23. ago, 2018

Con novità e riconferme di successo il calendario della fiera di Forlì

FORLI: Per la fiera di Forlì si profila un trimestre impegnativo e ambizioso. Sarà un autunno carico di novità quello che attende la Fiera di Forlì: non solo sul piano dei nuovi assetti gestionali che stanno prendendo forma, ma anche su quello delle manifestazioni destinate al grande pubblico. Nei prossimi tre mesi infatti sono in calendario altrettante rassegne, una per mese, destinate a segnare la nuova cifra dell’attività fieristica forlivese.
Nel mese di settembre, da venerdi 21 a domenica 23, tornano in scena i cavalli, e lo fanno in grande stile: alla nuova “Forlì International Horse Fair” sono attesi infatti circa 300 esemplari dall’Italia e dall’estero, di una decina di diverse razze, per riproporre la sede fieristica ai vertici nazionali delle manifestazioni dedicate all’equitazione. Particolare attesa sta emergendo per il concorso riservato ai cavalli arabi, che vedrà un centinaio di esemplari in gara e allevatori, giudici ed esperti della razza da tutto il mondo. Il cavallo arabo (originario della Penisola arabica, utilizzato spesso per migliorare geneticamente altre razze) è una tra le razze equine più antiche e conosciute: è il cavallo considerato esteticamente più tipico, e a Forlì sarà assoluto protagonista.
Ottobre vedrà poi la riproposizione, in una veste completamente rinnovata e con contenuti più vasti e complessi che in passato, di “Happy Family Expo” in programma sabato 20 e domenica 21: “Abbiamo mantenuto il nome della nostra storica manifestazione – spiega il Presidente della Fiera, Gianluca Bagnara – ma l’abbiamo molto arricchita di valore, anche con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale: quest’anno la apriamo a un target più vasto, che spazia dai bambini delle scuole primarie ai ragazzi delle superiori, con temi e argomenti nuovi e di grande attualità. La nostra manifestazione è stata inserita a calendario come evento territoriale del Festival della Cultura Tecnica 2018, un’iniziativa nata quattro anni fa per promuovere in Regione l’istruzione e la formazione tecnica e scientifica, e per valorizzare l’arte del saper fare in tutte le sue possibili declinazioni. Avremo presenti in fiera sia Licei che Istituti tecnici e professionali del territorio, ed Enti di formazione professionale con spazi gestiti direttamente dagli studenti; altre postazioni saranno riservate alle istituzioni locali, a imprese e associazioni di categoria, e ad altri soggetti pubblici”.
Terza manifestazione in calendario sarà, dal 23 al 25 novembre, “Caccia e country – Fishing expo”: tradizionale appuntamento per cacciatori e pescatori ma soprattutto per gli amanti della natura e del vivere in sintonia con l’ambiente, la rassegna forlivese si conferma anche quest’anno tra le più importanti del settore a livello italiano e continua ad essere frequentata dalle migliori aziende nazionali. Oltre 250 sono gli espositori attesi nei padiglioni di Punta di Ferro: per gli appassionati, prove dinamiche di tiro sportivo, aree per il soft-air, per le vasche di lancio e poligoni interni per provare le più recenti armi per la caccia e il tiro. “Caccia e country ha l’ambizioso obiettivo di confermarsi ai vertici nazionali nel suo settore – ha rilevato ancora il Presidente Bagnara – e noi siamo orgogliosi di poter avere nel nostro calendario un appuntamento di successo che gratifica e stringe attorno alla Fiera di Forlì i tantissimi appassionati non solo della nostra regione, ma anche di Veneto, Umbria e Marche che abitualmente si ritrovano in fiera da noi”.