NEWS

23. mag, 2018

RAVENNA: Una giuria composta da bambini e insegnati ha decretato lo spettacolo “Pinocchio” il migliore della rassegna dedicata alle scuole e alle famiglie proposta al Teatro Romano.
Grande soddisfazione della compagnia Teatro del Drago di Ravenna/Famiglia d’Arte Monticelli  che sabato 19 maggio 2018 ha ricevuto la notizia di avere  vinto il premio per “PINOCCHIO” come  miglior spettacolo alla prima edizione di “Eyes Wide Open! Al Teatro Mongiovino di Roma
Il premio indetto dalla compagnia delle marionette degli Accettella  per dare un riconoscimento a miglior spettacolo, migliore regia, migliore drammaturgia,migliori attori della omonima rassegna .A svolgere il ruolo dei giudici sono stati proprio i piccoli spettatori, oltre a insegnanti e genitori, divisi in due giurie, quella del pubblico del pomeriggio e quella delle scuole della mattina. Le giurie, sono state seguite da un esperto che li ha aiutati a valutare gli spettacoli nella propria interezza : l’aspetto drammaturgico, musicale, visivo  oltre alla complessità del lavoro che si vede solo curiosando dietro le quinte.
Un anno importante per il Pinocchio del Teatro del Drago, infatti in marzo ha partecipato alle riprese per il nuovo videoclip di Edoardo Bennato, Burattino senza fili, per la regia di Stefano Salvati, mettendo a disposizione scenografie dello spettacolo e costumi, ed animando i famosi personaggi del libro di Collodi;  dal gatto e la volpe, alla fata dai capelli turchini, con lo stesso 'Pinocchio pupazzo' , diventato protagonista nel videoclip. 
Questa la storia dello spettacolo:
La compagnia ha creato “Pinocchio, spettacolo musicale per pupazzi, attori e ... un burattino di legno!” nel 1991, effettuando sino ad oggi oltre 1200 repliche, alla presenza di 300.000 spettatori, in 4 continenti (Europa, Asia, Africa e America) in oltre 30 paesi del pianeta (da quasi tutti quelli europei fino a Israele e Tunisia, Taiwan, Giappone e Stati Uniti ecc ecc).
Tra i tanti riconoscimenti ottenuti, citiamo  il  Premio al Festival Mondiale del Teatro dei Burattini di Chengdu, in Cina (un “piccolo paese di oltre 14 milioni di abitanti) nel 2012.
Il “fortunato” allestimento del Teatro del Drago prende ispirazione dalle 12 tavole a china del pittore/illustratore francese Alain Letort, che ha interpretato in modo visionario e fantastico l’opera di Collodi. A questo si è unita la colonna sonora originale del gruppo Morrigan’s Wake e di Claudio Capucci. Ma il tocco vincente è stato dato dalla “lingua” utilizzata dai personaggi e dai 4 attori/animatori in scena: un grammelot dalle parole prive di significato, un linguaggio universale che ben si miscela alle musiche “celtiche” e Mitteleuropee.
Il Teatro del Drago è una delle poche compagnie italiane del panorama nazionale del teatro di figura ad aver partecipato (in rappresentanza dell’Italia) a 3 Congressi Mondiali di Unima (Unione Interazionale della Marionetta), uno tra i principali appuntamenti del settore a livello internazionale: Lubiana, Budapest e Chengdu.

23. mag, 2018

LUGO: La sinergia tra Rione, Pro Loco, Comune di Lugo e Chiesa della Beata Vergine delle Grazie ha permesso di riproporre alla città di Lugo un appuntamento di grande impatto aggregativo, religioso e sociale.
Il profondo senso religioso, la grande funzione aggregativa, il rigoroso rispetto di una tradizione lunghissima: su queste basi è andata in archivio l’edizione 2018 della Festa del Rione Ghetto, sapientemente organizzata dalla Chiesa della Beata Vergine delle Grazie, dalla Pro Loco Lugo e dal Rione Ghetto. Tante le persone che hanno seguito l’Adorazione Eucaristica e il Santo Rosario e che hanno affollato corso Matteotti e i suoi mercatini, animati e resi più appetitosi dagli hobbisti, e numerose anche le famiglie che hanno partecipato al laboratorio di ceramica di Angela Dall’Olio. Curiosità e inevitabile clima di amarcord ha suscitato la vetrina curata dall’Anmi (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) e dalla A.A.A. (Associazione Arma Aeronautica) per le celebrazioni dell’imminente 100° anniversario della morte di Francesco Baracca e per il 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, in cui erano erano esposti cimeli, fotografie e modelli che riproducono gli aerei pilotati da Baracca e Miraglia. A dare ristoro al pubblico vino e ciambella per tutti e succhi di frutta per i più piccoli, mentre a fare da sottofondo alla festa le note evergreen dei Beghi per Caso, bravi a tenere alta l’attenzione del pubblico fino al termine dell’esibizione.
“Chiudiamo la festa con un bilancio positivo - sottolinea Mauro Marchiani, presidente della Pro Loco – non soltanto per la buona partecipazione di pubblico ma anche perché, come in altre occasioni, la sinergia concreta tra più realtà e strutture che vivono di volontariato ha dato i suoi frutti. Nel caso specifico, è stata importante la collaborazione congiunta del Comune, che si è fatto carico di garantire la manodopera per gli allestimenti vari, del Rione Ghetto e della nostra associazione per avere messo a disposizione il personale volontario a supporto della festa e della città”.
Ed ora in casa Pro Loco si guarda al prossimo impegno, e sarà un evento molto sentito dall’associazione visto che celebrerà i 50 anni della sua nascita avvenuta, come recita l’atto costitutivo redatto dal notaio Giuseppe Micela, in data 18 giugno 1968. Il “compleanno” si celebrerà sabato 16 giugno: “Stiamo preparando una grande festa, con sorprese ed iniziative di spicco – garantisce Marchiani – e presto le sveleremo”.

23. mag, 2018

MARINA: Domani, giovedì 24 maggio, entra in vigore l’ordinanza che istituisce la zona a traffico limitato in alcune strade di Marina di Ravenna e il divieto di sosta/zona rimozione sul lato dei numeri civici pari di viale delle Nazioni.
Il provvedimento sarà in vigore fino a lunedì 6 agosto dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 6 del giorno successivo; da lunedì 6 a lunedì 20 agosto tutti i giorni dalle 18.30 alle 6; da giovedì 23 agosto a lunedì 17 settembre di nuovo dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 6 del giorno successivo.
La ztl sarà istituita in viale delle Nazioni (nel tratto compreso fra via Ciro Menotti e piazza Dora Markus, incrocio con viale IV Novembre escluso), via Mameli (nel tratto compreso fra viale Silvio Pellico e viale delle Nazioni), viale Zara (nel tratto compreso fra via Ciro Menotti e viale IV Novembre), viale Spalato (nel tratto compreso fra viale IV Novembre e via Mameli), viale Volturno (nel tratto compreso fra viale Spalato e viale Lungomare) e via Callegati (nel tratto compreso fra viale Lungomare e viale Spalato).
Saranno autorizzati al transito e alla sosta residenti, domiciliati e clienti delle attività ricettive (alberghi, pensioni, appartamenti) autorizzati in possesso di regolamentare contrassegno rilasciato dal Corpo di Polizia Municipale da esporre sul lato sinistro del parabrezza anteriore del veicolo; potrà inoltre essere rilasciato un solo permesso al titolare di ogni esercizio commerciale insediato nella zona (anche in caso di più titolari resterà immutato il numero di un permesso); veicoli di emergenza e pronto intervento, automezzi Hera per operazioni di pulizia e raccolta rifiuti, automezzi Enel, Hera Spa, Telecom ed altri gestori di servizi di interesse pubblico (solo per operazioni di emergenza), cicli, veicoli a servizio di persone invalide e taxi.
Sono consentiti il transito e la sosta nella ztl ai veicoli ibridi e a trazione puramente elettrica, ad eccezione di viale delle Nazioni (tratto compreso tra viale Ciro Menotti e viale IV Novembre), viale Mameli (tratto compreso tra viale Spalato e viale delle Nazioni), viale delle Nazioni (tratto compreso tra viale IV Novembre e piazza Dora Markus), viale Volturno (tratto compreso tra viale Spalato e viale Lungomare), via Callegati (tratto compreso tra viale Lungomare e viale Spalato) purché espongano sul lato sinistro del parabrezza lo specifico contrassegno rilasciato dalla Polizia municipale, esclusi i parcheggi delimitati da sistemi di ingresso/uscita e pagamento automatici.

23. mag, 2018

RAVENNA: Rendere più sicuri gli spostamenti casa-scuola, in particolare per pedoni e ciclisti. E’ l’obiettivo degli interventi che il Comune ha previsto in cinque aree della città per un valore di 500mila euro, nell’ambito del Piano nazionale della sicurezza stradale.
La consegna dei lavori alla ditta incaricata avverrà il 28 maggio, la durata sarà di 200 giorni con termine previsto per il 13 dicembre prossimo e riguarderanno inizialmente la scuola primaria Galliano Camerani di via Bargigia n. 36. Sarà realizzato un tratto di pista ciclabile lungo la via Bargigia tra le vie Antonelli e Battuzzi e saranno riqualificati i marciapiedi delle vie Battuzzi, Beltrami, Bagioli, Berardi, Carnevali, Ferranti, Fabbri e Felisatti. In questo modo si darà risposta anche a numerosi interventi previsti nel Piano dell’accessibilità urbana (Pau, Piano dedicato alle persone con disabilità).
Un punto di collegamento pedonale protetto da impianto semaforico a chiamata, da collocare in viale Galilei in prossimità della via Calcagnini, riguarderà l’Istituto comprensivo Ricci-Muratori di piazza La Malfa n.1 per migliorare la sicurezza dei collegamenti tra una parte del quartiere (zona piscina) e la scuola.
Nella area della scuola secondaria di primo grado Mario Montanari di via Aquileia n.31 gli interventi riguarderanno l’adeguamento del tratto ciclabile tra la pista esistente lungo via Bellucci e le vie Umago e Aquileia e l’istituzione di una “zona 30 km/h” in via Aquileia, nel tratto tra le vie Gulli e Umago, con riorganizzazione della circolazione. Il collegamento esistente verrà allargato e si provvederà anche alla realizzazione della segnaletica.
Al servizio degli utenti della scuola primaria Aurelio Gulminelli di via del Pino n. 36 a Ponte Nuovo si prevede l’installazione di un impianto semaforico pedonale a chiamata, da collocare in prossimità dello stradello pedonale di collegamento con via del Pino, e di un percorso protetto da una cordonata invalicabile sulla via 56 Martiri fino allo stradello pedonale che porta alla via del Pino e quindi alla scuola.
Infine, nell’ambito della zona dell’Istituto comprensivo Vincenzo Randi di via Marzabotto n.10, è prevista la realizzazione del collegamento della rete ciclabile esistente all’interno del parco
Urbani (adiacente a viale della Lirica) fino alla rete esistente lungo viale Pertini all’altezza dell’attraversamento pedonale antistante al comando dei Carabinieri per connettere due tratti della rete ciclabile esistente.
“Si tratta di interventi – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fagnani – che danno il senso dell’attenzione dell’amministrazione alla ciclopedonalità, in particolare vicino alle scuole, e soprattutto alla sicurezza dei percorsi da e verso casa, anche per agevolare una auspicabile autonomia da parte degli studenti”.

23. mag, 2018

Una campagna nell’aeroporto internazionale ed eventi in città. Un grande spot per la riviera che insieme a spiaggia, mare e ospitalità punta sulle eccellenze della tradizione gastronomica.
Piadina Romagnola Igp sugli scudi a Francoforte. Nel mese di maggio le migliaia di viaggiatori che ogni ora partono e arrivano all’aeroporto internazionale della città tedesca sono intrigati dalla nuova campagna della Piadina Igp che da Rimini lancia la sua sfida: ‘Se è di un altro pianeta si firma Igp’.
Un grande spot per la riviera romagnola che insieme a mare, spiaggia e accoglienza al top, sta sempre più spingendo sui grandi prodotti della tradizione gastronomica per richiamare turisti e visitatori dalla Germania e da tutta l’Europa. Il messaggio, corredato dall’immagine di una grande Piadina-Luna stampata sui display luminosi dell’aerostazione più frequentata d’Europa, ha fatto da cornice a un grande evento targato Romagna, che a metà maggio a Francoforte ha richiamato buyer e giornalisti da tutta la Germania.
Sede dell’evento ‘In cantina’ il ristorante gourmet gestito a Francoforte dall’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna e primo testimonial dell’enogastronomia di casa nostra in Germania. Protagonista proprio la Piadina Romagnola Igp, rappresentata a Francoforte da Alfio Biagini, imprenditore riminese e presidente del Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Igp che ha sede nella città malatestiana. In degustazione la Piadina Romagnola Igp alla riminese, sottile e dal diametro maggiore, insieme a quella più grossa tipica dell’entroterra; entrambe golosamente farcite con il meglio dei salumi e dei formaggi emiliano-romagnoli. E ad accompagnare la Piadina il Lambrusco e il frizzante Pignoletto dei Colli bolognesi, per completare l’abbraccio fra la riviera riminese, l’Emilia Romagna e la Germania.