2. ott, 2018

Dopo Terrena ad Alfonsine il primo "labirinto effimero sospeso" del mondo

ALFONSINE: L’azienda agricola Galassi guarda già alla prossima stagione con un progetto inedito.
Dopo aver ospitato il finissage della rassegna artistica “Terrena. Tracciati di land art in Bassa Romagna”, nascono nuove idee al labirinto effimero di Alfonsine: guardando già alla prossima stagione, l’azienda agricola Galassi ha infatti brevettato il primo “labirinto effimero sospeso del mondo”.
I dettagli non sono ancora noti, ma si sa che avrà una superficie di 3000 mq e il percorso sarà realizzato unicamente con materiale di recupero e biodegradabile. Durerà mille giorni e ospiterà al suo interno numerose opere d’arte; per visitarlo servirà circa un’ora e mezza. La sensorialità la farà da padrona: saranno infatti coinvolti i cinque sensi e i quattro elementi della natura. Il primo tra i vari artisti che vi esporranno sarà Luigi Berardi, con un’opera di land art.
Il viaggio all’interno del nuovo labirinto è studiato per accogliere scolaresche di ogni ordine e grado.
“Si tratta di un possibile scenario in cui ospitare la nuova rassegna di land art che potrebbe essere replicata il prossimo anno”, dicono gli organizzatori di Terrena.
L'apertura del labirinto effimero sospeso è prevista per il primo aprile 2019. Per ulteriori informazioni è possibile contattare Carlo Galassi, titolare dell’azienda, al numero 335.8335233.