18. mag, 2018

Intitolato a Roberto Pazzi, "il ragazzo delle bici" il parcheggio di viale Farini

RAVENNA: Oggi 18 maggio alle 11 a Ravenna, presso il Parcheggio per biciclette e automobili di piazzale Farini gestito dalla Cooperativa Sociale San Vitale, si è svolta la cerimonia di intitolazione del parcheggio in memoria di Roberto Pazzi, ragazzo con la sindrome di Down venuto a mancare nel 2016. Roberto ha frequentato il parcheggio sin dai primi anni della sua apertura, avvenuta nel 1989, svolgendo un ruolo lavorativo utile per la comunità e al contempo di importante crescita personale.
“Per noi è una giornata carica di emozione – ha esordito a inizio cerimonia Romina Maresi, Presidente di San Vitale – perché proprio oggi sarebbe stato il compleanno di Roberto; ed è bello vedervi così in tanti – ha proseguito la Presidente rivolgendosi ai numerosi presenti, tra cui i rappresentanti dell’associazionismo, dei servizi socio-sanitari e di Legacoop – poiché questa è la dimostrazione che Roberto, grazie al sorriso che lo accompagnava sempre al lavoro, ha saputo entrare nel cuore di tante persone”.
“Mi fa molto piacere – ha detto l’assessore Fagnani - essere qui con voi per ricordare una persona che ha saputo rendere speciale questo luogo di lavoro. Sicuramente quello che ha fatto Roberto è stato speciale per lui, perché gli ha consentito un percorso di autonomia; e per tutti quelli che lo hanno conosciuto, perché sono certo che la sua allegria avrà accompagnato e migliorato le giornate di moltissimi clienti. Ringrazio per questo la cooperativa San Vitale, da sempre sensibile all’impiego delle persone disabili in percorsi di inserimento lavorativo”.
Alla cerimonia ha partecipato anche la famiglia di Roberto - la mamma Giovanna e la sorella Sabrina - che insieme a Fagnani e alla Presidente Maresi hanno scoperto la targa in sua memoria.
Il percorso esemplare di Roberto sottolinea la necessità di moltiplicare sempre di più i contesti di inclusione sociale e lavorativa per le persone con disabilità. Ad oggi la Cooperativa Sociale San Vitale impiega 12 persone disabili in percorsi di inserimento lavorativo nell’ambito della gestione dei parcheggi e promuove altrettanti percorsi formativi, supportati da personale qualificato, a sostegno dell’emancipazione della persona con fragilità dalla condizione di mera assistenza. I percorsi di inclusione lavorativa nei contesti pubblici rappresentano un indicatore della volontà comune delle istituzioni e della cooperazione sociale di accogliere e di valorizzare le diversità all’interno della comunità.