17. lug, 2018

Progetto “Al lavoro in bicicletta”: partiti i primi nove lavoratori sostenibili

CESENATICO: Hanno iniziato a pedalare i primi nove "nuovi ciclisti" di Cesenatico che hanno aderito al bando “Al lavoro in bicicletta”, promosso dai Comuni di Cesena e Cesenatico nell’ambito del progetto di mobilità sostenibile “Cambiamo marcia” e che mette a disposizione incentivi economici per chi decide di rinunciare all’auto o alla moto per raggiungere il posto di lavoro in bicicletta.
Nelle scorse settimane infatti sono pervenute in Comune le prime domande di partecipazione al progetto. Gli uffici competenti hanno poi compiuto le verifiche per valutare l’effettiva regolarità delle richieste. Terminati i controlli necessari, sono stati convocati in Comune i primi nove lavoratori virtuosi per l’accreditamento ufficiale che consiste nel sottoscrivere le ‘regole di partecipazione’ e lasciare i riferimenti per scaricare l'app wecity, necessaria per documentare l’effettiva percorrenza giornaliera.
Nella giornata di ieri, lunedì 16 luglio, gli uffici, scorrendo l’elenco già approvato su base cronologica, hanno provveduto a chiamare le altre persone che hanno fatto richiesta di partecipazione. Nel frattempo proseguono all'Unità di Progetto Ambiente le registrazioni di adesione. Sulla scorta dei percorsi casa-lavoro presentati dai lavoratori "sostenibili" partiti settimana scorsa, di cui cinque donne e quattro uomini di età compresa tra i 18 e i 59 anni, si registra una percorrenza media giornaliera di 10.4 km.
Come abbiamo già sottolineato nelle scorse settimane – afferma l'Assessore all’Ambiente Valentina Montalti – “Cambiamo marcia” è un progetto di ampio respiro che, coinvolgendo i Comuni di Cesenatico e Cesena, intende promuovere e sviluppare infrastrutture e servizi integrati ed innovativi per favorire la mobilità sostenibile lungo i percorsi casa-scuola e casa-lavoro nei nostri territori.
Questa parte di progetto – continua l’Assessore – denominata “Al lavoro in bicicletta”, nello specifico vuole essere un incentivo per chi lascia l'auto e prende la bici per recarsi al lavoro. L’obiettivo è di promuovere modalità di trasporto che inducano alla riduzione dell’utilizzo della macchina a favore della bicicletta, per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e al miglioramento della sicurezza di tutti.”