28. mag, 2018

In arrivo il kit di benvenuto per i nuovi nati I tuoi primi passi nel mondo.

RAVENNA: Firmato questa mattina dal sindaco Michele de Pascale e dalla direttrice del distretto ravennate Roberta Mazzoni l’accordo di collaborazione con Ausl Romagna per la consegna ai neo genitori.
I tuoi primi passi nel mondo è il “kit di benvenuto” per i bimbi e le bimbe nuovi nati del Comune di Ravenna, voluto dal sindaco Michele de Pascale che conterrà una dotazione per la lettura nei primi mesi di vita – in adesione al programma Nati per leggere – (il libro in edizione speciale Dieci dita alle mani e dieci dita ai piedini vincitore del premio nazionale “Miglior libro per bambini tra 0 e 36 mesi”, una bibliografia nazionale edita in esclusiva dai bibliotecari italiani dell’AIB, un depliant illustrativo e una serie di segnalibri suddivisi per fascia di età), agevolazioni economiche per la famiglie in servizi e prodotti per la prima infanzia e un opuscolo informativo di tutti i servizi educativi per l’infanzia. Già dalle prossime settimane, di concerto con le associazioni di categoria, i commercianti che vorranno prendere parte al progetto, potranno manifestare la loro adesione.
“Il Comune di Ravenna – ha commentato il sindaco Michele de Pascale – desidera offrire alle famiglie un sostegno concreto per la cura e la crescita dei bimbi e le bimbe nel primo anno di vita, stando accanto ai neo genitori in questa esperienza bellissima, ma certamente impegnativa e di grande cambiamento. Per questo abbiamo pensato di offrire loro questo piccolo significativo omaggio per rendere più agevole questa entusiasmante partenza. Ringrazio l’Ausl per la disponibilità e la collaborazione attiva a questo progetto”.
Per la distribuzione del kit di benvenuto e per tutte le attività di promozione alla lettura nei primi mesi di vita che fanno parte del progetto Nati per leggere, si è predisposto un accordo di collaborazione con Ausl Romagna – firmato questa mattina dal sindaco Michele de Pascale e dalla direttrice del distretto ravennate Roberta Mazzoni– che prevede la consegna del materiale alle famiglie nel Centro Vaccinale della Unità Operativa Pediatria di Comunità sita al Centro di Medicina Preventivo al momento delle prime vaccinazioni. Nelle prossime settimane l’Ausl invierà a tutti i neo genitori, in occasione della convocazione alla prima vaccinazione anche una lettera contenente le indicazioni per ritirare il kit.
Il progetto entrerà a pieno regime nel mese di luglio non appena tutte le modalità operative saranno terminate e verrà presentato con un evento sui temi dell’infanzia, della famiglia e del ruolo della lettura nello sviluppo dei bambini, che coinvolgerà le famiglie e tutti i soggetti partecipanti.
La dottoressa Mazzoni, ringrazia l’Amministrazione Comunale per consentire all’Azienda Usl della Romagna di promuovere iniziative come questa che ha, come obiettivo principale, non solo quella di offrire un contributo alle famiglie in un momento così particolare quale la nascita di un figlio ma, di porre l’attenzione dei genitori verso l’importanza della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra gli 0 e i 6 anni in quanto numerose ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza:
• dal punto di vista relazionale è una straordinaria opportunità di relazione tra bambino e genitori;
• dal punto di vista cognitivo ed emotivo nel bambino si sviluppa meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura;
• nel consolidare nell’individuo l'abitudine a leggere che si protrae, poi, nelle età successive anche grazie all'imprinting precoce legato alla relazione.
Nati per Leggere, anche da un punto di vista socio-sanitario è riconosciuto come valido a prevenire difficoltà cognitive e relazionali così come certificato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nell’ambito della campagna nazionale “Genitori più”.
Il programma “Nati per Leggere” e l’avvio del percorso vaccinale del neonato s’integrano per favorire azioni di prevenzione della salute del bambino e per richiedere, fin dai primi mesi di vita, un impegno dei genitori sia verso l’adesione al calendario vaccinale sia verso la lettura utilizzando anche il supporto della rete delle biblioteche presente nella città di Ravenna.