10. lug, 2017

L'aceto di mele, non solo per il condimento

Chi non ha mai comprato una bottiglia di aceto di mele? Chi non lo ha mai usato come condimento per le insalate in alternativa all’aceto di vino o al più aromatico aceto balsamico? Ma in quanti sanno che l’aceto di mele fa bene al nostro organismo come integratore o depurante e antinfiammatori prendendosi cura del nostro apparato digerente migliorando anche la digestione?L’aceto di mele, usato fin dai tempi antichi, è ricco di oligoelementi come calcio, potassio, magnesio, rame e ferro. Un bicchiere di acqua (200 cc.) con un cucchiaino di aceto di mele preso a digiuno alla mattina permette al corpo di assorbire in modo corretto tutti gli alimenti rendondoci più forti e in buone condizioni di salute; disintossica colon e intestino favorendo la digestione, depura eliminando le tossine e migliora il funzionamento del sistema linfatico permettendo al sangue di fluire al meglio. Riduce l’ipertensione, contribuisce a diminuire i trigliceridi e migliora il riequilibrio alcalino. Assunto prima dei pasti viene considerato come integratore, ricco di vitamina B6 e di pectina, che insieme ad una dieta bilanciata e ad una sana attività fisica può permettere di perdere peso. Mai superare le dosi e i 10 giorni consecutivi di assunzione.
Questo nettare di mele, per uso esterno, può essere usato come tonico per la pulizia del viso e la cura dell’acne.

R.R.