31. mag, 2018

Hera: attenzione ai falsi addetti

Gli operatori che consegnano Kit per la raccolta differenziata sono riconoscibili e non entrano in casa.
Attenzione ai falsi addetti di Hera. A seguito di segnalazioni pervenute in questi giorni e che descrivono situazioni anomale riconducibili a potenziali truffe, Hera desidera mettere in guardia i propri clienti fornendo alcune informazioni utili a tutela della loro sicurezza.
Innanzitutto Hera ricorda che i propri operatori sono sempre identificabili dalla divisa gialla e dal tesserino di riconoscimento e non sono autorizzati ad entrare all'interno delle abitazioni private per controllare la separazione domestica del rifiuto (ad esempio, i bidoni sotto il lavello).
Inoltre, la distribuzione di kit per la raccolta differenziata dei rifiuti da parte degli operatori addetti viene sempre annunciata, qualche giorno prima, con lettere che Hera spedisce al domicilio di ogni utente. I controlli vengono effettuati solo su sacchi, bidoncini, cassonetti esposti in strada o all'interno delle pertinenze condominiali (in questo caso, solo se autorizzati da apposita delega dell'amministratore di condominio). I controlli possono riguardare anche il corretto uso della compostiera; in questo caso verranno comunque eseguiti sul giardino privato, quindi sempre in area esterna all'abitazione.
Hera invita in ogni caso a segnalare tempestivamente i casi sospetti al proprio Servizio Clienti (800.999.500 per le utenze domestiche, 800.999.700 per le utenze non domestiche, entrambi gratuiti sia da fisso che da cellulare), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e al sabato dalle 8 alle 18, e alle autorità competenti chiamando il 112.