RAVENNA e DINTORNI

24. apr, 2019

Sabato 27 aprile, notte d'oro alla classense con tre mostre, una performance, una videoproiezione, una cabina Snapshot, fino alle 22.00.
In occasione della Notte d'Oro Primavera (27 aprile) un fitto programma di iniziative in biblioteca, tutte ad ingresso libero.
1) Manica Lunga, dalle 19 alle 22 visite guidate ogni mezz'ora
- "IERIOGGI. Vedute di Ravenna a confronto"
Visite guidate gratuite dalle 19 ogni mezz'ora – non è necessaria la prenotazione. Finissage della mostra di fotografie contemporanee di Leonardo Goni, Alex Iemmi, Gian Marco Molducci, Andrea Pezzi, Vincenzo Pioggia, Michele Vallicelli. Una mostra che confronta le foto di Gaetano Savini (1850-1917) con scatti realizzati oggi. In collaborazione con Ravenna a tréb... ieri, oggi e....
2) Sala del Mosaico, fino alle 22, alle 19 visita guidata
- "Ascoltare Bellezza: "Anything", di Daniele Galliano"
Alle ore 19 visita guidata gratuita con il curatore, Paolo Trioschi – non è necessaria la prenotazione
3) Sala del Mosaico, ore 19.30
- "Vocography", performance site specific del fotografo Adam Victor e della cantante spirituale Eleonora Velka-Sai. Una potente combinazione di voci improvvisate e immagini fotografiche proiettate e scattate appositamente
4) Corridoio Grande, visita guidata alle 20:30
- Lavori d'acque: storie di chiuse, ponti e bonifiche. Secoli XV- XX* La co-curatrice della mostra, Claudia Foschini, condurrà una visita gratuita su prenotazione (mandare una mail a: prenotazioni_eventi@classense.ra.it). Un itinerario tra antiche mappe, documenti d’archivio e fotografie sul millenario lavoro di bonificazione e regolazione delle acque nel territorio ravennate. In collaborazione con il Consorzio di Bonifica della Romagna.
5) Sala Dantesca, dalle 19
- "Proiezione di foto dal Fondo Dolcini"
Sarà possibile visitare l'antico refettorio cinquecentesco del monastero di Classe nel quale per la serata verranno proiettate foto dal fondo Arrigo Dolcini. Alle 18, presso il Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna aprirà la mostra Arrigo Dolcini. Professione Fotografo., in cui verrà esposta per la prima volta una selezione di foto del fotografo ravennate, scattate tra gli anni '50 e '60 a Marina di Ravenna.
6) Chiostro d'ingresso, fino al 6 maggio
- "SPRING SNAPSHOT | Istantanee da Ravenna"
Due cabine Photomatic Vintage e la possibilità di farsi fotografare al loro interno. Sarà possibile stampare due copie, una delle quali entrerà a far parte di una grande installazione collettiva fatta dai singoli volti di tutti i partecipanti.

23. apr, 2019

Sabato 27 aprile, una Notte d'Oro di Primavera ascoltando musica jazz e black music e degustando del buon vino rosso e bianco, bollicine e birra fresca al Jean Music Room nel centro storico di Ravenna.
Per la Notte Oro Primavera JMR sarà aperto al mattino dalle 10.30 alle 13 e al pomeriggio dalle 16 alle 22.30.
Una giornata intera per acquistare vinili originali e nuovi, cd, libri musicali anche in edizioni rare, locandine del cinema, impianti stereo hi-fi e tanto altro.

Se vuoi prenotare un tavolino scrivici.
Per info Jean Music Room, via Girolamo rossi, 41 - Ravenna (RA) - Tel. 335.5422929 - mail: jeanmusicroom@gmail.com 

23. apr, 2019

Un’occasione per giocare a Mah Jong tutta la notte in compagnia dei protagonisti del film “Il Drago di Romagna”, il primo documentario italiano sul gioco del Mah Jong a Ravenna che racconta la storia della Luisa, una simpatica signora romagnola, appassionata, testarda e determinata con un grande sogno da realizzare: andare in Cina… per fare una partita a Mah Jong con i cinesi!
La Notte d’Oro Primavera, in programma sabato 27 aprile, offre l’opportunità di partecipare, nel salone nobile di Palazzo Rasponi dalle Teste, al Gran Galà del Drago di Romagna, una serata adatta per chi vuole perfezionarsi, per chi sta imparando, per chi non gioca da un po’ e vuole fare qualche partita in compagnia, tra amici e con i protagonisti del film.
Alle 20 ci sarà la presentazione ufficiale del cast del film “Il Drago di Romagna” da parte del regista Gerardo Lamattina e dei produttori Giusi Santoro per POPCult (Italia) e Jack Jiang per Micromedia Communication Italy (Cina). I casting si sono svolti a Ravenna e la selezione è stata fatta tra più di 400 candidati, molti dei quali giocatori di Mah Jong. Ospite speciale della serata Lodovico Valvassori, noto produttore ravennate di Mah Jong degli anni 80.
Alle 21 si inizia a giocare a Mah Jong. L’evento è aperto ai giocatori di tutti i livelli. Non è una competizione ufficiale, ma si vuole far rivivere lo spirito ludico e di condivisione del Mah Jong. 10 i tavoli da 4 persone. Si giocherà secondo il regolamento e con Mah Jong Valvassori a partire dalle 21. Sono 4 i turni di gioco con inizio allo scadere di ogni ora. Ogni turno di gioco dura 50 minuti, allo scadere dei quali in base ai punteggi di ogni singolo giocatore si decreterà il vincitore del turno. Alla fine del turno i giocatori dovranno lasciare il tavolo ai partecipanti di quello successivo. Su richiesta è possibile partecipare a più di un turno.
In palio i premi esclusivi del film “Il Drago di Romagna” e non solo: magliette, biglietti per l’anteprima del film, corsi di lingua cinese, corsi di cucina romagnola e cinese, pedine originali dell’epoca Valvassori e un Mah Jong Valvassori edizione limitata 2019 dedicata al film. La quota di partecipazione è di 5 euro. Chi porterà con sé il proprio Mah Jong Valvassori entrerà gratuitamente.
Prenotazione obbligatoria alla mail ildragodiromagna@gmail.com con oggetto “iscrizione Notte d’Oro”, specificando in quale turno di gioco (21 - 22 - 23 - 24), se si porta con sé il proprio Mah Jong e se si desidera giocare per più di un turno.

16. apr, 2019

In occasione delle festività pasquali e dei ponti di primavera, tutti i monumenti del Polo Museale dell’Emilia-Romagna sede di Ravenna saranno aperti con i consueti orari e con aperture straordinarie il lunedì 22 e 29 aprile presso il Museo Nazionale e lunedì 22 aprile e mercoledì 1 maggio presso il Palazzo di Teodorico.
Tante occasioni di scoprire i monumenti con un accompagnamento guidato al solo costo del biglietto di ingresso, a cura del personale MiBAC:
Domenica 21: Battistero degli Ariani ore 11.30
Basilica di Sant’Apollinare in Classe ore 17.30
Lunedì 22: Mausoleo di Teodorico ore 10.30
Museo Nazionale di Ravenna ore 16.00
Giovedì 25: Basilica di Sant’Apollinare in Classe ore 10.30
Mausoleo di Teodorico ore 16.00
Sabato 27: Palazzo di Teodorico ore 10.30
Domenica 28: Museo Nazionale di Ravenna ore 10.30
Battistero degli Ariani ore 16.30
Lunedì 29: Museo Nazionale di Ravenna ore 10.30
Mercoledì 1° maggio: Battistero degli Ariani ore 10.00
Mausoleo di Teodorico ore 11.30
Mausoleo di Teodorico ore 16.00
Attenzione: nella mattinata di mercoledì 1 maggio si terrà presso la basilica di Sant’Apollinare in Classe una celebrazione liturgica dalle ore 10 alle ore 12.30.

16. apr, 2019

L'Associazione MU in collaborazione con il Comune di Ravenna, la Regione Emilia Romagna, l'Autorità Portuale di Ravenna, Propeller Club Ravenna e in sinergia con Danilo Montanari Editore promone MAREA percorsi sonori tra porto e citta a Ravenna il 18, 19, 20 e 25-26 maggio 2018.
L'intento di Marea, nuova rassegna artistica multidisciplinare che si terrà a Ravenna tra il 18 e il 26 maggio, è innescare, attraverso pratiche di ascolto attivo, meccanismi di riappropriazione di un'area – quella portuale – posta in prossimità della città e che ricopre un ruolo importantissimo per essa, ma resta spesso sconosciuta ai cittadini. Marea si aprirà venerdì 18 maggio alle ore 18 con un programma parallelo che vedrà l'inaugurazione di una mostra e la performance acustica di Janneke van der Putten, giovane artista olandese che da anni indaga le pratiche sonore legate alla voce implementandole con studi di musica e tecniche tradizionali, legate principalmente al territorio della Mongolia e dell'India. La sua esibizione e un saluto di benvenuto avverranno sulla terrazza del MAR - Museo d'Arte della città di Ravenna tra il tardo pomeriggio e la prima serata. Alle 21, presso MAG - Magazzeno Art Gallery, Carlos Casas presenterà una selezione dei suoi Fieldworks, video documentari iniziati nel 2000, da allora realizzati in tutto il mondo e ancora work in progress, che catturano il paesaggio come fosse un ritratto, combinando in maniera estremamente accurata immagini in movimento e suono in presa diretta.

Il programma di venerdì 18 maggio
Terrazza del MAR – Ore 18
Inaugurazione mostra e performance acustica di Janneke van der Putten
MAG - Magazzeno Art Gallery – Ore 21
Carlos Casas, selezione dei suoi Fieldworks
Janneke van der Putten (NL)
Artista visiva e sonora con base a Rotterdam. La sua pratica coinvolge esperienze di ascolto, performance, suono e video, documentazioni attraverso immagini, testi e tessuti, laboratori, progetti musicali e creazione di piattaforme per lo scambio culturale. La voce è il suo strumento d'elezione, sperimentata con esplorazioni fisiche e sonore, attraverso il confronto con location specifiche e contesti locali. Attraverso le sue esperienze personali indaga le risposte a ciò che la circonda e le loro relazioni con fenomeni e transizioni naturali. Si è laureata con un BDes in TXT (Tessuto) alla Gerrit Rietveld Academy (Amsterdam, 2003 - 2009) e ha completato il suo MMus in Artistic Research alla Royal Academy of Art e Royal Conservatoire de L'Aia (2011 - 2013). Si è formata in canto classico dell'India del nord con Amelia Cuni e Marianne Svašek (Berlino e Rotterdam, 2009 - 2014) ed è autodidatta in varie tecniche vocali estese. Il viaggio in Italia è supportato da CBK Rotterdam (Centre for Visual Arts Rotterdam).

Carlos Casas (E)
Il suo lavoro è un crocevia tra film documentario, cinema, arti visive e sonore contemporanee. I suoi ultimi tre film sono stati premiati in tutto il mondo, da Torino a Madrid, da Buenos Aires a Città del Messico sue opere sono state presentate in mostre collettive e personali. Ha appena concluso una trilogia di lavoro dedicata agli ambienti più estremi del pianeta, Patagonia, mare di Aral e Siberia. Attualmente sta lavorando ad un film su un cimitero di elefanti ai confini tra l'India e il Nepal. Le sue opere trattano l'idea della sopravvivenza, della morte e dell'arcaico, come un moderno esploratore. La sua ricerca audiovisiva cerca di mettere in dubbio il modo in cui comunichiamo e il nostro ambiente così mutevole, portandoci al limite dell'esperienza audiovisiva. È fondatore di Map Productions con la moglie e moglie Saodat Ismailova e gestisce l'archivio audiovisivo Von con il collega amico dell'artista Nico Vascellari.