19. giu, 2019

Torna “Una spiaggia che legge è una bella storia” in quindici stabilimenti balneari.

L'Istituzione Biblioteca Classense, nell'ambito delle attività di promozione della lettura in vari luoghi della città, ha ideato il progetto “Una spiaggia che legge è una bella storia” per portare direttamente negli stabilimenti balneari libri a disposizione delle persone che li frequentano.
Dalla Classense, per il terzo anno consecutivo, oltre mille libri di tutti i generi, dal thriller al romanzo sentimentale passando per qualche classico italiano, sono approdati in quindici stabilimenti balneari che hanno accolto positivamente la proposta.
Grazie al coordinamento della biblioteca Classense che ha curato la scelta, la consegna dei libri e la campagna promozionale, i bagni aderenti, che si auspica nei prossimi anni possano essere sempre più numerosi, diventano così "promotori della lettura".
Da domani, giovedì 20 giugno, a Lido Adriano, Marina di Ravenna, Marina Romea e Punta Marina, nei bagni Ai Tamerici, Azzurro, BBK, Corallo Beach, Ettore, Hana Bi, Long Beach, Nariz, Nautilus, Paradiso, Perla, Singita, Sottomarino, Toto e Zanzibar, si possono prendere in prestito i libri della Classense e riconsegnarli dopo la lettura.
Gli stabilimenti balneari che aderiscono ad "Una spiaggia che legge è una bella storia" testimoniano che la lettura è un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta tra i diversi protagonisti presenti sul territorio.
In questi anni, i clienti degli stabilimenti balneari hanno accolto prima con sorpresa poi con curiosità ed entusiasmo la possibilità di trovare direttamente in spiaggia un'offerta di libri tra cui poter scegliere.
Anche per questo Il Centro per il libro e la lettura, insieme all’Anci (Associazione nazionale Comuni italiani), riconosce a Ravenna la qualifica di “Città che legge”.
Informazioni: www.classense.ra.it, facebook/bibliotecaclassenseravenna