12. ott, 2018

A Porretta Terme un murales e un vicolo dedicato al grande Sam Cooke

PORRETTA TERME: Porretta Terme, dove dal 1988 si svolge il festival soul ormai divenuto un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati del genere, europei e non solo, dopo una via dedicata a Otis Redding, un parco a Rufus Thomas e un ponte intitolato alla memoria di Solomon Burke aggiunge un altro tassello alla toponomastica cittadina. Il 26 Ottobre alle 11, verrà inaugurato un murale dedicato a Sam Cooke, che si aggiunge a quello di Rufus Thomas realizzato alcuni anni fa. L’opera , come la precedente è dell’artista Alice Palmieri ed è ubicata in un vicolo del centro della città termale che prenderà il nome di vicolo Sam Cooke.
Samuel "Sam" Cooke (Clarksdale, 22 gennaio 1931 – Los Angeles, 11 dicembre 1964) è ritenuto uno dei fondatori della soul music e uno dei più importanti cantanti della storia di questo genere. È stato definito da molti "il re del soul" (e, a parere di Jerry Wexler dell'Atlantic Records, il miglior cantante di tutti i tempi), e, anche se più di uno può ambire a questo titolo, il suo influsso è stato forte e il suo impatto sulla musica soul innegabile. Piazzò 29 singoli nella "Top 40" negli USA tra il 1957 e il 1965 ed è considerato spesso come "il creatore" del genere. Grandi successi come You Send Me, Chain Gang, Wonderful World, Bring It On Home to Me e A Change Is Gonna Come sono tra le sue canzoni più popolari. Cooke fu tra i primi artisti di colore a occuparsi anche degli aspetti imprenditoriali della sua attività: fondò sia un'etichetta discografica che una casa editrice come ampliamento della sua carriera di cantante e compositore. Prese anche parte attiva nel Movimento per i Diritti Civili (American Civil Rights Movement), usando le proprie capacità musicali per creare legami tra il pubblico di colore e il pubblico bianco.
Curiosità: Fabio Fazio utilizza uno dei classici di Sam Cooke “Twistin’ The Night Away” come sigla della trasmissione “Che Tempo Che Fa”