In Nostri Patner

Radio International, la radio dell'Emilia Romagna le province di Bologna, Ravenna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Forlì/Cesena, l' intero Appennino Bolognese e parte di quello Modenese il cui suono si ascolta con qualità stereo digitale in R.D.S. a Bologna e provincia 97.300 - 97.600, a Modena e Reggio Emilia 97.500, a Ravenna e Lidi Ravennati 100.200, nel compresorio di  Lugo 100.400, sull' Appennino Bolognese 97.200 - 97.400 - 100.500 - 102.100, Valle del Samoggia 97.400, nel comprensorio di Imola 97.3, di Sassuolo 97.500 e poi nella provincia di Ferrara 97.300, nella provincia di Forlì Cesena 100.200 e 97.300. Radio International si ascolta anche on line in streaming audio.

www.radiointernational.it 

Ravenna Festival fondato nel 1990 da Cristina Mazzavillani Muti, Ravenna Festival si è sempre caratterizzato per un programma che include tutti i linguaggi artistici, dalla musica sinfonica a quella da camera, dall’opera al teatro, dalla danza al musical, dal jazz alla musica etnica. Ogni anno da maggio a luglio una città intera diventa palcoscenico per due mesi: dalle basiliche tempestate dall’oro di antichi mosaici agli eleganti teatri storici, chiostri, antichi palazzi, le archeologie industriali, ma anche le spiagge e la pineta dove sostò Dante Alighieri e ancora su fino alle dolci colline che si stagliano lontane all’orizzonte...e dal 1997, anno del primo concerto a Sarajevo, i passi si intrecciano con quelle de "Le Vie dell'Amicizia" viaggi che toccano le città ferite e rilanciano i legami con i luoghi che hanno fatto la storia, costruendo "ponti di fratellanza". La guida di questi viaggi è da sempre Riccardo Muti.

www.ravennafestival.org 

Jazz Network è stata, dal 1987, la prima rete elettronica nel settore culturale. È un'associazione senza fini di lucro di promotori, associazioni di musicisti, direttori artistici, consulenti di musica programmi in Europa che lavorano principalmente nel campo del jazz e della musica improvvisata.
Jazz Network vuole promuovere la collaborazione tra i professionisti in questo campo per migliorare l'efficienza organizzativa e la programmazione di concerti e tour e, quindi, le condizioni di lavoro di musicisti, agenti e promotori.
I suoi membri e gli utenti lavorano insieme per coordinare progetti comuni e per commissionare produzioni originali.

www.erjn.it

L’Accademia Bizantina nasce a Ravenna nel 1983 con l’intento programmatico di “fare musica come un grande quartetto”. Oggi come allora, il gruppo è gestito in modo autonomo dai propri componenti custodi e garanti di quell’approccio interpretativo cameristico che lo ha sempre contraddistinto.
Molte le personalità di spicco del mondo musicale che ne hanno sostenuto la formazione e la crescita: Jorg Demus, Carlo Chiarappa, Riccardo Muti e Luciano Berio. Nel corso degli anni hanno potuto disporre dell’apporto e del contributo artistico di musicisti esperti e dotati, come il violinista Stefano Montanari, che per oltre vent’anni è stato parte integrante del gruppo. Tutto ciò ha permesso all’Ensemble di specializzarsi nell’esecuzione del repertorio musicale del XVII, XVIII e XIX secolo suonando su strumenti originali.
 

 

Alkatrazmanagement nasce nel 2002 per dare una risposta seria a chi in Italia cercava una realtà puramente ROCK: per il rock non c'è spazio dove non c'è chi lo ama. Ma se in radio passano GnR, Metallica, Litfiba, Deftones etc... c'è qualcuno a cui quella musica piace.
Noi siamo qui per farvi arrivare a Lui, attraverso recensioni, interviste, concerti etc...

www.alkatrazmanagement.it

Bronson Produzioni nasce a Ravenna e si occupa della gestione di spazi e dell’organizzazione di eventi. Adora il folk, l’indie, il rock’n’roll, i drones, l’electro, il post-punk e l’underground nelle sue varie forme, l’arte e i percorsi controcorrente.

www.bronsonproduzioni.com  

Area Sismica è un’Associazione Culturale senza fini di lucro fondata nel 1991, con lo scopo di organizzare concerti e tournée di musica attuale ed eterodossa. Ha inaugurato la propria attività con il I Festival di Musiche Innovative. L’esperienza fu ripetuta nel 1992, ’93, ’94 e 2000. Successivamente Area Sismica cambia approccio passando dai festival alle rassegne, per rendere più incisiva la divulgazione di ambiti musicali sempre meno fruibili in Italia, diluendo in mesi quanto normalmente si concentra in diversi giorni di festival.
La sua sede è una sala esclusivamente pensata per i concerti, per dare dignità e trasmettere tutte le emozioni che uno spettacolo dal vivo può dare.
Dal 2011, prima in Italia, organizza un Festival dedicato alla Musica Contemporanea Italiana. Inutile descrivere o etichettare in un genere predefinito ciò che normalmente Area Sismica propone, poiché spazia dalla musica contemporanea a quella elettroacustica, dal jazz all’improvvisazione radicale. Il comune denominatore è lo spostamento, la fusione dei confini dei vari generi musicali.

www.areasismica.it