14. mag, 2018

Ermanna Montanari e Marco Martinelli saranno premiati dalle associazioni italo-tedesche

Sabato 19 maggio 2018 – Ore 15
Palazzo Rasponi dalle Teste – Ravenna
Cerimonia di conferimento del Premio Culturale
VDIG – Federazione delle Associazioni Italo-Tedesche in Germania a Ermanna Montanari e Marco Martinelli parteciperanno alla consegna
Rita Marcon-Grothausmann – Presidente VDIG
Michael Kortländer – Artista, creatore del premio
Julian Häussler – Redazione rivista Onde, premiata nel 2016
In qualità di federazione alla quale aderiscono più di cinquanta Associazioni Italo-Tedesche regionali, la VDIG si è prefissata di approfondire i rapporti bilaterali nell’ambito dell´integrazione europea; il suo scopo principale resta tuttavia quello di promuovere sia la comprensione fra i due popoli che la cultura che li accomuna. Ed è quindi per sottolineare questa funzione, importante tanto per il presente quanto per il futuro, che la VDIG ha dato vita al Premio Culturale, biennale, conferito quest’anno al drammaturgo e regista Marco Martinelli e all’attrice, autrice e scenografa Ermanna Montanari.
Il Premio Culturale della VDIG (Vereinigung Deutsch-Italianischer Kultur-Gesellschaften) può venire assegnato a persone singole, ma anche a gruppi, istituzioni nonché a un´iniziativa che si sia distinta per un duraturo impegno svolto a favore dello sviluppo delle relazioni culturali fra Italia e Germania. Il premio va, a turno, a personalità tedesche o italiane e viene di solito consegnato ogni due anni nella cornice delle Borse Culturali Italo-Tedesche o comunque durante una manifestazione di spicco. Anche la realizzazione del premio stesso – si tratta sempre di un oggetto d´arte in copia unica – viene affidata di volta in volta a un artista italiano o tedesco.
Quest’anno il premio culturale verrà conferito al drammaturgo e regista Marco Martinelli e all’attrice, autrice e scenografa Ermanna Montanari. Sposati dal 1977 vivono a Ravenna, dove nel 1983 (insieme a Luigi Dadina e Marcella Nonni) hanno fondato il Teatro delle Albe, di cui condividono la direzione artistica. Uno dei loro primi lavori teatrali più famosi è la pièce Siamo asini o pedanti di Marco Martinelli, che già alla fine degli anni '80 fu messa in scena in Germania nella sua lingua originale.
Questo dette avvio a una collaborazione, tuttora in corso, con il Theater an der Ruhr a Mülheim, e successivamente con la Shakespeare-Company di Brema per un nuovo allestimento, sempre diretto da Martinelli. Un’altra collaborazione sviluppata in Germania è anche quella con il Theater an der Parkaue di Berlino all’interno del progetto Theater/Teatro, con Ouverture Alcina uno dei lavori realizzati da Montanari e Martinelli insieme al compositore di musica elettroacustica Luigi Ceccarelli.
Il loro lavoro, che si riallaccia in modo innovativo alla tradizione, li ha resi famosi in tutta Europa e ha valso loro numerosi premi e riconoscimenti in Italia e all’estero: Ermanna Montanari ha ricevuto tra gli altri quattro Premi Ubu, Premio Eleonora Duse, Golden Laurel al Mess Festival-Sarajevo; Marco Martinelli ha ricevuto tra gli altri quattro Premi Ubu, premio Hystrio, Golden Laurel-Mess Festival-Sarajevo, Premio alla carriera del festival le Journées Théâtrales de Carthage-Tunisi.
All‘assegnazione del Premio Culturale ha determinato il loro confronto con autori classici come Ariosto e Dante ma anche con importanti e moderni autori di lingua tedesca come Christian Dietrich Grabbe e Werner Schwab. Degna di nota la pièce Rumore di acque di Marco Martinelli, intenso monologo sulla tragedia dei migranti nel Mediterraneo scritto nel 2010 ma tuttora tragicamente attuale, che con il titolo di WasserGeräusch è stata rappresentata, con la Shakespeare-Company di Brema, sempre con la regia di Martinelli, prima a Brema e poi a Berlino, e poi tradotta in diverse lingue in tutto il mondo.
Proprio in considerazione della promozione della lingua italiana in Germania attraverso l’iniziativa detta “oli”, (Offensiva Lingua Italiana) viene apprezzata dalla VDIG, all’interno del contesto europeo e internazionale, la dimensione italo-tedesca del lavoro di Marco Martinelli e Ermanna Montanari.
Il premio è stato realizzato dall’artista Michael Kortländer di Düsseldorf. Anche Kortländer ha un rapporto particolare con l’Italia. L’artista ha dato vita infatti al gemellaggio tra Düsseldorf e Palermo con l’intento soprattutto di favorire l’attività dei giovani artisti di entrambe le città.
INFO: Ravenna Teatro – 0544/36239