28. mag, 2018

Le ragazze di Ravenna si riconfermano in vetta al Trofeo delle Province

RAVENNA: A Cesenatico la selezione provinciale guidata da Manù Benelli bissa il titolo vinto nel 2017. La selezione maschile chiude al quinto posto e si migliora di due posizioni rispetto all’anno scorso
Si è chiusa con un bilancio sontuoso la partecipazione delle selezioni provinciali di Ravenna al Trofeo delle Province dell’Emilia Romagna - Kinderiadi” organizzato dal Comitato Regionale Fipav e disputatosi nel weekend sui campi dell’Eurocamp a Cesenatico.
La selezione femminile, formata da ragazze del 2004 e 2005 e allenata da Manuela Benelli, ha confermato la vittoria del 2017 con un percorso netto (5 vittorie in altrettante gare), mentre la selezione maschile, composta da atleti del 2003 e 2004, guidata da Paolo Pelloni, ha concluso al quinto posto, migliorando così di due posizioni il piazzamento dell’anno precedente.
La squadra femminile ha vinto il girone di qualificazione battendo nell’ordine Parma (2-1), Ferrara e Bologna per 3-0, poi in semifinale ha piegato Modena per 2-0 e in finale ha sconfitto Reggio Emilia per 2-0 (25-15, 25-18). “La vittoria finale non era così scontata, anche se eravamo le detentrici – precisa Manuela Benelli – ma devo dire che le ragazze hanno veramente messo in campo un livello di gioco costante, senza sbavature. La nota più bella è che le titolari fisse e di ottimo livello di questa selezione l’anno scorso erano in panchina e avevano giocato poco; la loro crescita è la dimostrazione di quanto hanno lavorato bene nei loro club. La partita più sentita e quella giocata meglio in assoluto è stata la semifinale con Modena che quasi quotidianamente, insieme a Bologna, è stata la squadra da battere nei loro campionati e nei vari tornei; ma le ragazze hanno espresso una grande voglia di vincere anche in finale contro Reggio Emilia, squadra che ha giocato al limite delle sue possibilità distinguendosi per avere sbagliato poco, a cui siamo riuscite a mettere una tale pressione da indurle a sbagliare molto”.
A rendere più trionfale la partecipazione, è stato il conferimento da parte della giuria tecnica di tre dei quattro premi individuali complessivi ad atlete della selezione ravennate: Valentina Vecchi (classe 2005) ha vinto il premio come miglior schiacciatrice; a Laura Toppetti (classe 2005) è andato il premio come miglior libero mentre Vittoria Balducci (classe 2004) ha avuto il riconoscimento come miglior giocatrice. “Vittoria si meritava questo riconoscimento tutta la vita – analizza la Benelli – Valentina è una ragazza di talento e prospettiva mentre il premio per Laura è quella più inaspettato, essendo un anno più piccola delle altre e non giocando lei sistematicamente in questo ruolo, ma il premio se l’è davvero meritato”.
La rappresentativa maschile ha chiuso il girone di qualificazione con un successo (3-0 su Piacenza) e due sconfitte (2-1 con Romagna Uno e 3-0 con Modena, ovvero le due squadre che poi sono arrivate in finale, dove si sono imposti i modenesi), poi nelle partite per il piazzamento dal 5° all’8° posto ha prima battuto Parma 2-0 (25-13, 25-12) e poi Ferrara 2-0 (25-20, 27-25), chiudendo al 5° posto. “E’ andata molto bene, con un esito finale superiore alle aspettative - sottolinea Paolo Pelloni - anzi siamo andati via con un pizzico di rammarico sia perché abbiamo perso nel gironcino contro due squadre che poi sono andate in finale sia perchè contro una di queste, Modena, che poi ha vinto, abbiamo perso i primi due set 28-26 e 26-24. Con un po’ di freddezza e precisione avremmo potuto vincere quella gara ed entrare tra le prime quattro. Ma sono comunque contento
della prova dei ragazzi, tutti all’altezza della situazione; hanno lavorato bene nei loro club e devo ringraziare sia i giocatori che le loro società”.
Ovviamente contento è Mauro Masotti, presidente territoriale Fipav Ravenna, che tuttavia approfitta del buon esito del Trofeo delle Province per una puntualizzazione. "Siamo molto soddisfatti delle prestazioni delle squadre del nostro Comitato, che dimostrano la buona qualità del lavoro delle singole società sul territorio. Il bis della vittoria della squadra allenata da Manù Benelli con ragazze provenienti in gran parte dai migliori vivai ravennati (Teodora ed Olimpia Master) confermano anche le potenzialità ulteriori di un movimento che, laddove coordinato, potrebbe rappresentare ancor meglio Ravenna nelle massime manifestazioni nazionali e ridare attrattività e voglia di rimanere a casa per le diverse atlete che negli ultimi anni hanno preferito cercare altrove l'ambiente per crescere, lontano da polemiche sempre più sterili ed improduttive".
Queste le 14 giovani atlete, che hanno conquistato il Trofeo: Kateryna Tereshchenko (Alfonsine), Agata Baccarini, Laura Bertoni, Sofia Ceccoli, Matilde Mancinelli e Aicha Ndiaye (Olimpia Master Alfa Garavini), Vittoria Balducci, Elena Maria Ballardini, Anna Casotti, Jessica Maioli, Alice Masotti, Deizi Niki, Laura Toppetti e Valentina Vecchi (Teodora Settore Giovanile).
Questi i 13 giovani atleti (provenienti da 4 società) che hanno fatto parte della selezione maschile: Lorenzo Ricci Maccarini e Federico Sansone (Involley), Luca Boscherini, Niccolò Contu, Davide Dalpane, Alessandro Fenati, Lorenzo Monti, Giovanni Santoni, Lorenzo Tomassini e Marco Zoli (Porto RoburCosta), Federico Rossi e Francesco Zannoni (Spem Faenza), Rei Canhasi (Volley Academy).
La stagione del volley ravennate però non si conclude qui: mercoledì 30 maggio, alle ore 20, al palasport di Bagnacavallo si disputa l’ultima finale provinciale, quella dell’Under 13 femminile, che vedrà di fronte la Teodora Settore Giovanile e il Massa Volley.