31. mag, 2018

Chiusa la 15° edizione del festival Ipercorpo con ottimi numeri

FORLI: Per 5 giornate la parola è andata agli artisti ma ora è tempo di bilanci e l'organizzazione del festival può a ragion veduta comunicare il buon esito della manifestazione che ha visto un ampio coinvolgimento di pubblico, di artisti, di addetti ai lavori, ciascuno protagonista delle differenti attività messe in campo da Ipercorpo 2018-Il padre.
Complessivamente sono state coinvolte 1200 persone.
4 spazi teatrali, 5 spazi espositivi, 4 spazi installativi, capaci di funzionare anche simultaneamente nelle stesse giornate grazie alle potenzialità dei 6000 mq del EXATR (Ex Deposito di corriere situato in centro storico a Forlì) .
22 operatori internazionali provenienti da 9 diversi paesi: Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Bielorussia, hanno seguito con grande interesse gli spettacoli in programma e molti degli artisti ospiti di questa 15^edizione di Ipercorpo sono stati contattati per presentare i propri spettacoli all'estero.
17 partecipanti alla seconda edizione di Masterclass Internazionale Scena Europa provenienti sia dal territorio che da tutta italia hanno seguito con attenzione le 14 ore di corso.
80 partecipanti ai laboratori promossi da gruppo nanou, claudia castellucci e da Andrea Costanzo Martini, Luna Cenere e Ofir Yudilevitch; questi ultimi tre artisti si sono confrontati con i bambini delle famiglie residenti nelle case ACER (Agenzia Case Emilia Romagna) in un articolato progetto artistico con importanti ricadute sociali.
Un vivo interesse è stato riscontrato dalla sezione dedicata all'arte contemporanea, curata da Davide Ferri e in particolare nel corso della giornata di domenica 27 maggio la conferenza ha visto la presenza di oltre 90 persone tra addetti ai lavori, spettatori e artisti.