RICCIONE e DINTORNI

24. apr, 2019

Hanno cominciato a sfidarsi sulla spiaggia di Riccione già da lunedì 22 aprile gli oltre 1.800 pallavolisti che partecipano alla XXII edizione del Beach Line Festival, uno degli appuntamenti di beach volley più famosi del mondo, che porta a giocare in riva al mare atleti e campioni che arrivano da tutto il Nord Europa, prevalentemente da Germania e Austria.
Record di iscritti quest’anno, complice anche una Pasqua che cade nella seconda metà di aprile, e record anche di campi montati, 240 per l’edizione 2019 (dalla spiaggia 91 alla 137) ed il colpo d’occhio è davvero notevole.
Nella spiaggia di fronte al piazzale Azzarita è allestito il campo da gioco centrale con tribune per il pubblico che vuole seguire gli incontri più avvincenti del torneo. A pochi metri di distanza all’interno di una grande tensostruttura sorge anche il quartier generale, con fisioterapisti, centro informazioni e zona relax.
Importante anche l’indotto in termini di presenze turistiche: sono una trentina gli hotel coinvolti dalla manifestazione e dodicimila le presenze in questa settimana.
Tra le novità 2019 c’è la borraccia ufficiale della manifestazione, consegnata a tutti i partecipanti per limitare il più possibile l’utilizzo delle bottigliette di plastica e ridurne quindi il consumo. Le spiagge dove giocano i ragazzi sono state infatti dotate di fontane ad acqua potabile così che possano rifornirsi comodamente con la borraccia in dotazione.

23. apr, 2019

Sabato 27 e domenica 28 aprile a Riccione Paese ci sarà la seconda edizione di "Io, tu e le rosole", le celebrazioni pdei cassoni alle rosole in occasione dela tradizionale festa dedicata al Beato Alessio.
Questa edizione dell'appuntamento che ha per protagonista una specialità tipica del nostro territorio; una due giorni in cui Riccione Paese è pronta ad accogliere cittadini e turisti con un omaggio alla tradizione, in cui gli ospiti potranno scoprire i sapori e i profumi del passato e conoscerne i segreti.
CASSONI ALLE ROSOLE & Co.
Nelle casine troverai... i cassoni e le altre specialità a base di rosole da gustare sul posto o take away.
Stand aperti Sabato e Domenica dalle 11.00 alle 21.00, Corso F.lli Cervi
MERCATINI
Mercatino delle Erbe e dell’Artigianato (Corso F.lli Cervi)
Mercatino dei creativi ‘La Piazzetta delle Idee’ (Piazza Matteotti)
Sabato dalle 11.00 alle 21.00, Domenica dalle 10.00 alle 21.00
BEVANO EST in concerto
Fisarmonica bitonica, violino e clarinetto.
Una formazione storica romagnola composta da strumenti acustici che propone, con sottile ironia, una musica di propria composizione, sguaiata e delicata, che in teatro si siede scomposta, in osteria chiede ascolto e in piazza fa ballare. La loro musica è suonata con l’anima e con il corpo, con la dolcezza e con la rabbia, con la gioia e la malinconia.
Sabato dalle 17.30 e Domenica dalle 16.30, Piazzetta Parri
NEI BAR DEL PAESE
Drink, aperitivi e merende.
Sabato e Domenica, tutto il giorno.

27. mar, 2019

Sfere e pois, biglie giganti e molecole nel cielo: sboccia a Riccione la primavera dei colori. Due mesi di bici, scenografie urbane e eventi unici nell’anno di Riccione città di tappa del Giro d’Italia.
Dal 13 aprile al 16 giugno la città accoglierà i suoi ospiti con i colori, le tinte, le suggestioni e le sfumature che svelano la stagione del risveglio, interpretate da un palinsesto di eventi e iniziative che segneranno questi mesi, a partire dal Giro d’Italia 2019, cuore pulsante della programmazione.
Comincia così, en plein air, sabato 13 aprile con Molecole Show, La Primavera del Giro, il progetto originale dell’assessorato al Turismo, Sport, Cultura, Eventi del Comune di Riccione, creato per inaugurare un anno speciale dedicato allo sport. In piazzale Roma, di fronte al mare, andrà in scena un evento unico ispirato all'immaginario di poter volar via con un grappolo infinito di palloni, una performance di danza aerea dalla scenografia raffinata e elegante, uno spettacolo che rappresenta l’autoritratto di Riccione, città dinamica che punta “alla volata”, mai come quest’anno “in fuga”, che evoca sogni e desideri, che sa stupire ogni giorno cittadini e ospiti.
Riccione città di tappa è un appuntamento eccezionale e proprio per questo l’amministrazione comunale ha voluto farne il cuore del progetto di primavera. Il Giro d’Italia 2019 sarà all’insegna dell’equilibrio tra cronometro e montagne e, a metà del cammino, domenica 19 maggio, c’è proprio la Sangiovese Wine Stage, la Riccione - San Marino, che offrirà per un’intera giornata uno spettacolo straordinario, quello di una gara dove si compete con il tempo e in cui gli atleti si mettono in gioco sfidando la propria forza e resistenza fisica. Il tutto raccontato da molte ore di diretta mondiale dalla nostra città e dal suo magnifico entroterra.
Da qui nasce La Primavera del Giro è un vero e proprio progetto artistico collettivo ideato da un team di creativi composto da Impronta Digitale, Laura D’Amico e Anton Luca Nannini, giovani professionisti che con la cura e la supervisione dell’assessorato Turismo Sport Cultura Eventi del Comune, ha tradotto in immagine coordinata e scenografie urbane il format 2019 della primavera di Riccione. Biglie e bici giganti, sfere di luce e colori, cerchi, pois e balloon di ogni dimensione, questi sono i principali elementi, tratti grafici e armoniosi che caratterizzeranno il racconto della città, una narrazione che si trasforma in immaginario e intreccia il grande tema dello sport e del green. Saranno il rosa del Giro e il verde della natura le tonalità di cui si tingeranno strade, piazze e viali di Riccione nel corso di questa stagione, in un’esplosione cromatica e pop che accompagnerà un programma articolato di appuntamenti e iniziative a tema.
Tra i protagonisti degli allestimenti anche i grandi campioni del ciclismo di oggi, in un’installazione originale fatta di maxi-biglie in collaborazione con Panini, con le nuovissime figurine dell’edizione 2019 del Giro d’Italia in anteprima assoluta per Riccione.
Tra aprile e giugno il cartellone de La Primavera del Giro ospiterà una lunga serie di eventi sportivi di livello nazionale e internazionale che si mescoleranno ai tanti appuntamenti per professionisti e amatori, tutti all’insegna della passione al di là delle classifiche e dei risultati. La spiaggia, il mare, i viali, le piscine olimpioniche dello Stadio del Nuoto e tutti gli impianti sportivi d’eccellenza di Riccione andranno a comporre una vera festa dello sport, che avrà nel suo cuore la tappa del Giro d’Italia salutata sabato 18 maggio da uno spettacolo pirotecnico di fuochi d’artificio sul mare.
Tutto ruota intorno al Giro, il grande baricentro che ispira gli allestimenti e il palinsesto eventi. In bilico tra sport e spettacolo lo show di Vittorio Brumotti che martedì 16 aprile attraverserà con le sue spericolate acrobazie i luoghi di Riccione città di tappa. Il ciclismo in Romagna secondo Casadei (19 aprile-16 giugno) è un progetto espositivo site-specific in Villa Mussolini a inaugurare il week-end di Pasqua a trenta giorni dalla nostra cronometro: un allestimento di immagini, visioni e memorabilia dall’archivio fotografico di Secondo Casadei, riccionese doc, leggendario fotoreporter delle bici. La mostra inaugurerà con un talk dedicato alla storia del ciclismo (19 aprile) condotto da Marco Pastonesi con la partecipazione di Davide Cassani, Maurizio Fondriest e altri campioni. Un’altra mostra accompagnerà il racconto del Giro, questa volta negli spazi della biblioteca comunale che nel mese di maggio dedicato ai libri affianca letture, laboratori e spettacoli all’esposizione La bici tattile - due ruote per apprendere, un progetto di illustrazione realizzato da Fernanda Pessolano a cura della Biblioteca della bicicletta “Lucos Cozza” di Roma. Dopo la tappa del 19 maggio anche il futuro del ciclismo internazionale parte da Riccione con il Giro d’Italia Under 23, la corsa più prestigiosa e ambita del calendario degli atleti più giovani (partenza il 14 giugno), tra gli eventi più attesi della nuovissima Ride Riccione Week (9-16 giugno). In un 2019 che celebra lo sport, Riccione presenta un format originale, una settimana di eventi, incontri, gare e spettacoli dedicati al mondo della bici che si conclude con un appuntamento imperdibile, la Ride Riccione, che trasforma la storica Gran Fondo in tre percorsi, una corsa che raggiungerà nel circuito più lungo la vetta del Cippo del Monte Carpegna, conosciuta in tutto il mondo grazie a Marco Pantani.
E poi il calcio internazionale con l’Adria Cup (18 – 21 aprile), il beach volley con il grande evento del Beach Line Festival (dal 22 al 28 aprile), il triathlon del Challenge Riccione (4-5 maggio), la grande scherma al Playhall (13-22 maggio).
Lo sport attraversa paesaggio, scenografie e programmazione di Riccione in una primavera che scommette anche sulla cultura e sull’arte con un palinsesto di spettacoli, market e mostre davvero unico.
Il cartellone della Primavera del Giro ad aprile si incrocia con quello della scena, con due proposte firmate Riccione Teatro, il nuovo spettacolo di Lucia Calamaro con Silvio Orlando (Si nota all’imbrunire) che conclude La Bella Stagione 18\19 dello Spazio Tondelli (20 aprile) e un appuntamento off il lunedì di Pasquetta (22 aprile) nel bel parco di Villa Mussolini con il concerto (data unica in Italia) di Kendy Gable e Claudio Donzelli (Mighty Oaks), un live intimo e profondo, piano, chitarra e voce, che unisce la tradizione cantautorale americana e la musica classica contemporanea.
Dalla Villa Mussolini alla Villa Franceschi, passeggiando per i viali, la città si trasforma in paesaggio botanico, fatto di fiori e piante, di colori e progetti speciali che abbracciano l’artigianato e le arti, il design e il territorio. Dai flower market in viale Gramsci (12-13 aprile) e in viale Dante (11-12 maggio) alla presentazione di Photosynthesis Experience (11 maggio) nella splendida Villa Franceschi, un progetto evento unico di natura espositiva e performativa che inaugurerà nel mese di giugno, volto a valorizzare il giardino e le opere della collezione permanente della Galleria d’arte moderna e contemporanea; una mostra “viva”, work in progress, che unisce arte e mondo floreale e botanico, immagini e pittura, video e installazioni, workshop e eventi, un “vivaio artistico” ideato dal fotografo Enrico De Luigi con la partecipazione di artisti come Filippo Zaghini, Enrico Pantani e Gola Hundun e in collaborazione con realtà e associazioni del territorio come la neonata Officina Fotografica Riccione. Due luoghi straordinari e unici di Riccione, immersi nel verde e nella storia antica e recente, come l’ex fornace e il Castello degli Agolanti, saranno protagonisti di due handmade market originali dedicati all’artigianato di qualità: Wanderlust (27-28 aprile) e Lo Smanèt (25-26 maggio) ideati e organizzati da due creative del territorio, Deborah Giordano e Stephanie Baker.
Dal 30 maggio al 2 giugno torna il Riccione DIG Festival appuntamento molto atteso dai reporter di tutto il mondo con un programma straordinario di eventi e visioni dedicate al giornalismo d’inchiesta, con i premi internazionali e una giuria di prestigio presieduta in questa edizione da Naomi Klein. Un evento straordinario seguirà la serata di premiazione del festival (1 giugno), una serata di musica unica e irripetibile, un concerto allo Spazio Tondelli in cui la grazia e la malinconia del cantautore Giorgio Poi, apripista di una nuova generazione musicale italiana, andranno a braccetto con le sonorità noise dell’icona indie-rock Thurston Moore, bandiera dei leggendari Sonic Youth di cui è stato anche il cofondatore nel 1981.
Sono moltissimi gli appuntamenti della Primavera del Giro, toccano temi, quartieri, vocazioni e desideri. Mostre, festival, pedalate, una speciale caccia al tesoro, eventi gourmet e bollicine, storia e tradizione, giochi, musica, teatro e danza.
Così Riccione fa il suo giro, ed è pronta alla volata, con lo sguardo dritto sul futuro.

4. dic, 2018

Riccione si conferma meta privilegiata per gli amanti della bicicletta. Sono sempre di più i cicloturisti, i professionisti le realtà sportive – a partire dalla nazionale ciclismo – che scelgono Riccione per allenarsi e divertirsi e aumentano di anno in anno le manifestazioni e le gare che scelgono la città come punto di partenza, un risultato che trova nella cronometro individuale del Giro d’Italia 2019 il suo traguardo più importante.
Proprio per questo, per rafforzare il posizionamento strategico sul mercato del cicloturismo, l’assessorato al turismo e sport ha ideato RRW – Ride Riccione Week, una settimana, dal 9 al 16 giugno, con eventi sportivi, incontri, spettacoli tutti dedicati alle due ruote, un appuntamento internazionale che sarà promosso in tutta Europa.
Il progetto è realizzato in collaborazione con i maggiori player del settore e con il consorzio Bike Hotel, il consorzio Family Hotel, Riccione Sport, Eurobike e riviste di settore come InBICI.
RRW è dedicato ad un pubblico trasversale e prevede un palinsesto di eventi per diverse fasce di età, interessi e vocazioni, dalle gare in mountain bike a quelle di Brompton – le bici pieghevoli made in London – dalle escursioni giornaliere con e-bike alla scoperta dell’entroterra ai tour con i campioni dal mare alla collina.
Per tutta la settimana inoltre sono previsti forum b2b, stand con i prodotti dei principali brand del settore, dall’abbigliamento tecnico alle case di produzione.
Il tutto accompagnato da spettacoli, intrattenimento ed enogastronomia d’eccellenza.
Tra i partner di RRW figurano alcune tra le più prestigiose realtà internazionali come Campagnolo Roma, associata WACE (World Association Cycling Event) e Formula Bici.
Nella settimana di RRW inoltre sono in programma due gare internazionali:
il prologo e la partenza della prima tappa da Riccione del Giro d'Italia under 23 e la Ride Riccione, l’upgrade della Gran Fondo Città di Riccione nata e cresciuta grazie al patron Valeriano Pesaresi che, dopo vent’anni rilancia e cambia veste e si trasforma in un format con tre percorsi, da 40, 85 e 140 km, e raggiungerà nel circuito più lungo la vetta del Cippo, conosciuta in tutto il mondo grazie a Marco Pantani.
Il progetto Ride Riccione Week non vuole essere solo un evento ma un prodotto e per comunicarlo e promuoverlo si è scelta la firma di Aldo Drudi, che ne ha ideato il logo, un tratto che narra di velocità e futuro, che si scinde per raccontare Ride Riccione Week e Ride Riccione.
Proprio il Giro d’Italia Under 23 ha riportato di recente Drudi ad occuparsi di ciclismo, quando il CT Davide Cassani nel 2017 gli chiese di mettere la sua professionalità a disposizione dell’ambizioso progetto di far rinascere la corsa delle giovani promesse, e disegnarne le maglie ufficiali.
“La mia famiglia è sempre stata appassionata di ciclismo – afferma Aldo Drudi. Ci hanno conquistato le imprese epiche dei campioni di questo sport che è fatica e passione. Poche altre discipline riescono a dare le stesse emozioni. La bici è uno sport filmico, scenografico. Le grandi sfide e le imprese sotto la pioggia battente o la neve producono immagini e ricordi a dir poco suggestivi. I colori e le livree sono simili a quelle del motociclismo. I paesaggi italiani sono il fantastico teatro naturale per uno sport romantico. Mi affascina il contatto ravvicinato con i tifosi: è uno sport che passa sotto casa, che anima i borghi più belli del mondo e il cuore degli italiani».
“Il segmento del cicloturismo è in grande ascesa nel panorama internazionale e Riccione è una destinazione decisamente ben posizionata in questo scenario – dichiara l’assessore al turismo e sport Stefano Caldari. Il lavoro svolto negli anni in questa direzione ci consente di raccogliere risultati molto importanti sia in termini di presenze che di manifestazioni di primo piano che ci scelgono. La rete di bike hotel con servizi specializzati e di altissimo livello, le peculiarità della città e del suo territorio, le vocazioni di Riccione hanno fatto della bicicletta un elemento di promozione che ci caratterizza mettendo al centro lo sport, il benessere, la mobilità dolce, i servizi di qualità, l’innovazione, i tratti dunque che meglio ci raccontano. Investire sulla filosofia e sull’economia delle due ruote significa aderire ad un’idea di sviluppo green in tutte le sue declinazioni. La settimana RRW riassume tutto questo, e si rivolge ad un pubblico molto ampio che va da chi pratica attività a livello agonistico a chi ama muoversi in bici per il piacere di vivere il territorio e fare movimento”.