12. ott, 2018

Selezionato il "ponticello di Villa Prati" per il concorso nazionale Art Bonus

BAGNACAVALLO: Il restauro dell’antico ponticello a dorso d’asino di Villa Prati, frazione di Bagnacavallo, è stato selezionato per la terza edizione del concorso nazionale Progetto Art Bonus dell’anno assieme ad altri  progetti di quindici regioni italiane.
Fino al 6 gennaio 2019 sarà possibile votare il progetto bagnacavallese sul sito www.concorsoartbonus.it. L’ente vincitore e i mecenati riceveranno un riconoscimento simbolico nel corso di una cerimonia pubblica.
Inaugurato nel luglio scorso e realizzato nella primavera 2018, il restauro del ponte storico è stato finanziato da parte della ditta Mixer di Villa Prati attraverso lo strumento dell’Art Bonus, credito di imposta introdotto per favorire le erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano.
«Siamo orgogliosi del fatto che il nostro progetto sia stato selezionato per questo concorso nazionale – commenta il sindaco di Bagnacavallo Eleonora Proni –. L’Art Bonus è uno strumento prezioso, che unisce enti pubblici, comunità cittadine e imprese in un impegno comune per la valorizzazione del patrimonio culturale. Il percorso che ha portato al restauro del ponticello ne è un bellissimo esempio. Consiglio di Zona, associazioni di volontariato, cittadini consapevoli e un’azienda attenta al territorio come la Mixer si sono ritrovati uniti da un unico obiettivo, e la forza di questa condivisione è ora sotto gli occhi di tutti.»
Il concorso è promosso da Ales, società responsabile del programma di gestione e promozione dell’Art Bonus per conto del Ministero per i beni e le attività culturali, e Promo PA Fondazione Lubec - Lucca Beni Comuni.
Il ponticello è l'ultima testimonianza rimasta lungo il Canale Naviglio Zanelli di ponte a dorso d’asino a supporto delle porte di una delle undici chiuse realizzate all'epoca di costruzione del canale, alla fine del Settecento, per consentirne la navigazione. Il ponte sorge accanto all'antico Mulino di Villa Prati.
I lavori hanno ricompreso la pulizia della struttura, il suo consolidamento e in parte il rifacimento delle murature lesionate e la stuccatura di fughe e fessurazioni, nonché la sagramatura finale, antichissima tecnica della locale tradizione architettonica utilizzata per la finitura e la protezione delle murature su mattoni a faccia a vista.
L'intervento, per un importo complessivo di ventimila euro, è stato finanziato da parte della ditta Mixer attraverso lo strumento dell'Art Bonus, credito di imposta introdotto per favorire le erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. La segnaletica informativa è stata realizzata grazie alla raccolta fondi curata dalle associazioni bagnacavallesi che, coordinate dalla Pro Loco, hanno partecipato al Festival del Volontariato.