21. mag, 2018

L'Assessore regionale Donini illustra le scelte della regione per lo sviluppo locale

VOLTANA DI LUGO: “L'Amministrazione regionale sente la pressione del Comitato e dell'intero territorio per la realizzazione di un obiettivo che la Regione Emilia-Romagna ha definito prioritario. E di questo vi ringraziamo”; questo l'incipit dell'assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Donini in occasione dell'incontro, convocato dal Comitato intercomunale per il completamento della variante Ss16 Ferrara-Ravenna, svoltosi il 17 maggio a Voltana.
Un ottimo avvio della serata che ha visto la partecipazione dei consiglieri regionali Mirco Bagnari e Manuela Rontini, dei sindaci di Alfonsine, Conselice, Fusignano e dell’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Lugo Fabrizio Casamento, di rappresentanti delle associazioni economiche, sociali e sindacali, oltre a diversi cittadini.
Sia l'assessore Donini sia il consigliere regionale Mirco Bagnari hanno apprezzato il ruolo del Comitato per la costante attenzione posta su un tema di interesse nazionale come il completamento della variante Ss16, parte di uno dei principali “corridoi di collegamento” europei, quello Adriatico.
L’assessore Donini ha voluto ricordare che l’assemblea del Comitato svoltasi a Voltana nel gennaio 2017 individuò la realizzazione della variante Ss16 come priorità per dare risposta alle esigenze del porto di Ravenna ristrutturato e del bacino turistico romagnolo quando in campo c’era ancora l’ipotesi di un tracciato alternativo che, attraversando il Delta del Po, le valli del Mezzano, avrebbe collegato Ravenna alla Ferrara mare a Ostellato. Oggi quel nodo è stato sciolto e tutti i territori delle due province, con una sola voce, individuano come prioritario il collegamento Ferrara-Ravenna attraverso la riqualificazione della Ss16: “Questa unità di intenti rappresenta un elemento di forza per tutti - ha sottolineato l’assessore -, un vero salto di qualità per il futuro del territorio”.
Donini ha poi illustrato le azioni della Regione Emilia-Romagna per l’ammodernamento e lo sviluppo del territorio, aggiornando la platea sugli investimenti in infrastrutture stradali, ferroviarie e digitali.  In merito alla realizzazione del primo stralcio della Ss16, in territorio di Argenta, ha affermato che entro giugno 2018 sarà presentato il progetto definitivo la cui cantierabilità è già finanziata nel programma Anas 2020.
È stato possibile imprimere una accelerazione grazie al fatto che la progettazione è stata finanziata e realizzata dalla Regione Emilia-Romagna, strategia che si cercherà di adottare anche per la realizzazione dei successivi lotti. Per quanto riguarda il secondo lotto (Ponte Bastia-Taglio Corelli), l'obiettivo è che la Regione finanzi la progettazione definitiva entro luglio 2019 per poter rientrare nei programmi Anas 2020-2024.
La serata si è conclusa rinnovando l’appuntamento per marzo 2019, data nella quale il Comitato si propone di fare il punto sulla progettazione del secondo lotto della Statale 16 e di monitorare anche la situazione del lotto Taglio-Corelli Ravenna per il quale manca ancora il progetto preliminare.