RAVENNA E DINTORNI

5. dic, 2018

Sabato 8 dicembre 2018,ore 21,30 al Bronson.
GAIKA
Gaika è un tipo inquieto, la notte non dorme quasi mai. Il produttore e rapper del sud di Londra che negli ultimi anni si è fatto strada nel circolo afrofuturistico del Regno Unito, arriva al Bronson per presentare “Basic Volume”: un incontro fra i sound system del reggae britannico e la filosofia politica contemporanea.
Gaika Tavares, meglio conosciuto semplicemente come Gaika, è un artista e scrittore del sud di Londra. Il suo album di debutto, “Basic Volume”, è stato pubblicato nel luglio 2018 da Warp Records, che descrive il suono come «dancehall gothic ed elettronica industriale».
La carriera di Gaika inizia nel 2016, quando a seguito del mixtape “Machine and Security”, pubblica l'EP “Spaghetto”. Il Guardian descrisse in quel momento la sua musica come un mix di «tradizione dancehall caraibica e grime di Londra, ma che guarda anche a R&B, trip-hop, grunge e Prince». Dazed lo ha descritto come «la risposta della musica elettronica a Basquiat», mentre negli Stati Uniti la rivista Interview ha descritto il suo suono come «R&B sperimentale». Lo stesso Gaika ha descritto il suo suono usando la parola "Ghettofuturismo".
L'album di debutto di Gaika “Basic Volume” è poi uscito nel luglio 2018. Ancora il Guardian ha elogiato l'album quale «un debutto straordinariamente impressionante e popolare». L'album ha anche ricevuto recensioni positive da Financial Times, Independent, Noisey e Music OMH.
Nell'agosto 2018, Gaika ha presentato “SYSTEM”, una collaborazione con Boiler Room e Somerset House Studios, «una scultura che riempie la parte centrale della Lancaster Room a Somerset House». Ha detto alla Evening Standard che «la cultura del Carnevale (quello di Notting Hill, che secondo Gaika è presentato male dalla stampa, che ne accantona il significato culturale) e del sound-system riguarda lo spazio e il mantenere lo spazio: si tratta letteralmente di tracciare una linea nella sabbia e di dire: "Questo è ciò che siamo e siamo qui per restare, non potete spegnerci"».
Bronson Produzioni – Info: 333 2097141 - www.bronsonproduzioni.com 
Ingresso: prevendita 10 € + dp sul circuito Vivaticket http://bit.ly/Gaika_Bronson  oppure al Fargo e al Bronson Café
Cassa: 12 €

4. dic, 2018
Venerdì 14 dicembre, ore 21,30 all'Osteria Passatelli
DEAN BROWN ITALIAN BAND
Il chitarrista di molte super star del jazz fusion internazionale come Marcus Miller, Billy Cobham e Bill Evans, per la prima volta al Mariani con una band tutta italiana, composta da musicisti protagonisti del panorama jazz fusion contemporaneo. Il live proporrà brani originali di Dean Brown, accompagnando il pubblico in un viaggio ad ampio raggio attraverso vari generi musicali.
Chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore, Dean Brown è conosciuto soprattutto per le sue interpretazioni soul, i live creativi e dinamici e le sue numerose partecipazioni ai dischi e live di alcuni dei più artisti della scena fusion contemporanea: da Billy Cobham a Marcus Miller, dai fratelli Brecker a David Sanborn, Bob James, George Duke, Roberta Flack, Lenny White, Joe Zawinul, Bill Evans, Victor Bailey, Vital Information.
La sua impostazione stilistica si colloca dunque in modo particolare sulla stessa traccia di Mike Stern, con influenze che attingono al blues e al rock. Ha collaborato con molti artisti tra cui Marcus Miller, Randy Brecker, Billy Cobham, Bill Evans e Dave Sanborn che si riferiscono a lui semplicemente come "The Man”. Le sue performance dal vivo sono entusiasmanti tanto da vedere quanto da ascoltare. L'entusiasmo in ogni singola nota che riproduce con la chitarra sono il biglietto da visita per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di poter assistere ad un suo concerto. Il live proporrà brani originali di Dean Brown, accompagnando il pubblico in un viaggio ad ampio raggio attraverso vari generi musicali.
Nel tour italiano è accompagnato da:
Pierluigi Mingotti al basso elettrico
Stefano Paolini Drums alla batteria
Evento in collaborazione con La Jazzlife
Cena con menù alla carta.
info e prenotazioni: info@mariani-ravenna.it  oppure 0544/215206
3. dic, 2018

Giovedì 13 dicembre 2018, ore 21,30
MICAH P HONSON E LONESOME LEASH
Micah P. Hinson torna al Bronson con un nuovo album. Questa volta si affida ai Musician of The Apocalypse (collettivo di musicisti anonimi) che in 24 ore, dispersi da qualche parte in Texas, hanno registrato “When I Shoot At You With Arrows, I Will Shoot To Destroy You”. Un album di rinascita, per un nuovo inizio, dopo tutte le apocalissi che ha vissuto Micah. E in apertura Lonesome Leash, one-man-band del polistrumentista Walt McClements, membro del collettivo Dark Dark Dark. Fisarmonica, batteria e feedback per un suono futu-rustico.
Micah P. è uno dei cantautori dell'ultimo decennio che maggiormente ha lasciato il solco nella scena musicale mondiale: il tormento della bellezza narrato nelle sue canzoni e l'aura da poeta maledetto che lo avvolge lo ha reso uno dei personaggi più influenti del songwriting contemporaneo.
Per questo ottavo album Micah ha richiamato a sé tutti quei musicisti che hanno giocato un ruolo fondamentale nella sua crescita musicale: sono loro quei 24 Musicians of the Apocalypse che compaiono nel disco, ispirati dalle statue della cattedrale di Santiago de Compostela.
Un album intenso e delicato allo stesso tempo: un’Apocalisse musicale che il pubblico potrà scoprire dal vivo al Bronson, di cui Micah è amico fin dai primi tempi della sua carriera.
Bronson Produzioni – Info: 333.2097141 - www.bronsonproduzioni.com 
Ingresso: prevendita 12 € + dp sul circuito Vivaticket http://bit.ly/MicahHinson_Bronson  oppure al Fargo e al Bronson Café
Cassa: 15 €

3. dic, 2018

Domenica 9 dicembre 2018, ore 18.00
GEOFF FARINA
(ex Karate – Glorytellers – Secret Stars)
Dagli studi di songwriting al Berklee alla passione per la tecnologia del suono, dagli esordi dream-pop con i Secret Stars allo slowcore/jazzcore con i Karate, dal country/blues dei Glorytellers ai suoi album solisti, fino alla miriade di progetti paralleli, torna in Italia Geoff Farina, con la sua chitarra acustica, tra nuove composizioni e revisioni stilistiche della tradizione folk blues americana.
Staccata la corrente agli amplificatori, accantonate le sperimentazioni jazzy e acquisita nel frattempo una spiccata sensibilità melodica, Geoff Farina si applica adesso al recupero di classiche sonorità alt-country, in prevalenza incentrate sulla chitarra e interpretate secondo la sua sensibilità, così come sviluppata attraverso le diverse esperienze maturate nel corso degli anni. Un omaggio alla tradizione americana e ai suoni più roots. Affiancato spesso dal batterista Jeffrey Goddard, suo compagno d’avventura già ai tempi dei Karate, e da altri musicisti attivi in band di diversa estrazione, Chris Brokaw (Come, Codeine) su tutti, Farina si diletta in un evidente omaggio alle radici, elaborando un registro sonoro dichiaratamente vintage, ma non per questo stantio o prevedibile.
Bronson Produzioni – Info: 333 2097141 - www.bronsonproduzioni.com 
BRONSON CAFÈ
Via Cella 50, Madonna dell’Albero (Ravenna)
Ingresso libero

3. dic, 2018
High Rise Fest
Hierophant – ELM – Marnero – Hyperwülff – Marrano – Zendra – RYF
Venerdì 7 dicembre 2018 – dalle 19.30
Una folle spedizione tra le nebbie oscure, un viaggio sonico dove catene montuose di ardesia precambriana, si alzano fino all’orlo inimmaginabile del pianeta.
HIEROPHANT
I deathster romagnoli Hierophant sono rimasti in tre, ma la devastante carica estrema e maligna che li ha sempre contraddistinti è rimasta immutata. La band torna con un nuovo 7 pollici in cui troviamo nel lato A l’inedito “Spawned Abortions”, che conferma la proposta assolutamente sopra le righe dei ravennati, e nel lato B la cover del classico “Realm Of Chaos” dei leggendari Bolt Thrower.
ELM
From Cuneo, TX. Il loro album d'esordio "DOG" è stato prodotto da Bronson Recordings. Dirty Crushing Overload No Frills Evil'N'Roll! La combinazione malata tra Unsane, Mudhoney, Entombed e Ministry.
MARNERO
Voghiamo in un vasto mare, sospinti da un estremo all’altro, sempre incerti e fluttuanti. Ogni termine al quale pensiamo di ormeggiarci e di fissarci vacilla e ci lascia. Per srotolarsi serve mollare la boa. Che è solo un punto in mezzo al mare. Poi c'è tutto il mare. E se proprio vuoi ficcare la testa da qualche parte fallo in mezzo al mare, dove diventa nero e fa paura, dove si apre quel mondo terribile.
HYPERWULFF
Direttamente dall'iperspazio, il secondo capitolo della saga che racconta di Erion, tra battaglie sovrumane e varchi interstellari. Muri di suono doom, distorsioni pelli percosse e un duo che non finisce mai di stupire e coinvolgere e mordere forte.
MARRANO
Marrano sono una band originaria di Rimini nata nel 2015 da Andrea, Daniele e Nicola. Nel novembre 2016 si «rinchiudono a testa a bassa» a Stonebridge, studio di Cesena, dove iniziano a registrare il loro primo disco ufficiale, il tutto in presa diretta e concluso nel gennaio seguente. "Gioventù Spaccata" proverà a farli suonare di nuovo forte, possibilmente fortissimo, possibilmente ovunque.
ZENDRA
Zendra è un po' come una bella milf che è cresciuta nelle Palm Springs degli anni 90 e che oggi ha trovato quattro toy-boys tra la vecchia Romagna e il Monte Titano. Come lei, Zendra, tra cambi furiosi e passaggi psich, è diretto, feroce, e mozza il fiato.
RYF
R.Y.F. è l'acronimo di Restless Yellow Flowers, nome con il quale Francesca Morello si fa chiamare mentre suona. Progetto partito da una band nella quale suonava e poi scarnificato fino all'osso: chitarra e voce, una sola persona e dei testi cantati con intensità e fragilità.
Bronson Produzioni – Info: 333.2097141 - www.bronsonproduzioni.com 
BRONSON & BRONSON CAFÈ
Ingresso: prevendita 5 € + dp sul circuito Vivaticket http://bit.ly/HighRiseFest_Bronson  oppure al Fargo e al Bronson Café
Cassa: 7 €