli Amministratori comunali, responsabili e ufficiali della polizia locale, forze dell’ordine, operatori a vari livelli degli enti locali, ma anche progettisti che vogliano disporre degli strumenti e delle conoscenze necessarie per valutare correttamente l’applicazione del pacchetto sicurezza 2017 e delle linee guida del 2018.
Relatore di spicco, l’Avvocato Marco Soffientini, tra i più significativi professionisti presenti in Italia per spiegare, in maniera compiuta ed efficace, i non facili passaggi che il GDPR ha portato.

Per maggiori informazioni e per registrarsi gratuitamente: https://www.ethosacademy.it/formazione-security-safety-corso.asp?c=1&id=59
Il corso è riconosciuto per n. 3 crediti formativi per il mantenimento della Certificazione CEI - TÜV Italia e per n. 2 crediti formativi per il mantenimento della Certificazione per Privacy Officer e Consulente della Privacy
Il corso è riconosciuto da TÜV Italia.
L’attestato verrà rilasciato dopo il corso, all'indirizzo email rilasciato durante l'iscrizione.

8. ott, 2019

Lunedì 28 ottobre 2019, dalle 16 alle 18,30, Innovation Square - corso d’Augusto 62 - Rimini, Gioventù bruciata? Contro lo sperpero dell’età giovanile con Stefano Laffi.
Adulti che spesso detengono il controllo e il potere senza valorizzare i giovani, estromettendoli dalla cittadinanza attiva. In un contesto per i ragazzi di disillusione e disincanto, il mondo del volontariato potrebbe essere una possibile soluzione per rompere lo schema. Scommettere sui giovani e il loro impegno sociale per non disperdere energie e potenzialità. Di questo e tanto altro si parlerà nell'incontro con il noto professore, ricercatore sociale e scrittore, che con spiccato coinvolgimento e analisi talvolta provocatorie, saprà fornire con la sua esperienza giusti spunti di riflessione e possibili soluzioni. Un confronto tra giovani e adulti nel quale ci saranno numerosi interventi interessanti e stimolanti. Non mancate!!!!!

ISCRIZIONI
L’ingresso è libero, per motivi organizzativi richiesta iscrizione compilando il modulo online https://forms.gle/WAuHkVnuRKyUFfam8 

Per informazioni: Volontarimini
tel. 0541 709888 – volontarimini@volontarimini.it