SANTARCANGELO DI ROMAGNA

11. gen, 2018

Lunedì 15 gennaio la proiezione del film L’Atalante (Francia, 1934) preceduta dal LIVE della sigla di Fuori Orario con la cantautrice CRISTA
Il 22 gennaio in programma gli altri titoli del grande regista amato dalle nouvelle vague mondiali
Il Supercinema di Santarcangelo in occasione dell'uscita nelle sale italiane dell'opera completa di Jean Vigo in versione restaurata, a cura della Cineteca di Bologna, propone in due serate l'intero programma "Tutto Jean Vigo", con in aggiunta un omaggio speciale a Fuori Orario, il programma cult di Rai 3 ideato da Enrico Ghezzi, la cui sigla storica attingeva alle immagini del capolavoro di Vigo L’Atalante (Francia/1934, 89’), accompagnate dal brano Because the Night cantata da Patty Smith.
Il film L’Atalante nella versione restaurata è in programma al Supercinema di Santarcangelo lunedì 15 gennaio, in contemporanea con l’uscita nelle sale italiane, preceduto da un INEDITO LIVE con la cantautrice romagnola Crista che canterà brani del suo repertorio e per l'occasione la sigla di Fuori Orario. La serata avrà inizio alle 21.
Lunedì 22 gennaio il Supercinema di Santarcangelo proporrà inoltre gli altri titoli del regista francese, stella del firmamento del cinema apparso e scomparso come una meteora (morì di tubercolosi nel 1934 ad appena 29 anni): Zero in condotta (Zéro de conduite, Francia/1933, 44’), A’ propos de Nice (Francia/1930, 25’), La natation par Jean Taris, champion de France (Francia/1931, 9’).
Il viaggio sulla chiatta dell’Atalante , con il suo sguardo febbrile e le sue amorose visioni, l’infanzia sovversiva nel collegio di Zero in condotta, la città di Nizza esposta a uno sguardo che sotto il turbinare della festa scopre “il lavoro della carne e della morte”, ci parlano ancora con il linguaggio d’una concreta poesia. Racchiusa in soli quattro titoli, l’opera di Vigo vive di una tensione primaverile, ‘avanguardia veggente’, cinema poetico, che anticipa le libertà linguistiche e figurative delle nouvelle vague mondiali.
CRISTA, cantautrice romagnola, porta sul palco storie ed immaginari collettivi raccontati con uno stile che miscela pop, rock, punk, passando dalla musica d'autore, con l’intimismo e la sfrontatezza di chi non ha nulla da perdere. La sua attività inizia nel gennaio 2015 con la pubblicazione del suo omonimo EP.
Ha all'attivo numerosi concerti in tutta Italia e si è esibita in diversi opening di artisti del panorama della musica italiana e non solo. Il 28 agosto 2015 ha aperto il concerto di Caparezza in occasione della festa di Radio Onda d'Urto a Brescia. In 2 anni di attività ha collezionato più di 200 concerti in tutta Italia. Di recente ha aperto il concerto di Vinicio Capossela al Vidia di Cesena.

Info: cine.dogville@gmail.com  – www.supercinemasantarcangelo.com  0541/622454.

10. gen, 2018

STORIE DA MANGIARE SPETTACOLO DI “TEATRO DI CIBO”
di e con CARLA TAGLIETTI E VALENTINA TURRINI STROLOGHE
Domenica 14 gennaio 2018 Sala Polivalente di Borghi.
Giunge in gran forma alla quinta edizione Il Gigante Buono, piccola rassegna di teatro per la famiglia ideata e promossa dalla Cooperativa Koiné in collaborazione con le amministrazioni comunali di Borghi, Roncofreddo, Gatteo e Savignano sul Rubicone e con il contributo della Regione Emilia Romagna. Il Gigante Buono farà tappa nelle quattro località del Rubicone per allietare i pomeriggi delle domeniche invernali dal 14 gennaio al 25 febbraio.
Ad aprire la rassegna del 2018 la compagnia Le Strologhe con Storie da mangiare, domenica 14 gennaio 2018 alla Sala Polivalente di Borghi (ore 16.30).
Le Strologhe sono Carla Taglietti e Valentina Turrini che insieme lavorano dal 2005 proponendo narrazioni, spettacoli, laboratori teatrali e teatro di figura per bambini e ragazzi. Il repertorio elaborato in questi anni si avvale di una ricerca su canti e racconti (con un particolare interesse per le fiabe) di differenti tradizioni.
In Storie da mangiare Ines e Temis, due cuoche strampalate stanche di cucinare sempre gli stessi piatti, decidono per un giorno di giocare con gli ingredienti che trovano in cucina. Sul tavolo, tra le chiacchiere delle due cuciniere, prendono vita buffi personaggi che diventeranno i protagonisti di due fiabe molto famose: La principessa sul pisello e Biancaneve e i sette Nani (o per meglio dire: Biancaneve e i sette Pani). Verdure, frutta, pani, farine e utensili da cucina saranno gli attori di queste fiabe della tradizione europea.
IL GIGANTE BUONO
Giunge alla sua quinta edizione Il Gigante Buono, la rassegna di teatro dedicata alla famiglia che coinvolge e diverte grandi e piccini per trascorrere una domenica pomeriggio diversa dal solito grazie alla magia del teatro. Sono quattro i comuni che aderiscono all'iniziativa ideata dalla Cooperativa Koiné con il contributo della Regione Emilia Romagna: le amministrazioni di Savignano Sul Rubicone, Borghi, Roncofreddo e Gatteo mettono a disposizione i propri spazi teatrali per ospitare spettacoli di compagnie di professionisti.
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Gli spettacoli sono adatti a un pubblico di tutte le età. Ingresso con biglietto unico di € 4.00, gratuito per bambini da 0 a 3 anni. Per info e prenotazioni: bottegadelteatro@coopkoine.it  - tel. 329 1098477. I biglietti possono essere acquistati il giorno dello spettacolo dalle ore 15.30 presso il teatro corrispondente. È possibile prenotare telefonicamente i biglietti nei giorni precedenti la data dello spettacolo telefonando al 329 1098477. I biglietti prenotati devono essere ritirati in teatro entro le ore 16.00 del giorno dello spettacolo.

8. gen, 2018

Il Teatro Patalò, venerdì 12 gennaio, ore 21,00, invita al quarto appuntamento di FUORI STAGIONE, La rassegna di teatro contemporaneo al Lavatoio di Santarcangelo giunta alla sua seconda edizione.
FREIER KLANG
Con Sergio Licatalosi, Francesco Pennacchia, Gianluca Stetur
Regia Claudio Morganti
Drammaturgia Rita Frongia
organizzazione Adriana Vignali
una produzione Esecutivi per lo Spettacolo
con il sostegno di Armunia, Fuori Luogo, La Spezia, Regione Toscana
Sessanta minuti di una serissima leggerezza. L’avanguardia e il suo rovescio, un concerto di musica aleatoria e una performance comica “per tutti e per nessuno”, in cui non è possibile distinguere dove cominci l’uno e dove finisca l’altra. Musica totale ma con tutti i mezzi del teatro. Totale parodia ma senza mai uscire dalla musica. Una liberatoria lezione di arte pura e clandestina di Morganti, Rita Frongia e gli sconfinati Stetur, Pennacchia e Licatolosi. (Attilio Scarpellini)
La frequentazione del ritmo come generatore di azione ci ha permesso di trovare un anomalo incedere amaramente comico, capace di sostenere il peso che ha il tempo nel suo essere sempre declinato al passato. (Claudio Morganti)

La rassegna FUORI TEATRO al Lavatorio di Santarcangelo continuerà il 14 GENNAIO 2018 alle ore 18:00

BIGLIETTO UNICO Euro 10 | RAGAZZI FINO A 18 ANNI Euro 5
Riduzione soci Coop | Per UMANESCENZA Ingresso ridotto a 5 Euro per chi porterà il biglietto di FREIER KLANG
ABBONAMENTO a tutti gli spettacoli Euro 50

Prenotazioni: Ufficio Santarcangelo dei Teatri Via Costa 28 tel. +39 0541 626185
INFO www.teatropatalo.it FB Fuori Stagione
Tutti gli spettacoli si terranno al Teatro Il Lavatoio, Via Ruggeri n.22, Santarcangelo di Romagna (RN)
Al termine degli spettacoli DIALOGO con la Compagnia davanti a un bicchiere di vino a cura dei direttori artistici, di Lorella Barlaam e di altri ospiti in via di definizione.

8. gen, 2018

CINEMA GRATTACIELO a Santarcangelo e Cesena
Martedì 9 e mercoledì 10 al Supercinema
Sabato 13 al San Biagio per la rassegna “R-esistenze”
In sala a dialogare con il pubblico anche il regista Marco Bertozzi
Dopo l’ultima proiezione del 2017 nella prestigiosa cornice di Palazzo Grassi, a Venezia, il nuovo anno di Cinema grattacielo - il film di Marco Bertozzi dedicato al grattacielo di Rimini e ai suoi abitanti - inizia con nuove date nelle sale romagnole.
Il film, prodotto, con Rai Cinema, dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, da Altreforme e dall’associazione culturale Condominium, è in programma martedì 9 e mercoledì 10 gennaio (ore 21,15) al Supercinema di Santarcangelo (sala Wenders) nello spazio dedicato alle rassegne del cinema indipendente e d’autore. Sabato 13 gennaio (ore 16,30), invece, Cinema grattacielo sarà proiettato al Cinema San Biagio di Cesena nell’ambito della rassegna “R-esistenze” curata dal Centro Cinema in collaborazione con l’Ufficio Catechistico Diocesano. Alle proiezioni di martedì a Santarcangelo e di sabato a Cesena sarà presente il regista Marco Bertozzi che al termine incontrerà il pubblico. Nella serata di mercoledì, invece, l’incontro sarà con Teresa Chiauzzi, tra i protagonisti di Cinema grattacielo.
Cinema grattacielo ha debuttato in anteprima internazionale lo scorso 10 giugno a Bologna, al Biografilm Festival dove si è aggiudicato la Menzione speciale della Giuria. Il film ha fatto tappa in diversi festival cinematografici: Cinema del reale (Specchia), Molise Film Festival, Perugia Social Film Festival, Detour Festival di Padova. A novembre è stato presentato nell’ambito della rassegna Efebo D’Oro a Palermo e alla Scuola FuoriNorma di Catania. E’ stato inoltre presentato alle Giornate del cinema d’essai organizzate dalla Fice a Mantova e, recentemente, selezionato dal critico Adriano Aprà per “Fuori Norma”, una raccolta/rassegna dei più interessanti film indipendenti italiani degli ultimi 15 anni.
Il 2017 si è chiuso con un bilancio più che positivo sia di pubblico che di critica, grazie ad un tour in diverse sale cinematografiche in Italia: oltre alle varie repliche tutte sold out a Rimini, il film è stato proiettato a Roma, Lecce, Parma, Bologna, Modena, Ferrara, Pordenone.
Ne hanno scritto, tra gli altri, Repubblica.it, Il Manifesto, Fata Morgana, Pointbreak.
“Il racconto del grattacielo, con la voce di Ermanno Cavazzoni, è ancora una volta il nostro, quello del nostro tempo illuminato dalla sua sapienza strana, dalla saggezza che deriva forse dal suo essere sospeso nel cielo, saldo suo malgrado, pieno di memorie e di vita”. (Cristina Piccino, Il Manifesto)
“Cinema grattacielo risponde così all’idea di un cinema documentario in grado di sperimentare e rielaborare i complessi immaginari consegnateci dalla modernità e dalla postmodernità, spingendosi oltre i limiti percettivi abituali e cercando di costruire nuovi modelli simbolici”. (Giacomo Ravesi, Fata Morgana Web)
“Architettura grandiosa e futuribile, utopia di un mondo nuovo, fantasma di un sogno interrotto: il grattacielo di Rimini raccontato con fantasiosa e visionaria empatia”. (Arianna Pagliara, Pointblank)
“Il grattacielo di Rimini racchiude storie contrastanti e per questo ha un fascino raro. A raccontarlo per la prima volta sul grande schermo è il regista Marco Bertozzi. Il suo documentario si chiama Cinema Grattacielo…” (Corinna Spirito – Repubblica.it)
SINOSSI
Ventisette piani, per 100 metri di altezza, eretto in pochi anni nel cuore della metropoli balneare romagnola sul finire degli anni Cinquanta ed inaugurato nei primi mesi del 1960, il grattacielo di Rimini oggi è un quartierone verticale abitato da una ventina di nazionalità differenti. La sua umanità e i suoi paesaggi sono scrutati in prima persona da uno dei suoi abitanti, in dialogo aperto con il grattacielo stesso, attraverso la voce sonnecchiante e sognante dello scrittore Ermanno Cavazzoni. Una riflessione autobiografica che si interroga sulle stesse forme del documentario contemporaneo.
BIOGRAFIA DEL REGISTA
Marco Bertozzi fa parte di quel gruppo di autori che ha contribuito alla rinascita del documentario italiano, con un forte impegno teorico e di promozione culturale. Combina la pratica cinematografia - in film come “Appunti romani”, 2004, “Il senso degli altri”, 2007, “Predappio in luce”, 2008, “Cinema grattacielo”, 2017 - a una forte componente teorica (in libri come “L’idea documentaria”, “Storia del documentario italiano” o “Recycled cinema”). Film curator per rassegne sul documentario italiano (con Villa Medici, la Cinémathèque del Quebec, il Festival del cinema di Amiens, il San Diego Italian Film Festival), ha insegnato Cinema documentario al Centro Sperimentale di Cinematografia, alla Scuola d’Arte cinematografica Gian Maria Volonté e al Dams di Roma3. Nel 2013 ha condotto Corto Reale. Gli anni del documentario italiano, un programma in 27 puntate per RAI Storia, alla riscoperta della non-fiction italiana degli anni 50-70. Attualmente insegna Cinema documentario e sperimentale all’Università IUAV di Venezia e al Conservatorio di Scienze Audiovisive di Lugano.

Seguiteci su:
Facebook: @cinemagrattacielo
Sito Web http://www.cinemagrattacielo.com/ 

27. dic, 2017

DomenicheATeatro, rassegna domenicale per Bambini e Famiglie al Teatro Il Lavatoio di Santarcangelo
- 28.01 - "i brutti anatroccoli" - Stilema Teatro
- 4.02 - "la biblioteca delle meraviglie" - Antonio Catalano

Domenica 28 gennaio 2018 ore 16.30 - Teatro il Lavatoio
Compagnia Teatrale Stilema
“I Brutti Anatroccoli” con Silvano Antonelli
liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen
Essere uguali. Essere diversi. Cosa ci fa sentire “a posto” oppure “in difetto” rispetto a come “si dovrebbe essere”? Per una bambina, per un bambino ogni attimo è la costruzione di un pezzo della propria identità. Il mondo è pieno di modelli e di stereotipi di efficienza e “bellezza” rispetto ai quali è facilissimo sentirsi a disagio. Basta portare gli occhiali, o metterci un po’ più degli altri a leggere una frase, o avere la pelle un po’ più scura o un po’ più chiara, o far fatica a scavalcare un gradino con la sedia a rotelle, o essere un po’ troppo sensibili, o un po’…. Chiusi nelle proprie emozioni è come si sentisse un vuoto, un pezzo mancante. Ma è proprio da quella mancanza che bisogna partire. Tra papere con gli occhiali, strumenti musicali, divertenti e poetiche suggestioni, lo spettacolo cerca di emozionare intorno all’idea che tutti, ma proprio tutti, possano cercare di rendere la propria debolezza una forza. Da qualsiasi punto si parta e in qualsiasi condizione ci si senta. Un modo per alzare gli occhi e guardare il grande cielo che ci circonda. Quel cielo nel quale la vita, qualunque vita, ci chiede di provare a volare.
Età consigliata: dai 3 anni

Domenica 4 febbraio 2018 ore 16.30 - Teatro il Lavatoio
Antonio Catalano – Universi Sensibili
“La Biblioteca delle Meraviglie”
Con “Universi sensibili” si indica tutta la personale cosmogonia di Antonio Catalano, artista/artigiano che ha il dono di fare con quel che c’è, trovando la poesia che si nasconde nel quotidiano. La maggior parte dei suoi lavori è fatta con materiali di recupero, poveri, poverissimi e per questo accessibili a tutti, ovunque. Un lavoro che mescola musica, poesia, arti visive, teatro. Che è tutto questo ma anche un po’ più di questo.
Da tempo Antonio Catalano, dopo anni di presenza nel teatro italiano, teorizza e pratica l’abbandono di ogni idea di spettacolo, perseguendo invece la ricerca di incontri artistici con “spett-attori” di ogni età, in cui suscita emozione, poesia, meraviglia. I suoi “Universi sensibili” incontrano dovunque stupore, entusiasmo; il suo amore per l’infanzia è amore per un’età dello sguardo, non per l’età anagrafica in sé.
Da un “armadio sensibile” nasce “La biblioteca delle Meraviglie”, scaffalatura/mondo di libri fantastici, “presi a prestito” dalla Villa della Scalogna di Pirandello e letti in diretta da Catalano.
Libri fai-da-te, di pietra, di pane, di foglie, di vento, contenenti le storie più strane, spesso sonore, primitive, fatte di balbettii, sussurri, vagiti, grammelot. Un viaggio immaginario, guidati dalle narrazioni, da effetti sonori, piccoli oggetti, lasciapensieri da completare con le proprie idee e i propri sogni”.
Età consigliata: dai 4 anni
Ingresso: € 5,00 bambini - € 7,00 adulti

Info e prenotazioni: Santarcangelo Festival (dal lunedì al venerdì) tel. 0541.626185
www.arcipelagoragazzi.it 
www.alcantarateatroragazzi.it 
con il contributo del Comune di Santarcangelo di Romagna
in collaborazione con Santarcangelo dei teatri
Regione Emilia-Romagna