ALTRE REGIONI...

8. mag, 2018

NERI MARCORÈ PER MUS-E DEL FERMANO
Venerdì 25 maggio l’attore Neri Marcorè sarà in scena al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio con lo spettacolo “Come una specie di sorriso” accompagnato da GnuQuartet per un omaggio a Fabrizio De André. L’attore ha raccolto l’invito di Mus-e del Fermano onlus a tenere un concerto di beneficienza che servirà a raccogliere fondi per nuove classi Mus-e.
“Siamo molto lieti della sensibilità dimostrata da Marcorè, che ha deciso di legare il proprio nome a quello di Mus-e” sottolinea soddisfatto Enrico Paniccià, presidente di Mus-e del Fermano onlus. Diverse sono le scuole di tutto il territorio coinvolte nel progetto Mus-e, e più di 320 i bambini che possono partecipare gratuitamente, da novembre a maggio, a laboratori artistici multidisciplinari in classe, imparando il valore dell’arte e della bellezza come strumenti di lettura della realtà, soprattutto nei contesti scolastici a rischio di disagio sociale.
Tornando al concerto, Neri Marcorè si presenterà sul palco nella doppia veste di cantante e chitarrista, interpretando le canzoni di Fabrizio De André con un repertorio impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera (GnuQuartet), e sarà capace di trascinare il pubblico in un emozionante viaggio musicale attraverso i versi immortali del grande Faber.
GnuQuartet si avvale oltre che di Cabrera al violoncello, di Roberto Izzo al violino, Francesca Rapetti al flauto traverso e Raffaele Rebaudengo alla viola; alle percussioni Simone Talone, alla chitarra Domenico Mariorenzi mentre le voci sono quelle di Flavia Barbacetto e Angelica Dettori. GnuQuartet ha collaborato con grandi artisti (Subsonica, PFM, Afterhours, etc…) guadagnandosi l’apprezzamento del pubblico e della critica.
L’evento (produzione di Mauro DIazzi srl), gode del patrocinio del Comune di Porto Sant’Elpidio e si avvale della collaborazione di TAM – Tutta un’Altra Musica. Per informazioni: 338 4321643 – facebook Mus-e del Fermano onlus.

6. feb, 2018

Un evento destinato a rimanere nella storia, nato dalla collaborazione fra Veneto Jazz e Teatro Stabile del Veneto. Il 9 giugno (ore 21), la sacerdotessa del rock presenta “Words and Music”, un intimo reading intervallato da alcuni dei suoi brani più famosi, accompagnata sul palco dal bassista Tony Shanahan e dal figlio Jackson Smith alla chitarra.
Vera icona del rock vivente, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, e ha analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Cantautrice e poetessa, amata, discussa, influente ed idealista, Patti Smith è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e, senza dubbio, tra gli artisti più influenti di sempre.
L’evento di Venezia arriva dopo un ricco 2017, che l’ha vista impegnata su più fronti nel nostro Paese, a dimostrazione della stima ed il riconoscimento che l’Italia da sempre nutre nei confronti di questa straordinaria artista. Patti Smith ha ricevuto la laurea ad honorem in Lettere classiche e moderne presso l’Università degli Studi di Parma, ha tenuto la sua personale mostra fotografica “Higher Learning” (sempre a Parma), ha firmato un tour dal titolo “Grateful” con il quale ha espresso il suo affetto nei confronti dell’Italia e, in ultimo, una serie di concerti-reading, accompagnata sul palco dalla figlia Jesse, oltre al prestigioso Concerto di Natale a Città del Vaticano.
Cantante, cantautrice e poetessa, Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago, Illinois. Erano gli anni ’60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferisce nella vibrante New York per trovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe fino alle primissime esibizioni nello storico CBGB’s, senza tralasciare il contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album della storia del rock. Patti Smith si è conquistata di diritto un posto nell'olimpo delle leggende del rock.
Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enorme talento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, da Michael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri. Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell'immaginario collettivo.
I biglietti saranno disponibili in prevendita a partire da martedì 6 febbraio nel circuito Ticketone e alla biglietteria del Teatro Goldoni.

Biglietti:
platea e primo ordine 70€ + diritto di prevendita
secondo, terzo, quarto ordine intero 58€ + diritto di prevendita
secondo, terzo, quarto ordine ridotto (under 26, over 65, abbonati Teatro Stabile del Veneto) 45 € + diritto di prevendita (disponibile solo nei punti vendita esibendo un documento)
Prevendite:
www.ticketone.it  - www.teatrostabileveneto.it 
Biglietteria Teatro Goldoni:
dal martedì al sabato
orario 10.00-13.00 /15.00-18.30
tel. 041.2402014
info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it 
www.teatrostabileveneto.it 
Informazioni:
Veneto Jazz - jazz@venetojazz.com  - mob. (+39) 366.2700299 – www.venetojazz.com