4. giu, 2018

I premi di IT-Folk per i migliori festival e contest dell'anno premiati alla Notte del liscio

Il Comitato Direttivo di It-Folk, il più importante circuito italiano di artisti e festival folk, ha deciso di assegnare tre premi ufficiali e tre premi speciali nell’ambito dell’Organizzazione dei Festival Folk innovativi nel territorio italiano.
Per tale motivo saranno premiati la neonata Notte del Liscio giunta con grande successo alla sua nuova edizione nella figura del suo ideatore Giordano Sangiorgi, che fece il numero zero a Gatteo Mare nel 2015 insieme all’Orchestra di Moreno Il Biondo & Extraliscio, portandola grazie alla Regione Emilia-Romagna e all’Apt Servizi agli attuali grandi livelli, chew tornerà in Romagna dal 7 al 10 giugno, il Quarrata Folk Festival, l’unico festival di world music nel Nord Italia, per la grande qualità artistica della proposta nella figura degli ideatori Riccardo Tesi, Claudia Cappellini e Claudio Carboni e del Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti che sostiene il Festival, che si terra’ a Quarrata in Toscana a meta’ giugno, e il Gran Premio Manente inserito all’interno dell’importante circuito di Calabria Sona, unico importante esempio di grande rete di festival di produzioni musicali regionali, nella figura di Giuseppe Marasco insieme agli Enti che lo sostengono nella sua progettazione. Un Premio Speciale infine ad Antonio Melegari, ideatore del Premio Nazionale Folk & World rivolto alle nuove generazioni del folk, che vede insieme Li Ucci Festival, La Musica nelle Aie e Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli nella valorizzazione dei giovani talenti della musica popolare con il patrocinio del MEI e una menzione speciale a Enrico Deregi bus per la comunicazione, diffusione e promozione del Premio Andrea Parodi, l’unico contest dedicato specificatamente in Italia alla world music.
I Premi – oltre ad altri premi agli artisti e associazioni che saranno resi noti più avanti- saranno assegnati in occasione del prossimo MEI 2018 dal 28 al 30 settembre 2018 quando si terrà la prossima assemblea di It-Folk e si allestiranno una serie di iniziative come la partecipazione al prossimo Womex 2018.

Biografia e Storia di It-Folk.
Il termine world music ha soppiantato negli ultimi anni il termine folk o folk revival allargandone il contenuto. Sotto l’etichetta world music si riuniscono infatti esperienze musicali disparate e a volte molto lontane tra di loro ma accomunate da un legame ogni volta diverso con la tradizione e la memoria musicale. Dal folk puro alle più azzardate contaminazioni nate dall’incontro fra tradizioni lontane nelle grandi metropoli multietniche ,
fucine infaticabili di nuove forme musicale, fino agli intrecci con la canzone d’autore, il jazz, il rock ecc questo genere musicale ha una
presenza ed un’influenza importante sulla scena musicale contemporanea.
Intorno alla world music in Italia si muove l’attività professionale di migliaia di musicisti che operano sul territorio nazionale e , spesso,
esportano la tradizione italiana a livello internazionale. Innumerevoli case discografiche specializzate presenti sul nostro territorio da anni
documentano e diffondono le continue evoluzioni di questa vitale e dinamica scena musicale. Numerosi ed importanti sono i festivals consacrati al genere
che spesso intrattengono un rapporto di sinergia con il territorio che li ospita favorendo così il flusso del turismo intelligente con una ricaduta
importante sull’economia locale. Non dimentichiamo l’importante attività didattica degli strumenti e della musica tradizionale sotto forma di scuole
stabili , workshop, corsi annuali in alcuni conservatori o scuole di musica e tanto altro. La panoramica potrebbe continuare fino ad abbracciare riviste
cartacee e online, programmi radio e televisivi!
Questa realtà così articolata e ricca manca però di una coordinazione che metta in contatto e crei sinergia tra tutte queste diverse professionalità
Questo libero coordinamento It – Folk nato da artisti e organizzatori di festival,mettendo in sinergia due realta’ gia’ attive di artisti e festival
in ambito folk, con il contributo di organizzazioni e produttori che da anni collaborano per la crescita del settore “indipendente” della musica
italiana, vuole far si che il settore possa avere riconosciuta l’importanza che oggettivamente merita, nelle sedi istituzionali, sociali e culturali.
Vuole disegnare un piano di interventi e di azioni condivise per il settore al fine di migliorare la situazione generale in cui versa il nostro mondo.
La rete ha bisogno di una grande base per poter contare nelle sedi opportune e far pesare, come succede per altri attori, l’importanza anche numerica di una reparto molto attivo e socialmente sentito in tutte le Regioni italiane.
Per questo chiediamo la tua adesione, scrivendo a:
Marco Bartolini , Coordinatore Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, email: marcobartolini65@gmail.com 
Claudio Carboni, Musicista, email: info@claudiocarboni.com 
Giuseppe Marasco, Coordinatore Festival Calabria Sona, email: gmarasco@marascocomunicazione.com 
Stefano Saletti, Artista , email: stefanosaletti@gmail.com 
Giordano Sangiorgi, Organizzatore MEI e Portavoce Rete dei Festival, email: segreteria@materialimusicali.it