ALTRE REGIONI

25. ott, 2018

Porretta Terme, la località appenninica tra Bologna e Pistoria, dove dal 1988 si svolge il festival soul ormai divenuto un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati del genere, europei e non solo, dopo una via dedicata a Otis Redding, un parco a Rufus Thomas e un ponte intitolato alla memoria di Solomon Burke aggiunge un altro tassello alla toponomastica cittadina. Il 26 Ottobre alle 11, verrà inaugurato un murale dedicato a Sam Cooke, che si aggiunge a quello di Rufus Thomas realizzato alcuni anni fa. L’opera , come la precedente è dell’artista Alice Palmieri ed è ubicata in un vicolo del centro della città termale che prenderà il nome di vicolo Sam Cooke.
La 32esima edizione del Porretta Soul Festival si terrà dal 18 al 21 Luglio 2019 a Porretta Terme (Bologna)
Samuel "Sam" Cooke (Clarksdale, 22 gennaio 1931 – Los Angeles, 11 dicembre 1964) è ritenuto uno dei fondatori della soul music e uno dei più importanti cantanti della storia di questo genere. È stato definito da molti "il re del soul" (e, a parere di Jerry Wexler dell'Atlantic Records, il miglior cantante di tutti i tempi), e, anche se più di uno può ambire a questo titolo, il suo influsso è stato forte e il suo impatto sulla musica soul innegabile. Piazzò 29 singoli nella "Top 40" negli USA tra il 1957 e il 1965 ed è considerato spesso come "il creatore" del genere. Grandi successi come You Send Me, Chain Gang, Wonderful World, Bring It On Home to Me e A Change Is Gonna Come sono tra le sue canzoni più popolari. Cooke fu tra i primi artisti di colore a occuparsi anche degli aspetti imprenditoriali della sua attività: fondò sia un'etichetta discografica che una casa editrice come ampliamento della sua carriera di cantante e compositore. Prese anche parte attiva nel Movimento per i Diritti Civili (American Civil Rights Movement), usando le proprie capacità musicali per creare legami tra il pubblico di colore e il pubblico bianco.