18. lug, 2018

100 anni di pallavolo a Ravenna: tanti eventi per celebrare questo “compleanno”

RAVENNA: Venerdì 20 luglio, in Comune, verrà presentato a stampa, città e tifosi il programma delle iniziative e degli appuntamenti organizzato dal comitato territoriale Fipav di Ravenna in compartecipazione col Comune per onorare questa speciale ricorrenza.
Nessuno sport in Italia ha saputo intrecciare la sua storia a quella di Ravenna come la pallavolo. I risultati sul campo fanno della nostra città una delle capitali del volley italiano, la storia, invece, le assegna la palma di culla della pallavolo del nostro Paese perché il volley in Italia arrivò per la prima volta proprio qui, alla base idrovolanti di Porto Corsini, dove la mattina del 24 luglio 1918 un folto gruppo di americani tra ufficiali, sottufficiali e marinai pronti ad aiutare gli italiani ed i loro alleati nella parte conclusiva della Prima Guerra Mondiale, sbarcò portando con sé anche reti e palloni da pallavolo, sport in cui si dilettavano nel tempo libero.
Cent’anni dopo, proprio in coincidenza con quell’arrivo, il comitato territoriale Fipav di Ravenna, in compartecipazione con il Comune di Ravenna, propone e lancia un lungo e articolato cartellone di eventi, iniziative ed appuntamenti per celebrare quell’avvenimento, che verrà presentato e svelato alla stampa, alla città e al pubblico degli sportivi e dei tifosi (del resto alzi la mano quel ravennate che non ha mai giocato almeno una volta a pallavolo a scuola, negli oratori o nei circoli, nelle palestre o in spiaggia) venerdì 20 luglio, alle ore 12, nella residenza municipale di piazza del Popolo alla presenza del presidente del comitato territoriale Fipav di Ravenna, Mauro Masotti, dell’assessore allo sport del Comune di Ravenna, Roberto Fagnani, di Marco Bonitta, direttore generale del Porto RoburCosta e dell’Olimpia Teodora, ma anche allenatore della nazionale femminile italiana che conquistò il titolo mondiale nel 2002, oltre a numerose personalità ed ex atleti del mondo pallavolistico ravennate e nazionale. Un cartellone di eventi, che si susseguiranno da luglio a dicembre 2018, che è anche la testimonianza più tangibile dell’importanza di questa disciplina nell’identità della città.