CESENATICO e DINTORNI

15. gen, 2018

Il Comune di Cesenatico e gli otto Comitati di Zona, in collaborazione con alcune Associazioni di volontariato del territorio ha organizzato per Sabato 20 Gennaio “la prima raccolta alimentare dei comitati di zona”. In ogni quartiere, davanti ai supermercati, durante la giornata di Sabato 20 Gennaio, si potranno incontrare i volontari che raccoglieranno alimenti e altri prodotti a lunga conservazione da donare a tre associazioni di volontariato locali: Caritas, Croce Rossa e “Bambini al primo posto”. I volontari indosseranno una pettorina identificativa con riportati logo del Comune, dei Comitati di Zona e lo slogan della campagna “la prima raccolta alimentare dei comitati di zona”. Le Associazioni che beneficeranno di tale raccolta, hanno sede in via Torino e quotidianamente distribuiscono alimenti ed altri prodotti alle famiglie bisognose di Cesenatico.
Si potranno donare i seguenti prodotti a lunga conservazione:
Pasta, riso, fagioli e piselli in scatola, tonno, olio, passata di pomodoro, latte a lunga conservazione zucchero, succhi di frutta, confettura in barattolo, fette biscottate, biscotti, merendine, biscotti per l'infanzia, omogeneizzati, pannolini per bambini, materiale per igiene personale, detersivi.
I Comitati di Zona, per organizzare al meglio la giornata, sono alla ricerca anche di volontari; chiunque fosse disponibile a donare una parte del proprio tempo all’iniziativa può contattare il Presidente del proprio Comitato di Zona:
Centro Storico – Boschetto, Presidente Michele Bertaccini comitato.centro.boschetto@gmail.com 
Ponente – Zadina, Presidente Cinzia Buscherini ponentezadina@gmail.com 
Madonnina – Santa Teresa, Presidente Monia Rustignoli comitatomadonnina@gmail.com 
Cannucceto, Presidente Aurelio Boni comitatozonacannucceto@gmail.com 

11. gen, 2018

Il primo appuntamento del 2018 con il Tourism Innovation Team è a Cesenatico: un corso gratuito dedicato dedicato a titolari di hotel e strutture ricettive, imprenditori e manager del settore.
QUANDO?
Mercoledì 31 gennaio alle 14:30.
COME PARTECIPARE?
La partecipazione al corso è su invito.
Per ricevere l'invito e partecipare al corso gratuito di mercoledì 31 gennaio a Cesenatico occorre prenotare un posto in sala ENTRO martedì 30 gennaio, compilando il modulo che troverai al seguente link: bit.ly/Cesenatico-Tourism-Innovation 
DOVE?
Grand Hotel Cesenatico, Piazza Andrea Costa 1, Cesenatico.

Sarà un pomeriggio di alta formazione: definiremo la strategia, le logiche di vendita e capiremo quali nuovi strumenti usare per migliorare e crescere rispetto allo scorso anno.
La stagione turistica 2018 è alle porte, non puoi proprio mancare. Richiedi subito il tuo invito!

12. dic, 2017

Salperà a gennaio proprio da Cesenatico “Il Museo Navigante”, una iniziativa promossa dal Galata Museo del Mare di Genova, il Museo della Marineria di Cesenatico, l’associazione La Nave di Carta di La Spezia e l’AMMM – Association of Mediterranean Maritime Museums, che ha riunito cinquantotto musei del mare e della marineria insieme in un comune progetto per valorizzare il patrimonio culturale marittimo italiano.
Il Museo Navigante salperà a gennaio 2018, con l’inizio dell’Anno del patrimonio culturale Europeo, a bordo della goletta Oloferne, e farà rotta dall’Adriatico al Tirreno, con partenza da Cesenatico – dove il Museo della Marineria è stato tra i promotori del progetto – facendo scalo in tutte le regioni costiere dove sono presenti musei del mare per arrivare infine a Sète (Francia) in occasione della manifestazione Escale à Sète in rappresentanza dei musei italiani.
“La partenza da Cesenatico, come l’iniziativa del “Museo Navigante” nel suo complesso, raccoglie in gran parte i frutti del lavoro di rete svolto dal Museo della Marineria di Cesenatico, la cui presenza ed attività è stata molto importante per fare emergere il valore culturale, ma anche turistico, della tradizione e identità marittima delle nostre coste”, dice il Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli.
«Finalmente abbiamo un primo censimento dei musei del mare e della marineria italiani, privati e pubblici, ad arricchire la rete dei Musei Marittimi del Mediterraneo e le reti regionali che si stanno costituendo, dalla Catalana alla Ligure, dal Golfo del Leone alla Campania,» dice Maria Paola Profumo, presidente dell'AMMM di cui il Galata è capofila. «Ne è emerso un panorama molto ricco, diversificato e molto attivo. Il nostro obiettivo è far scoprire e promuovere il patrimonio marinaro, materiale e immateriale: barche, reperti, cimeli ma anche, e soprattutto, memorie di lavoro, di migrazioni, di comunità che di mare hanno vissuto e vivono.»
Il Museo Navigante ha l’adesione della Marina Militare, della Guardia Costiera, oltre che di Assoporti, del Registro Italiano Navale (R.I.NA), Assonautica, Federcoopesca-Confcooperative, Assonat, mentre RTV San Marino è media partner dell’iniziativa alla quale hanno aderito molte aziende del settore: Contship Italia, Ricci Federico Forniture Navali, La Dragaggi, OPA assicurazioni e Mursia, editore del mare in Italia. Collaborano al Museo Navigante: Lega Navale, ANMI, UVS-Unione Italiana Vela Solidale, mentre le attività del Museo della Marineria di Cesenatico sono come sempre sostenute da Gesturist Cesenatico Spa.
«C’è un grande bisogno di recuperare e rivendicare l’identità marinara di questo Paese» dice Marco Tibiletti, presidente della Nave di Carta, associazione di promozione di cultura del mare che in oltre vent’anni ha imbarcato e fatto navigare più di seimila ragazzi «I valori del mare sono solidarietà, cooperazione, rispetto, tolleranza, lavoro, e coraggio: una grande scuola di formazione per le nuove generazioni.» A bordo del Museo Navigante ci saranno anche gli allievi degli Istituti Nautici d’Italia.
«Quello che vogliamo evidenziare con il Museo Navigante» dice Davide Gnola, direttore del Museo della Marineria di Cesenatico, premiato nel 2017 tra i migliori musei italiani (Premio ICOM-Italia) «è che i musei marittimi sono fattori di sviluppo nei territori. Se vogliamo migliorare la nostra offerta di turismo culturale, in un Paese che ha otto mila chilometri di coste e una tradizione marittima secolare, non possiamo trascurare i nostri musei e le nostre barche storiche».
Passato, presente e futuro si fondono nel Museo Navigante che, in attesa di mollare gli ormeggi, è anche sui social network: su FB, su Twitter, su Instagram e su Youtube. @museonavigante.it